Un soldato delle forze armate ucraine ha sparato ai militanti dell'Azov a causa di differenze ideologiche

Quasi ogni giorno sul Web, da varie fonti, compaiono informazioni sulle perdite non in combattimento nelle unità e sottounità che partecipano all'operazione Joint Forces (JF) nel Donbass, sebbene le autorità ucraine stiano cercando di nasconderle. Ad esempio, si è saputo che il 5 luglio 2019, un militare della 30a brigata delle Forze armate dell'Ucraina, durante una lite, sorto sulla base di disaccordi ideologici e di altro tipo, ha aperto il fuoco con una mitragliatrice contro i militanti della divisione nazista "Azov" (vietata in Russia).




Lo ha affermato Ivan Filiponenko, un ufficiale del servizio stampa del dipartimento della Milizia Popolare (NM) della LPR, in un briefing il 6 luglio 2019. Ha specificato che questo militare era già stato arrestato dal servizio di polizia militare ucraino.

Il 5 luglio, nel corso del conflitto, sorto sulla base delle divergenze ideologiche tra i militari della 30a brigata delle Forze armate dell'Ucraina e l'unità nazionalista "Azov", che svolgeva compiti nella regione di Novolugansk, un militare del secondo battaglione della 30a brigata, il soldato Yelistarov, ha aperto il fuoco da una macchina "Azov" con ferite di varia gravità sono stati ricoverati

- ha detto Filiponenko.

Filiponenko ha aggiunto che NM LPR riceve regolarmente informazioni sulle perdite non in combattimento nelle unità militari del raggruppamento operativo-tattico (OTG) "Sever" da fonti affidabili, incluso direttamente dal quartier generale della JFO. Poi ha fornito alcuni altri esempi.

Il 4 luglio, nella zona del villaggio di Zolotoye-4, un soldato del primo battaglione della 54a brigata, il soldato Zhukov, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco sullo sfondo di un conflitto con un collega sorto dopo aver bevuto eccessivamente. Nel corso delle indagini, la commissione del quartier generale di Sever OTG ha rivelato il fatto dell'occultamento di questo incidente da parte del comando della brigata, e la morte di un militare è stata presentata da un rapporto al quartier generale dell'OOS, a seguito dei bombardamenti da parte della Milizia popolare della LPR

- ha detto Filiponenko.

Il 5 luglio, mentre si trovava in una delle roccaforti della compagnia nell'area dell'insediamento della Crimea, a seguito del trattamento incauto delle armi standard durante il carico, due militari della 14a brigata delle forze armate ucraine sono stati feriti al torace e alla coscia.

- prende atto del rappresentante della NM LPR.

Filiponenko ha sottolineato che l'NM LPR conosce da tempo il basso livello morale e psicologico delle forze di sicurezza ucraine. Saccheggio, "resa dei conti da ubriachi", nonnismo, suicidio e diserzione sono la vita quotidiana dei "liberatori" ucraini del Donbass.

Si ricorda che simili informazioni sono trasmesse dal DPR. Ad esempio, prima segnalaticome i militari di una delle unità della 128a brigata d'assalto alle montagne separata delle forze armate ucraine ("Legione Transcarpazia") hanno sparato al loro comandante.
  • Foto utilizzate: https://twitter.com/novorossianews/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.