La morte dell'equipaggio del segreto AS-31: che la Russia ha perso

Era un sottomarino nucleare segreto sovietico, formalmente assegnato alla Flotta del Nord, alla 29a brigata sottomarina separata (con sede a Olenya Bay, distretto amministrativo di Gadzhievo), ma allo stesso tempo subordinato alla Direzione principale della ricerca in mare profondo, che non è responsabile del comando SF, ma direttamente Ministro della Difesa. Per dirla semplicemente, è l'intelligence navale. Non sorprende che si sappia molto poco sulle persone che prestano servizio sull'AS-31. Questo testo ha lo scopo di far luce su di loro e sulla loro prodezza d'armi.




Ucciso durante l'esecuzione


Secondo i nostri "amici" giurati della NATO, la prontezza al combattimento della Marina russa ha raggiunto il suo punto più alto dall'inizio degli anni '1990, ei sottomarini ne sono la parte più moderna. E qui non si sbagliano, la flotta sottomarina è l'unica parte della Marina Militare che la Russia ha deciso di mantenere ad un livello prossimo a quello sovietico. Ad oggi, la Marina russa include 13 sottomarini nucleari (sottomarini nucleari) armati di missili balistici, 27 sottomarini nucleari con armi missilistiche e siluranti, 19 sottomarini diesel-elettrici (sottomarini diesel-elettrici) armati di "Calibers", 8 sottomarini nucleari speciali e 1 sottomarino diesel-elettrico per usi speciali. Il 1 luglio di quest'anno uno di loro è avvenuto un incidente e, solo grazie al coraggio dell'equipaggio, non l'abbiamo perso. Per fortuna, è successo di nuovo nel Mare di Barents alla vigilia del prossimo anniversario dell'affondamento di Kursk. In linea di principio, non ci sono molti incidenti di questo tipo nel mondo. Dal 1945, almeno 10 sottomarini sono affondati: 3 - USA, 5 - USSR, 2 - RF. Da allora, sono state registrate più di 180 emergenze, la maggior parte delle quali coinvolge sottomarini americani e sovietici. Il 1 luglio si è verificata un'altra emergenza, che potrebbe concludersi con la perdita della nave, ma l'equipaggio l'ha difesa a costo della propria vita.

Era un sottomarino nucleare top secret AC-31 del progetto 10831, formalmente assegnato alla flotta settentrionale, alla 29a brigata di sottomarini separata (con sede a Olenya Bay, il distretto amministrativo di Gadzhievo, regione di Murmansk), ma allo stesso tempo subordinato alla Direzione principale della ricerca in mare profondo ( GUGI, unità militare n. 45707, Peterhof), che non deve rendere conto al comando della Flotta del Nord, ma direttamente al Ministro della Difesa. In poche parole, è l'intelligence navale. Non sorprende che si sappia molto poco sulle persone che prestano servizio sull'AS-31. Questo testo ha lo scopo di far luce su di loro e sulla loro prodezza d'armi.

Лодка


Contrariamente alle informazioni circolate su Internet, il dispositivo interessato porta l'indice AS-31 e non l'AS-12, come è stato annunciato in precedenza, ma qual è la differenza - anche gli esperti non possono spiegare. Il loro vettore è lo stesso sottomarino nucleare BS-136 "Orenburg" del progetto 09786 (secondo altre fonti, non lo è più, ma il sottomarino nucleare BS-64 "Podmoskovye" del progetto 09787 e BS-136 "Orenburg" deve essere cancellato). Inoltre, questa unità nel settembre 2012 ha preso parte alla spedizione di ricerca "Arctic-2012", durante la quale ha raccolto campioni di suolo e roccia a una profondità di 2500-3000 metri per 20 giorni. Quindi per la prima volta il mondo intero ha appreso della sua esistenza. È stato lui a estrarre campioni dalle parti settentrionale e meridionale della cresta di Mendeleev, dopo aver studiato quali esperti sono giunti alla conclusione che le rocce sono identiche alla base delle Isole della Nuova Siberia. Questa è diventata la prova documentaria delle affermazioni della Federazione Russa di espandere la sua esclusiva economico zone dell'Artico e la prova che 1,2 milioni di mq. km di territori sottomarini - una naturale continuazione della sua piattaforma continentale. E poiché la partecipazione a questa spedizione è attribuita a entrambi i dispositivi, se ne può concludere che si tratta dello stesso dispositivo. Un'altra conclusione ovvia che deve essere fatta per evitare interpretazioni errate è che la nave da trasporto non è stata coinvolta in questo incidente, poiché l'incidente è avvenuto nelle acque territoriali esclusive della Federazione Russa all'uscita dalla baia di Kola, dove AS-31 (AS-12) è arrivato da solo. Tutto il resto è coperto dall'oscurità sotto la voce "top secret", perché l'apparato interessato è top secret e completamente unico. Non ci sono analoghi simili né nel nostro paese né nel mondo. Il tema delle stazioni di acque profonde è generalmente uno dei più segreti in Russia, così come l'attività della Direzione principale della ricerca in acque profonde del Ministero della difesa in generale.

È noto solo da fonti aperte che ci sono solo due tipi di veicoli per acque profonde nel mondo: un batiscafo e una batisfera. Ma l'apparato del tipo AS-12 (AS-31) non è né l'uno né l'altro, e questa è la sua unicità. L'AS-12 (AS-31) è un sottomarino nucleare d'altura (secondo la classificazione navale russa ufficiale - una stazione nucleare d'alto mare di 1 ° grado del Progetto 10831 "Kalitka"), in grado di immergersi fino a una profondità di 6000 metri, che è diventato un ulteriore sviluppo dei progetti di stazioni nucleari di acque profonde 1910 "Capodoglio" e 1851 "Halibut". Finora esiste una sola copia. Tutti gli altri analoghi che compaiono nel bilancio del GUGI non sono adatti a lei. Non porta armi, perché nelle profondità in cui cammina, semplicemente non c'è nessuno con cui combattere. E questo non è ciò a cui è destinato; a una profondità in cui può sdraiarsi, è invisibile ai sottomarini nemici, ma può condurre di nascosto la sorveglianza dalla profondità. Strutturalmente, è comunque più vicino alla batisfera. Il dispositivo è costituito da diversi compartimenti in titanio: sfere, in una delle quali è isolata una centrale nucleare. I vani sono collegati tra loro da passaggi. Le sfere consentono alla stazione di resistere alla pressione critica per una barca convenzionale, progettata come un cilindro allungato. Grazie a ciò, l'alloggiamento robusto è in grado di resistere alla pressione dell'acqua a profondità molto elevate. Una sequenza di sette palline, chiuse da uno scafo aerodinamico, usuale per una barca, ha dato origine al soprannome di "Losharik".

In modalità operativa, il Losharik si muove e manovra, essendo fissato rigidamente al fondo della nave madre, con un sottomarino di cilindrata molto più grande e completamente armato. Ciò consente all'AS-12 (AS-31) di rimanere "nell'ombra sonora" di una grande nave e di operare inosservato. Si scopre che un potenziale nemico nelle sue stazioni sonar sente solo una grande barca. E il lavoro di "Losharik" è praticamente impercettibile. Inoltre, l'armamento della nave madre protegge anche la stazione. Si ritiene che la stazione AS-12 sia equipaggiata con una propria nave subordinata - il mini-sottomarino "Rus", che ha una profondità conquistata di 6180 metri dietro le sue spalle. Nel 2015, un apparato simile della stessa unità militare 45707, come parte di un equipaggio di idronauti - test kaperangs Boev, Kuzmichev e vice-ammiraglio Kurganov, si è immerso a questa profondità nelle acque dell'Atlantico centrale e ha condotto ricerche lì con una durata totale di 10 ore, per le quali Nel 2016, con un decreto chiuso del Presidente della Federazione Russa, a tutti e tre è stato assegnato il titolo di Eroi della Federazione Russa. E in soli 43 anni di esistenza dell'unità militare 45707, ventisette dei suoi ufficiali, senza partecipare alle ostilità, ricevettero il titolo di Eroe dell'Unione Sovietica e della Russia. La concentrazione di Heroes è maggiore solo nel corpo dei cosmonauti. Ora capisci di cosa hanno così paura i rappresentanti della NATO, chiamandoli l'avanguardia dei sabotatori sottomarini russi. E sebbene le caratteristiche tecniche dell'AS-12 (AS-31) siano classificate, gli esperti del Pentagono affermano che si tratta di un "dispositivo di sabotaggio" per l'installazione di dispositivi con l'obiettivo di distruggere varie infrastrutture sottomarine, principalmente cavi di comunicazione. A loro avviso, in caso di conflitto globale, AS-12 può minare seriamente il funzionamento di Internet, distruggendo i principali cavi di comunicazione tra i continenti. Beh, sicuramente lo sanno meglio. Sappiamo solo che l'AS-12 (AS-31) è forse il sottomarino più invulnerabile e silenzioso della flotta russa. Ad una certa velocità e profondità, può essere praticamente invulnerabile ai sistemi idroacustici di un potenziale nemico, il che gli consente di risolvere i compiti più difficili nell'intera area acquatica degli oceani del mondo.

La centrale nucleare in acque profonde AS-12 è stata progettata presso il Malakhit Central Design Bureau. Capo progettista - Eroe della Russia Yu. M. Konovalov. Non ci sono dati sulla data esatta del segnalibro, ma è noto che nell'agosto 2003 è stato rimosso dallo scalo di alaggio dell'officina n. 42 di Sevmash (Severodvinsk) e alla cerimonia era presente il Comandante in capo della Marina Vladimir Kuroedov. Le caratteristiche e le capacità della stazione sono avvolte nel mistero, ma è noto in modo affidabile che è dotata di attrezzature per lavorare a grandi profondità e ha proprietà che possono essere richieste non solo dal Ministero della Difesa, ma anche nell'interesse della scienza, dell'oceanografia e persino dell'estrazione mineraria.

Dislocamento superficiale: tonnellate 1600
Dislocamento subacqueo: tonnellate 2100
Velocità in immersione: fino a 30 nodi
Profondità di immersione (di lavoro): 1000 metri
Autonomia di nuoto: secondo varie fonti da 3 a 30-60 giorni
Lunghezza: metri 69
Larghezza: 7 metri
Immersione: metri 5,1
Centrale elettrica: reattore nucleare E-17 con PPU e turbo-riduttore con una potenza nominale all'albero di 15mila hp.
Armamento: assente
Equipaggio: 25 persone (tutti gli ufficiali).

Secondo una stima approssimativa di The Bell, il costo del complesso, insieme al sottomarino nucleare - vettore, può arrivare fino a 1,5 miliardi di dollari. L'URSS aveva già esperienza nella costruzione di sottomarini nucleari in titanio. 7 aprile 1989, un altro segreto del titanio: il sottomarino nucleare sperimentale K-278 "Komsomolets", precedentemente noto nella Marina come "pesce rosso", a causa del costo mostruoso e ha stabilito l'attuale record mondiale di sommersione di una nave da guerra a 1027 m, affondò a causa di un incendio. Poi morirono 42 marinai su 69. Ora si trova sul fondo del mare di Norvegia, non lontano dall'Isola degli Orsi, insieme a un reattore smorzato e un paio di testate nucleari. Nessun altro al mondo ha costruito navi in ​​titanio. AS-12 (AS-31) è il primo tentativo riuscito della Federazione Russa in questa direzione. Le sue ridotte dimensioni sono dovute al costo estremamente elevato dei materiali utilizzati e ai compiti che è progettato per risolvere. Pertanto, è comprensibile il motivo per cui l'equipaggio non ha esitato un secondo quando ha deciso di salvarla a costo della propria vita.

fuoco


Secondo il rapporto del comandante in capo della Marina Nikolai Evmenov, che ha guidato la commissione per le indagini sull'incidente, il ministro della Difesa Sergei Shoigu, la causa dell'emergenza è stata un incendio nel vano batteria della barca. L'equipaggio ha adempiuto al proprio dovere fino alla fine, combattendo per la sopravvivenza della nave, a costo della propria vita ha salvato il veicolo e gli altri membri dell'equipaggio dalla morte, ha chiuso i portelli e ha localizzato l'incendio nei compartimenti di lavoro. L'ultima cosa che sono riusciti a fare per i sopravvissuti è stata mettere il dispositivo in modalità emergente.

La causa dell'incendio alla stazione di acque profonde di Losharik potrebbe essere stata un cortocircuito in uno dei quadri, che ha provocato un incendio nella guaina dei cavi o olio del trasformatore e fumo nei compartimenti. La maggior parte degli idronauti si stava riposando in questo momento e non ha avuto il tempo di utilizzare l'IDA (autorespiratore individuale). Di conseguenza, solo un orologio da cinque uomini che ha assunto l'ultimo turno della giornata è sopravvissuto: sono riusciti a localizzare la propagazione del fuoco e sollevare la stazione.


È chiaro che nessuno ci dirà la vera immagine. Tutto quanto detto sopra e sotto è solo una versione, ma una fonte vicina al distaccamento degli idronauti. In un'intervista con la pubblicazione "Kommersant" a condizione di anonimato, ha detto che l'emergenza all'AS-31 è avvenuta lunedì scorso alle ore 21 circa. A quel tempo, la stazione stava effettuando missioni di combattimento presso il campo di addestramento della flotta settentrionale, situato nell'area in cui la baia di Kola lascia il mare di Barents. Allo stesso tempo, i marinai prestavano servizio secondo la solita routine per la campagna: alle 19, ora di Mosca, il terzo turno di idronauti avrebbe dovuto cenare, e alle 20:00 al posto centrale dell'AS-31, l'orologio doveva cambiare: gli ufficiali che erano stati in servizio per 4 ore andarono a riposare, e il loro il posto è occupato dall'ultimo turno della giornata, che dovrebbe far funzionare la stazione fino a mezzanotte. Pertanto, la maggior parte del personale dell'AS-31 lunedì sera doveva trovarsi nel cosiddetto compartimento "residenziale" della stazione, separato dai compartimenti di servizio e dalla posta centrale da apposite paratie. In questo momento, presumibilmente, si è verificato un cortocircuito in uno dei numerosi quadri di distribuzione elettrica AC-31, che ha provocato un incendio e fumo nei compartimenti. L'orologio in servizio, forse, era un po 'in ritardo con la sigillatura dello scompartimento e i turni di riposo - con l'inclusione in un respiratore portatile. Secondo la carta, ogni subacqueo è obbligato a tenere sempre questo dispositivo, permettendogli di rimanere in una stanza fumosa per circa 20 minuti, con lui. Durante questo periodo, l'idronauta, come concepito dal produttore, anche nella situazione più difficile, sarà in grado di trovare uno degli attacchi del sistema di respirazione stazionario, fornendo aria fresca dalle riserve delle bombole, e collegarsi ad esso. Tuttavia, per qualche ragione, i marinai non usavano né l'uno né l'altro sistema.

Nel frattempo, il fumo dalla guaina del cavo in fiamme, secondo la fonte, è in grado di inabilitare una persona in pochi secondi.

Per perdere conoscenza in uno spazio ristretto, bastano pochi respiri

- è convinto.

Così, pochi minuti dopo l'inizio della fumata, solo il turno di servizio al posto centrale apparentemente continuò a lottare per la sopravvivenza della barca. Questi quattro ufficiali hanno organizzato l'ascesa dell'AS-31, cosa difficile da fare nella situazione attuale.

Lo specialista civile, come già sappiamo dal rapporto del ministro della Difesa, ha tirato fuori dai compartimenti in fiamme (questo è stato fatto dal capitano del 2 ° grado Soloviev, dopo di che è tornato dai suoi compagni combattendo per la sopravvivenza della nave), e il civile si è unito al turno di riposo situato nel residenziale scomparto AS-31. Questi sei sono sopravvissuti, e ora con vari gradi di gravità dell'avvelenamento da monossido di carbonio si trovano nell'ospedale militare di Severomorsk (due sono in terapia intensiva). Il capitano Solovyov ei suoi compagni non ebbero solo pochi minuti per scappare, ma fecero quello che potevano e morirono come eroi. La profondità del mare di Barents nella zona della discarica è piuttosto bassa - entro i 200 m Tuttavia, la procedura di risalita con tutte le operazioni dura circa dieci minuti. Questi minuti, ovviamente, si sono rivelati fatali per 14 idronauti, che hanno ricevuto un grave avvelenamento con prodotti della combustione.

Ma mentre questa è solo una versione di quanto accaduto, sarà possibile parlare delle cause esatte dell'incidente solo dopo aver svolto le necessarie azioni investigative a bordo dell'imbarcazione ferita, intervistando i partecipanti sopravvissuti alla campagna ed effettuando gli esami necessari in questi casi. Gli incendi, in linea di principio, avvengono sui sottomarini e l'equipaggio, a quanto pare, dovrebbe essere ben preparato per sopravvivere e combattere l'incendio, ma per qualche motivo dieci idronauti soffocati non sono stati in grado di utilizzare l'IDA, che hanno dovuto portare con sé tutto il tempo, o collegarsi a una fonte di gasdotto pulito aria come da istruzioni in caso di incendio a bordo. L'indagine dovrebbe rispondere a questa domanda.

Ora, secondo Gazeta.ru, la stazione nucleare di acque profonde è stata rimorchiata alla base nella baia di Yagelnaya (Gadzhievo). Allo stesso tempo, secondo le informazioni ufficiali, il veicolo d'altura si trova nella base navale di Severomorsk.

equipaggio


С tecnico l'abbiamo capito, ora parliamo di persone. È già chiaro che l'equipaggio eroicamente morto apparteneva a un gruppo di persone completamente chiuso, chiamato idronauti nel loro ambiente ristretto. Differiscono anche dai sottomarini, proprio come i cosmonauti differiscono dai piloti collaudatori, solo il loro cerchio è molto più ristretto e la selezione è più rigorosa di quelli del corpo dei cosmonauti (quindi non ci sarebbero rappresentanti offensivi di questa leggendaria professione qui).

Gli ufficiali morti appartenevano all'élite della marina. Forze speciali del mare profondo. Completamente unici nel loro genere, ce ne sono meno sulla Terra che cosmonauti e risolvono problemi simili, solo non nello spazio, ma sott'acqua. E se nello spazio si deve combattere l'assenza di gravità, allora qui con una pressione frenetica, per mesi vivere in una camera a pressione e respirare una miscela di ossigeno ed elio, da cui le narici si uniscono. Tali specialisti sono stati formati per anni, se non decenni. Dopo essersi diplomati alla scuola navale, vengono sottoposti a una selezione speciale, quindi a una formazione speciale. Hydronauts - conquistatori dei mari. Si tuffano in profondità cieche e fredde, dove è buio e fa freddo. Sono preparati per una lunga permanenza a centinaia di metri sott'acqua in speciali camere a pressione e c'è meno spazio che sulla ISS. Lì servono persone d'acciaio molto speciali e la concorrenza è più alta che nel corpo dei cosmonauti. Di seguito fornirò un elenco delle vittime con tutte le insegne e capirai tutto da solo. In effetti, il 1 ° luglio, abbiamo perso il meglio, il colore e l'orgoglio della Marina (sottomarini ereditari, rappresentanti delle dinastie navali, Eroi della Federazione Russa nella seconda generazione sono morti lì):

1. DOLONSKY Denis Vladimirovich - Eroe della Russia, capitano 1 ° grado, 46 ​​anni. È nato a Leningrado. Si è anche laureato alla Scuola Superiore Navale di Immersione intitolata a V.I. Lenin Komsomol. Sposato. Padre di due figli. Comandante della stazione nucleare d'alto mare AS-31 (AS-12). Servito su di esso dal momento in cui è stato lanciato. Sposato. Premiato: la medaglia Gold Star dell'Eroe della Federazione Russa, l'Ordine del Coraggio, l'Ordine al Merito Militare, l'Ordine al Merito Marino, la Medaglia al Merito alla Patria, 2 ° grado. Ha ricevuto il titolo di Eroe della Russia nel settembre 2016 per i suoi servizi nello studio dell'Artico e dell'Antartico con un decreto chiuso del Presidente della Federazione Russa.

2. FILIN Nikolay Ivanovich - Eroe della Russia, capitano del 1 ° grado, 57 anni. Nato nel villaggio di Krasilovo, nella regione di Novgorod. Laureato presso la Facoltà di Centrali Nucleari della Scuola Superiore di Ingegneria Navale intitolata a V.I. Dzerzhinsky. La sua famiglia è rimasta a Lomonosov: una moglie, due figli. Cavaliere della medaglia Stella d'Oro dell'Eroe della Federazione Russa, tre Ordini di Coraggio, Ordine al Merito Militare e Medaglia al Coraggio. È stato insignito del titolo di Eroe della Russia con Decreto del Presidente della Federazione Russa nel giugno 2018 per aver portato a termine un compito particolarmente importante e per aver dimostrato coraggio e alta professionalità. La stella d'oro dell'eroe della Federazione Russa gli è stata presentata al Cremlino il 27 giugno 2018 dal presidente russo Vladimir Putin personalmente.

3. ABANKIN Vladimir Leonidovich - capitano del 1 ° grado, 49 anni. È nato in Crimea. Laureato presso la Scuola Superiore di Ingegneria Navale di Sebastopoli. Ha vissuto a Pushkin, cresciuto con sua moglie, insegnante di due figlie. Premiato: l'Ordine del coraggio, la medaglia "Per i servizi alla Patria, 1 ° grado", la medaglia "Per i servizi alla Patria, 2 ° grado", la medaglia Ushakov.

4. VOSKRESENSKIY Andrey Vladimirovich - capitano del 1 ° grado, 47 anni. È nato a Sebastopoli. Laureato presso la Facoltà di Centrali Nucleari dei Sottomarini della Scuola Superiore di Ingegneria Navale di Sebastopoli. Sua moglie e sua figlia vivono a San Pietroburgo. Provengono anche da una famiglia navale, suo suocero contrammiraglio Vladimir Bederdinov nel 1979, come parte di un equipaggio SSBN, fece una transizione sommersa intorno alla Terra attraverso lo stretto di Drake fino alla Kamchatka, poi comandò uno stratega sottomarino atomico, poi una divisione di incrociatori sottomarini missilistici strategici della flotta del Pacifico. Andrei non ha vergognato l'onore della sua famiglia, è detentore di tre Ordini di coraggio, l'Ordine al merito militare e la Medaglia al merito alla Patria, 2 ° grado.

5. DANILCHENKO Sergey Petrovich - capitano del 1 ° grado, 36 anni. Nato nella città di Klimov, nella regione di Bryansk. Laureato alla Pacific Higher Naval School. Makarov, ha superato le classi superiori di ufficiali speciali della Marina. A San Pietroburgo ha vissuto con sua moglie e sua figlia. Premiato con: l'Ordine del coraggio, la medaglia "Per i servizi alla Patria, 2 ° grado".

6. IVANOV Konstantin Anatolyevich - capitano del 1 ° grado. Questo è il più sconosciuto degli eroi defunti, con il cognome più comune in Russia, non si è appreso nulla su di lui (né l'età, né il luogo di nascita, né la composizione familiare, né la scuola da cui si è diplomato). Premiato: l'Ordine del Coraggio, l'Ordine al Merito Militare, la Medaglia ai Servizi alla Patria, 1a Classe, Medaglia ai Servizi alla Patria, 2 ° Classe, Medaglia di Ushakov.

7. OPARIN Denis Alexandrovich - capitano del 1 ° grado, 40 anni. Un nativo del villaggio di Olenya Guba, nella regione di Murmansk. Il figlio dell'Eroe di Russia, il capitano di 1 ° grado Alexander Ivanovich Oparin, il comandante della stessa unità militare 45707 a Peterhof, a cui fu assegnato l'equipaggio. Nel 2000, Oparin, un anziano a bordo del Temryuk SRZK, ha preso parte a una spedizione di soccorso sul sito del relitto del sottomarino nucleare K-141 Kursk nel Mare di Barents. Denis ha seguito le orme di suo padre e ha ricevuto l'Ordine del coraggio, la medaglia "Per i servizi alla patria, 2 ° grado", la Medaglia Ushakov.

8. SOMOV Konstantin Yurievich - capitano del 1 ° grado, 48 anni. Nato nella SSR georgiana nella famiglia di un ufficiale di marina. Nel 1992 si è laureato presso la Caspian Higher Naval Red Banner School intitolata a I. Kirov (nell'anno della laurea a causa del crollo dell'URSS è stata ribattezzata Scuola Navale Superiore dell'Azerbaigian). Sua moglie e sua figlia sono rimaste a Pushkin. Cavaliere di tre Ordini di Coraggio, medaglia "Al merito alla Patria, 1 ° grado", medaglia "Al merito alla Patria, 2 ° grado".

9. AVDONIN Alexander Valerievich - capitano 2 ° grado, 44 ​​anni. È nato a Petropavlovsk-Kamchatsky. Laureato alla Pacific Higher Naval School. Makarov. Una famiglia, due bambini sono rimasti a San Pietroburgo. Premiato: l'Ordine del coraggio, l'Ordine al merito militare, la Medaglia Ushakov.

10. SOLOVIEV Dmitry Alexandrovich - capitano del 2 ° grado, 37 anni. Nato nella città di Pochep, nella regione di Bryansk. Laureato presso l'Istituto Militare (Politecnico Navale) del Centro Educativo e Scientifico Militare della Marina di Pushkin. La famiglia vive a San Pietroburgo. Avere un figlio. La moglie aspetta un secondo figlio. Premiato: la medaglia "Per i servizi alla Patria, 2 ° grado", la medaglia "Per il coraggio", la medaglia di Ushakov.

11. VASILIEV Alexander Sergeevich - tenente colonnello del servizio medico, 43 anni. È nato a Leningrado. Nel 1999 si è laureato presso la 4 ° Facoltà dell'Accademia Medica Militare. Kirov a San Pietroburgo. Secondo la distribuzione, è stato mandato a servire nella Flottiglia del Caspio, da lì è arrivato al GUGI. Sua moglie e tre figli vivono a San Pietroburgo. Premiato: la medaglia "Per i servizi alla Patria, 2 ° grado", la medaglia di Suvorov.

12. KUZMIN Viktor Sergeevich - capitano 3 ° grado, 33 anni. Nato nella città di Gadzhievo, nella regione di Murmansk. Laureato al Corpo dei Marines di Pietro il Grande a San Pietroburgo. Figlio dell'eroe della Russia, il vice ammiraglio Sergey Viktorovich Kuzmin. Kuzmin - l'eroe senior della Federazione Russa ha ricevuto per un viaggio senza precedenti al Polo Nord come parte di un gruppo di sottomarini. Dal 15 luglio al 12 agosto 1994, il sottomarino nucleare "B-414" sotto il comando di caperang S. V. Kuzmin, insieme all'incrociatore sottomarino "K-18", sotto il comando del capitano 1 ° grado Yu. I. Yurchenko ha fatto una campagna artica di gruppo , dedicato al 300 ° anniversario della flotta russa, affiorante nel punto geografico del Polo Nord. Il contrammiraglio A. A. Berzin ha guidato la campagna. Il marinaio defunto a San Pietroburgo lascia la moglie e due figli. Victor era uguale a suo padre in tutto, ha ricevuto la medaglia Ushakov.

13. SUKHINICHEV Vladimir Gennadievich - Capitano 3 ° grado, 34 anni. Nato nella città di Vilyuchinsk in Kamchatka. Laureato presso l'Istituto di ingegneria navale di San Pietroburgo. Era sposato, non aveva tempo per avere figli. Ha prestato servizio nel 16 ° squadrone della bandiera rossa dei sottomarini nucleari della flotta del Pacifico, poi nella 29a brigata di sottomarini separata della Direzione principale della ricerca in mare profondo del Ministero della Difesa. È stato insignito della medaglia al coraggio.

14. DUBKOV Mikhail Igorevich - Tenente comandante, 29 anni, il più giovane tra i morti. Nato, come Sukhinichev, a Vilyuchinsk, nel territorio della Kamchatka. Laureato presso l'Istituto Navale di Radio Elettronica. Popov. Anche da una famiglia di sottomarini ereditari. E suo nonno era un sommergibilista, e suo padre era un sottomarino: il contrammiraglio Igor Dubkov, comandava la 7a divisione di sottomarini della flotta settentrionale, ora vice. comandante di divisione delle forze sottomarine della flotta del Pacifico. Ho saputo della morte di mio figlio durante la campagna. Mikhail prende il nome da suo nonno. Non ha cambiato le tradizioni di famiglia - è diventato anche sottomarino, ancor di più - un idronauta, poiché la sua preparazione sportiva glielo permetteva, era un maestro dello sport. Ha vissuto a Murmansk, la famiglia è piccola: sua moglie e una bellezza di due anni - figlia. Una foto del suo incontro con Dmitry Medvedev nel maggio 2014 è rimasta sulla sua pagina del social network. E l'unico amico sul social network è il premier. La pagina è rimasta in rete, ma il ragazzo non c'è più. Destino. Premiato con medaglie dipartimentali del Ministero della Difesa RF.

Il fatto che siano tutti specialisti unici, ognuno dei quali ha più di una complessa spedizione di ricerca nell'Artico con immersioni a profondità estreme, e il fatto che siano tutti eroi eroici, è chiaro e quindi, qui volevo attirare l'attenzione su qualcos'altro. Hai notato che la metà di loro ha dinastie navali e due dei ragazzi hanno padri: sottomarini, Heroes of Russia. E ora ci sono due eroi in una famiglia: un padre e un figlio (postumo). Che ci sono tre dei 14 - tre Ordini di Coraggio e altri sei - uno ciascuno. E tutto questo su un sottomarino, in una squadra di 14 persone! E l'Ordine del coraggio, posso dirvi, si distingue nella lista dei premi statali. A lui, oltre che alla medaglia "For Courage", un atteggiamento speciale. Questi sono gli unici premi nell'elenco dei premi statali che lo Statuto può duplicare, ad es. consegnarne più di uno. Sai quanti titolari di tre o più Ordini di Coraggio in Russia in questo momento? Ce ne sono solo 31 e altri cinque hanno 4 ordini. E di questi 31, tre sono finiti in AS-31. Come ti piace questa circostanza? E secondo il regolamento sull'ordine di assegnazione, le persone premiate con tre Ordini di coraggio, quando eseguono un'altra impresa o altro atto coraggioso e altruistico, possono essere nominate per il titolo di Eroe della Federazione Russa.

Ora capisci perché, con il decreto del presidente della Federazione Russa del 5 luglio 2019, il titolo di Eroi della Federazione Russa è stato assegnato ai capitani del 1 ° grado Andrei Voskresensky e Konstantin Somov? Avevano già tre Ordini di coraggio e il successivo dava automaticamente il titolo di Eroe. Ma il caperang Nikolai Filin aveva già il titolo di Eroe della Federazione Russa, quindi è stato insignito dell'Ordine del Coraggio (postumo) e si è unito ai ranghi dei detentori di 4 Ordini di Coraggio, diventando il sesto di questa lista, anch'essa molto onorevole. Perché dal 2010, dopo la riforma del presidente Medvedev, sono stati aboliti i titoli di due volte Eroi della Federazione Russa. In generale, le stelle sono state abolite, sostituite da croci, è rimasta solo una stella: la "Stella d'oro" dell'eroe della Federazione Russa, e può essere assegnata solo una volta nella vita. Due o tre volte gli Eroi sono caduti nell'oblio. È rimasto nel passato. Forse è giusto, l'eroe non può essere l'eroe due o tre volte, l'eroe è già un eroe.

A proposito, dalla lista dei morti, altri due hanno ricevuto eroi della Federazione Russa: il capitano 1 ° grado Denis Oparin e il capitano 2 ° grado Dmitry Soloviev. E se tutto è chiaro con Solovyov: ha tirato fuori il civile e ha chiuso il portello, quindi Denis Oparin non poteva ottenere l'Eroe con la macchina automatica, aveva solo un Ordine del coraggio. Ciò significa che sono stati loro, insieme a Solovyov, che hanno eseguito tutte le azioni per salvare la nave, e a costo della loro vita non l'hanno lasciata andare in fondo, salvando sia la nave che i membri dell'equipaggio sopravvissuti. Non escludo che Somov e Voskresensky facessero parte di questo turno, che ha continuato a combattere il fuoco per la sopravvivenza della nave, e quando i compartimenti sono stati aperti, è diventato chiaro chi è riuscito a usare l'IDA e chi no. Ma questa versione non si adatta alle informazioni che inizialmente avrebbero assegnato a tutti i membri dell'equipaggio gli Ordini di coraggio (postumo) e ne avrebbero presentato uno all'Eroe. E chi era questo, Shoigu annunciò immediatamente durante il suo rapporto al presidente, dicendo che il capitano del 2 ° grado Soloviev condusse il civile fuori dalla zona del fuoco e del fumo, e chiuse personalmente il portello di passaggio dall'interno, localizzando così l'incendio nei compartimenti di lavoro. Quelli. infatti, a costo della vita, salvò la nave. Ma per me personalmente, tutti gli eroi morti, indipendentemente dai premi.

A proposito, ho anche notato per me tre vincitori della medaglia "For Courage", anche un premio molto speciale nella lista dei premi statali, particolarmente onorevole tra le persone che hanno servito la Patria. È stata premiata con il capitano Filin, il capitano 2 ° grado Soloviev e il capitano 3 ° grado Sukhinichev. Questo è un segno di coraggio speciale. E nel caso di Solovyov, che è diventato l'Eroe della Federazione Russa (postumo), questo non mi sorprende affatto. E un altro premio molto raro era presente per i nostri eroi caduti: i sottomarini. Sei di loro avevano le medaglie di Ushakov. È noto sin dalla guerra, dal 1944, quando fu istituito insieme alla medaglia Nakhimov per premiare i ranghi, i sottufficiali e gli ufficiali di mandato della Marina e le unità navali delle truppe di confine per il coraggio personale e il coraggio. Allora molti marinai e capisquadra l'hanno ricevuto. Ma dopo il 1994, la medaglia di Nakhimov fu abolita e la medaglia di Ushakov iniziò ad essere assegnata al corpo degli ufficiali, e in modo molto selettivo. Per 15 anni poche persone lo hanno ricevuto. Una ricompensa molto rara. E sei di loro sono finiti su questa barca, i capitani Abankin, Oparin e Ivanov, i capitani del 2 ° grado Avdonin e Soloviev, nonché il capitano del 3 ° grado Kuzmin - detentori di queste medaglie, tra l'altro, i primi quattro di loro sono anche titolari degli Ordini del Coraggio. Tutto ciò suggerisce che nell'equipaggio di questo sottomarino nucleare più piccolo è stato raccolto il colore della marina russa.

E un'altra cosa che ho notato. In un incontro tra Putin e il ministro della Difesa Shoigu il 2 luglio, ha annunciato la cifra che dei 14 uccisi, sette capitani di 1 ° grado, due eroi della Russia e tutti i morti erano specialisti di classe altamente professionisti. E questa è una grande perdita per la flotta e per l'intero esercito nel suo insieme. Apparentemente, Putin era male informato, ma i capitani del 1 ° grado sull'AS-31 non erano sette, ma otto. Letteralmente due settimane prima della tragedia del 14 giugno, il Capitano di 2 ° grado Sergei Danilchenko è stato promosso a Capitano di 1 ° grado. Conosci molti caperang a 36 anni?

Un numero così elevato di alti ufficiali su una nave di 69 x 7 metri con un equipaggio di soli 20 non dovrebbe sorprendere. Sì, in termini di numero di caperang, ha superato un incrociatore porta-aerei pesante, come il TAVKR "Admiral of the Fleet of the Soviet Union Kuznetsov" con un equipaggio del 1980, con solo 520 ufficiali. Ma non dimenticare che entrambe sono navi di 1 ° grado e il suo grado non è determinato dalle dimensioni della nave, ma dai compiti che risolve. Quali compiti stava risolvendo l'AS-31 è evidente dal fatto che la commissione per indagare sulle cause del suo incidente era guidata non nemmeno dal comandante della flotta del nord, Alexander Moiseev, ma personalmente dal comandante in capo della marina Nikolai Evmenov. La nave è stata classificata e ha risolto compiti di importanza nazionale. La sua stessa esistenza divenne nota solo dopo l'incidente. E se non fosse stato per la morte dell'equipaggio, non avremmo mai saputo nulla al riguardo. E l'equipaggio era lì, puoi già vedere, eroico, così tante dinastie navali difficilmente possono essere trovate su nessuna nave della Marina russa, e ha risolto compiti molto speciali. E in termini di densità degli Eroi della Russia per un metro quadrato dell'area della nave, questa nave può competere con la stazione spaziale orbitante.

In effetti, l'AS-12 (AS-31) era una stazione spaziale nucleare, solo sott'acqua, e gli idronauti sono gli stessi cosmonauti, solo quelli di acque profonde. Non sei sorpreso che i comandanti dei veicoli spaziali e gli ingegneri di volo siano tutti colonnelli e tenenti colonnelli delle forze aerospaziali che volano nello spazio: un veicolo spaziale è una cosa complicata, non puoi fidarti di tutti. Qui è la stessa situazione, l'equipaggio era composto secondo la tabella del personale, il che significa che TALI attrezzature e compiti di TALE complessità potevano essere affidati solo ad ufficiali superiori. Solo il distaccamento degli idronauti è più piccolo del distaccamento dei cosmonauti, e come risultato di questa tragedia abbiamo perso l'intera élite, il colore della flotta d'altura russa. I ragazzi hanno adempiuto al loro dovere fino alla fine, in condizioni di combustione all'aperto, in volumi estremamente ridotti dell'apparato di ricerca, sono stati in grado di far fronte al fuoco, ripristinare la controllabilità dell'apparato e garantire la risalita. Sono tutti eroi per noi! Cos'altro posso dire? Restiamo in silenzio ...
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. amor Офлайн amor
    amor (Interesse) 8 luglio 2019 13: 44
    -9
    Sulla stampa è balenato che le vittime hanno impedito una catastrofe di scala planetaria, il che implica che stavano preparando questa catastrofe, ma è esplosa e ha eliminato i sabotatori! Il fatto stesso che così tante caprases e capdva siano state raccolte in un unico posto suggerisce che avevano in programma di fomentare il cattivo nobile, ma Dio non è un frate, vede lepri e le manda all'inferno, come promesso!
    1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 8 luglio 2019 14: 33
      +7
      Perché non ti ha mandato lì, sei più istruito, il nostro Washingtoniano ?! Dagli una catastrofe, vedi! Sapete che cos'è un reattore nucleare o non viene insegnato a Washington? Sai come può sbattere? Sicuramente non lo troverai abbastanza! Che tipo di lepri vede il tuo Dio? Hai un dollaro di Dio, cosa può vedere finalmente, oltre all'inflazione?
    2. Conn Офлайн Conn
      Conn (Сonn) 10 luglio 2019 12: 03
      +5
      I tuoi amici di Fashington stanno confondendo cose brutte e non macchiare i marinai morti con la tua lingua sporca!
      1. Il commento è stato cancellato
  2. il candidato Офлайн il candidato
    il candidato (candidato) 8 luglio 2019 18: 38
    +3
    La squadra navale è morta
    Salvataggio della barca dalle profondità.
    14. Squadra extra.
    Tutti gli eroi. Tutto come uno.

    Sono entrati nella santa eternità
    Non tutti sono portati lì.
    Solo quelli le cui anime sono rare
    Finché ricordiamo - vivono tutti ...
  3. bratchanin3 Офлайн bratchanin3
    bratchanin3 (Gennady) 9 luglio 2019 14: 29
    +2
    Se la barca non è visibile a quella profondità, allora la barca stessa è cieca e sorda in profondità? Se il nostro equipaggio potesse eseguire qualsiasi azione e navigare nello spazio, allora abbiamo tali dispositivi che ci consentono di lavorare a tali profondità. Bravo!
  4. ehanatone Офлайн ehanatone
    ehanatone 9 luglio 2019 21: 40
    +3
    Saiki come te insegue questa bufera di neve sulla stampa ...
    In realtà, le torte ora sono questa stampa ...
  5. 2534 Офлайн 2534
    2534 31 luglio 2020 08: 30
    -2
    Si ritiene che la stazione AS-12 sia dotata di una propria nave subordinata - il mini-sottomarino "Rus"

    ingannare Questa è ALLEVATA "tecnica" e ACHINEA di una "aFtora" assolutamente incompetente e tecnicamente analfabeta lol - e tale TUTTO questo analfabeta OPUS.