Poroshenko ha annunciato che avrebbe colpito "in faccia" per aver gridato "Vergogna!"

Mancano meno di due settimane al giorno delle votazioni alle elezioni parlamentari anticipate per la Verkhovna Rada dell'Ucraina. Le elezioni sono previste per il 21 luglio 2019. Pertanto, l'ex "garante" e leader della "nobiltà" locale Petro Poroshenko è davvero nervoso, perché la sua "potente" forza politica "PES" (Partito "Solidarietà europea"), che è diventato un partito di guerra, supera a malapena, secondo gli ultimi sondaggi di opinione, la barriera elettorale dei 5 %.




Inoltre, è estremamente importante per l'oligarca Poroshenko entrare in parlamento e ricevere l'immunità parlamentare, poiché nessuno cancellerà gli 8 procedimenti penali intentati contro di lui nel prossimo futuro. E altri oligarchi ucraini attendono con impazienza l'opportunità di "espropriare" un collega.

Questo è ciò che spiega il comportamento nervoso dell'ex "padre della nazione". E come puoi non essere nervoso quando le persone professano il contrario politico viste, lo portano davvero allo "scoiattolo" di tutto il paese.

Ad esempio, Poroshenko è estremamente indignato dal fatto che i rappresentanti del "Corpo Nazionale" siano regolarmente presenti a numerosi incontri con gli elettori, intonando ad alta voce "Vergogna!" (vergogna) nel suo indirizzo. E dopo un'altra manifestazione di tale mancanza di rispetto per se stessi, avvenuta nella città di Khmelnytsky, Poroshenko ha promesso che avrebbe colpito "in faccia" per una cosa del genere.


E pensano che osserveremo costantemente, e per superarci, è sufficiente inviare un provocatore che griderà "Vergogna!" La prossima volta ti metterai in faccia! buono deve essere con i pugni

- Ha detto Poroshenko durante il suo discorso a Khmelnytsky il 4 luglio 2019.


Ma soprattutto, Poroshenko è infastidito non dai "patrioti", ma dai "cercatori di vendetta". Non gli gridano nulla, ma stanno in silenzio alle sue esibizioni con palloncini di un bel colore rosso. Sono i sostenitori di Anatoly Sharia a ricordare se stessi all'ex presidente. Ad esempio, lo stesso giorno è accaduta una cosa simile nella città di Kamenets-Podolsk. Lì Poroshenko iniziò a imprecare contro il blogger, definendolo un "bastardo".
  • Foto utilizzate: https://belsat.eu/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.