La Russia rischia di punirsi

Con gli Stati Uniti e l'Unione Europea che continuano a stringere il cappio delle sanzioni intorno alla Russia, il paese si trova di fronte a una domanda molto difficile: cosa opporsi a tali attacchi ostili?




Una delle misure in relazione alle sanzioni occidentali è stata proposta dal presidente della Duma di Stato russa, Vyacheslav Volodin. Sta nel fatto che le società che operano sul territorio russo e allo stesso tempo aderiscono a sanzioni anti-russe possono essere punite. Per alcuni uomini d'affari che impongono sanzioni all'estero al di sopra della legge russa, la responsabilità può anche essere penale.

In Russia, dobbiamo vivere secondo le leggi russe

- ha sottolineato Volodin durante un incontro con esperti e rappresentanti degli ambienti economici.

Uno degli esempi specifici di come esattamente le aziende rispettino le sanzioni anti-russe occidentali è il rifiuto di lavorare sul territorio della penisola di Crimea. Questo è esattamente lo stesso territorio inalienabile della Russia, ad esempio, della regione di Mosca o del territorio di Krasnodar. Ma i residenti della Crimea stanno vivendo molti problemi a causa della mancanza di molti servizi disponibili in altre regioni russe. Ad esempio, in Crimea non esiste un unico ufficio di rappresentanza di Sberbank. Molte catene di vendita al dettaglio si rifiutano di lavorare negli insediamenti della Crimea. Ci sono difficoltà associate alla fornitura di servizi mobili. Pertanto, a causa dei timori di molte aziende di cadere sotto sanzioni, la Crimea rimane un "territorio speciale" anche quattro anni dopo la riunificazione con la Russia.

Se si attua l'iniziativa di Volodin, il management di queste società dovrà scegliere tra due rischi: cadere in misure restrittive estere o finire sul banco degli imputati.

A rigor di termini, ci sono tutte le ragioni per accusarli di violare le leggi russe. È stato negli anni '90 del secolo scorso, nella Russia umiliata di Eltsin, che la legislazione internazionale è stata posta più in alto di quella nazionale. Tuttavia, il 15 dicembre 2015, il presidente russo Vladimir Putin ha eliminato questa triste eredità degli anni '90. Ha firmato una legge secondo la quale la Corte costituzionale può invalidare le decisioni dei tribunali internazionali se contraddicono la Costituzione della Federazione Russa. Cioè, la priorità della legislazione russa è stata ripristinata.

Tuttavia, attualmente non vi è alcuna responsabilità per quanto riguarda le sanzioni anti-russe per le imprese. Ciò consente a numerose società russe di discriminare la Crimea.

L'editorialista del giornale "Vzglyad" Anton Krylov ha espresso l'opinione che non vale la pena sostenere l'iniziativa di Volodin. Ha osservato che se le aziende operano in Crimea nonostante le sanzioni statunitensi e dell'UE, perderanno i finanziamenti esteri. Inoltre, non potranno quotare le loro azioni in molte borse estere, né condurre alcuna economico attività negli USA, nei paesi dell'Unione Europea e in alcuni altri paesi.

Sorge la domanda: cosa è più redditizio per le società di proprietà statale e per lo stato in quanto proprietario: la stretta aderenza a tale legge o la capacità di continuare a lavorare in mercati occidentali ricchi e promettenti?

–Scrivi l'autore dell'articolo.

Ha aggiunto che lo stesso problema si trova ad affrontare gli investitori stranieri. Ha citato Siemens come esempio. Nonostante il fatto che le sue turbine siano finite in Crimea, la compagnia ha costantemente espresso preoccupazione per le azioni russe. Pertanto, non deve affrontare alcuna restrizione. Se la legge proposta da Volodin viene adottata, Siemens (e altre organizzazioni) dovranno fare una scelta: o fornire i propri prodotti senza alcuna restrizione, o cessare completamente le loro attività in Russia.

In un articolo sul sito web di Vzglyad, l'autore mette in guardia le autorità russe dal “spararsi ai propri piedi”. La conclusione principale che fa è che l'iniziativa del capo della Duma di Stato necessita di un'attenta considerazione. È necessario studiare tutte le conseguenze per l'economia del Paese. Forse una legge del genere può essere approvata, ma sono necessarie eccezioni alle regole. Oppure non dovrebbero esserci eccezioni, ma chi rifiuta, ad esempio, di lavorare in Crimea, deve pagare una multa, che andrà allo sviluppo delle città della Crimea.

La cosa più importante è calcolare attentamente le conseguenze di ciascuno, sia tattiche che strategiche, e solo dopo prendere decisioni legalmente vincolanti.

- ha riassunto l'esperto.

Resta da aggiungere: c'è buon senso nel suo ragionamento. In effetti, la questione della risposta alle sanzioni straniere è molto importante. In nessun caso la politica estera può essere cambiata sotto la pressione occidentale. In questo caso, sbarazzandoti delle conseguenze economiche delle sanzioni, puoi perdere molto politico sfera. Anche lasciare senza risposta i passi anti-russi non è un'opzione. Allora l'impunità scioglierà ulteriormente le mani degli avversari. La risposta è necessaria, ma deve essere tale che si faccia più danno agli "strangolatori" occidentali che ai loro stessi cittadini.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
    Monster_Fat (Qual è la differenza) Aprile 22 2018 07: 13
    0
    Divertente, però, loro stessi hanno risposto alla loro stessa domanda: "dove è più redditizio?" In un primo momento, hanno aumentato i tassi di prestito, reso la popolazione più povera dei cinesi con stipendi mendicanti, ispezioni aziendali, "controllo della corruzione" sopravvissuto offshore, le regole di fare affari vengono cambiate due volte a settimana, il paese è stato sottoposto a sanzioni e poi sono tormentati dalla domanda: "dove sono i soldi per le aziende è "denaro", e non "nessuno e non serve da nessuna parte" rublo) per guadagnare più redditizio, La risposta è semplice: è più redditizio dove pagano con soldi "veri" e dove puoi essere sul "mercato mondiale" tutto il tempo, senza romperti la fronte cercando di ottenere i contratti una tantum, non sapendo cosa succederà domani, sono più redditizi dove il "gioco" va secondo regole chiare, e non per le tasche di un ufficiale ladro che ha appetito come uno squalo e "sette venerdì a settimana" ..... e tutto questo non in Russia.
  2. The Sparkle Офлайн The Sparkle
    The Sparkle (Andrew) Aprile 22 2018 09: 04
    0
    Citazione: Monster_Fat
    Divertente, davvero ...

    Tutto finito, pro-salipolimeri.)))
    Un'altra ondata di esacerbazione?)))
  3. master2 Офлайн master2
    master2 (Zhora) Aprile 22 2018 10: 35
    0
    "La Corte costituzionale può invalidare le decisioni dei tribunali internazionali" - ad es. La Russia non riconosce il diritto internazionale, ad es. leggi che il mondo intero riconosce! Ebbene, chi collaborerà con la Russia dopo? Di fatto, la Russia è isolata e non ha alleati, è arrivata anche al punto che i membri della difesa collettiva inventata hanno sputato sull'accordo con la Russia - il Kazakistan non ha sostenuto la Russia sulla questione siriana, "Padre" comunica di più con l'Europa. E per le grandi imprese russe, lavorare con la Crimea, DPR-LPR, nonostante le sanzioni, equivale alla morte.
    Conclusione: l'articolo è solo un'altra chiacchierata sul nulla.
  4. The Sparkle Офлайн The Sparkle
    The Sparkle (Andrew) Aprile 22 2018 12: 00
    +1
    Citazione: master2
    ... La Russia non riconosce il diritto internazionale, ad es. leggi che il mondo intero riconosce! Ebbene, chi collaborerà con la Russia dopo? Di fatto, la Russia è isolata ...

    Abbiamo sentito a lungo storie su una "società civile" che presumibilmente ha il diritto di insegnare al mondo intero la democrazia e le leggi. È meglio che ci parli della legalità dell'attacco missilistico sulla Siria! E anche Iraq e Libia sono state distrutte per motivi legali o democratici? Che la Russia abbia il diritto di non riconoscere le decisioni degli stranieri in relazione a se stessa parla della sua sovranità! E il tuo "mondo intero" o "Occidente collettivo" dall'America e dal Sixes / G7 / è isterico per l'impotenza di non poter imporre la propria volontà alla Russia con la forza militare)))
    E isolare la Russia: il nastro isolante non sarà sufficiente)))

    Tutti i tuoi tentativi di umiliare la Russia -

    Citazione: master2
    ... questa è solo un'altra chiacchierata sul nulla.