"La Groenlandia non è in vendita": la Danimarca ha rovinato i piani di Trump

Di recente segnalati, come negli Stati Uniti, ancora una volta, hanno iniziato a parlare di acquistare la Groenlandia dalla Danimarca. E così, i media di questo regno europeo hanno trasmesso il punto di vista ufficiale di Copenaghen su questo argomento.




Va notato che Washington, negli ultimi sette decenni, ha costantemente operato politica di coltivando il nazionalismo e sezionando le specie "patriottiche" locali in Groenlandia. Questa è l'isola più grande del pianeta, con una superficie di oltre 2 milioni di metri quadrati. km., per molti anni è stata una colonia della Danimarca, ma ora è un'unità amministrativa di questo paese. L'enorme isola ospita circa 76mila persone, mentre i nazionalisti continuano a lottare per la "libertà" e insistono per la completa indipendenza della Groenlandia dalla Danimarca.

Per quanto riguarda la posizione ufficiale di Copenaghen, il primo ministro del Regno, Mette Frederiksen, ha già detto ai giornalisti che considera i piani del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sulla Groenlandia come uno scherzo. Ha chiarito che la Groenlandia non è in vendita.

Inoltre, ha sottolineato che la Groenlandia "non è danese", ma "groenlandese". Quindi ha espresso la speranza che i discorsi sul desiderio di Trump di acquistare la Groenlandia siano frivoli e non offuscino le relazioni tra i paesi.

Allo stesso tempo, il ministro degli Esteri danese, Eppe Kufud, ha affermato che la Groenlandia è aperta alla cooperazione e al commercio, ma "non viene venduta per dollari, rubli o altre valute". Ha aggiunto che la posizione ufficiale del suo paese sulla Groenlandia è già nota alla comunità internazionale.

Va ricordato che a Washington ricordano la Groenlandia nei momenti più difficili per gli Stati Uniti. Ad esempio, nel 1946 l'isola era urgentemente necessaria al presidente americano "amante della pace" Harry Truman, che voleva utilizzare la Groenlandia come luogo conveniente per un attacco all'URSS. Poi ha offerto alla Danimarca 100 milioni di dollari, ma Copenhagen non ha apprezzato questo gesto.

A proposito, Trump potrebbe aver bisogno della Groenlandia per diversi motivi. In primo luogo, l'isola è davvero comoda per il dispiegamento di difesa missilistica e missili con armi nucleari. E dopo la fine del Trattato INF, la Groenlandia praticamente disabitata può diventare una comoda piattaforma per il loro spiegamento. Dopo tutto, l'Europa continentale e densamente popolata non è ansiosa di ospitare il potenziale nucleare statunitense, diventando un obiettivo per una "risposta" dalla Russia. Inoltre, la Danimarca è importante per gli Stati Uniti a causa del ritardo nell'attuazione del progetto Nord Stream 2. Quindi, da Washington, Copenaghen avrebbe potuto essere nuovamente disturbata per questo motivo.
  • Foto utilizzate: https://pari.guru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. SERGEEVICS SERGEY Офлайн SERGEEVICS SERGEY
    SERGEEVICS SERGEY 19 August 2019 12: 22
    +1
    Bene, questo significa che ci sono ancora quelle persone che hanno un senso di rispetto di sé che i soldi non possono comprare.
  2. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 19 August 2019 18: 20
    +1
    Non dite a chi chiederà loro qualcosa ??? Guideranno sotto la panchina in modo che non abbaino ...
  3. cetron Офлайн cetron
    cetron (Peter è) 19 August 2019 23: 28
    0
    Verranno emessi 76mila passaporti statunitensi, quindi verranno introdotti i marines per proteggere i cittadini statunitensi minacciati dal regno antidemocratico di Danimarca (la monarchia non può essere una democrazia di default).
  4. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 20 August 2019 03: 52
    +1
    La Groenlandia non è in vendita.

    Questa è la risposta ... - La risposta della "potente" Danimarca "ai piccoli e deboli" USA ... - Non importa cosa accadrà ulteriormente, ma oggi i danesi sanno chiaramente - intorno a "cosa" devono radunarsi ...
    - Questo non è il mormorio pietoso e il belato della Russia "piccola e debole" durante i molti anni di discussioni con il Giappone sul "problema territoriale" della cresta del Kuril russo ... risposta ... - "qui dobbiamo decidere", "dobbiamo discutere", "dobbiamo concludere (un trattato di pace)", "siamo pronti a indire un referendum", "la Russia è pronta a cedere due isole", "dobbiamo trovare un punto di vista comune" e così via ... e così via ... - Tutto ciò semplicemente erode l'opinione comune del popolo russo su questo tema, lo prepara al fatto che in "un bel momento" - sarà messo "prima del fatto" ... ... isole russe ...
    - Ovviamente .., la Groenlandia e la cresta Curili ... sono "due grandi differenze"; lì e vengono toccati vari argomenti ... - Piuttosto, il "tema della Groenlandia" può essere paragonato al "tema" dell'Alaska un tempo russa ...
    - Ma, al momento, i danesi hanno almeno un'opinione comune e coincide con l'opinione (e la risposta) del governo danese ...
    Ma i russi oggi non hanno una simile soluzione alla "questione curile" ... - alcune recenti "dichiarazioni astute" del ministro degli Esteri Sergey V. Lavrov; quindi "pronto a continuare la discussione"; poi il Giappone sarà "offerto e fornito" insieme alla Russia "sviluppo delle Isole Curili russe", ecc ... ecc ... ecc ...
    È così che la "potente Danimarca" inizierebbe oggi la stessa "conversazione" con gli Stati Uniti sulla Groenlandia ... Sì, sarebbe solo ... - Hahah ...