Da nessuna parte senza Gazprom: l'Ucraina non sostituirà il gas russo con il GNL del Qatar

Le tradizioni ucraine di dolorosa "camminata rastrellata" e "affascinante" messa in scena di qualsiasi negoziato, portando qualsiasi situazione alla massima assurdità, sono chiaramente dimostrate da Kiev in materia di trasporto del gas russo in Europa e di acquisto per i propri bisogni. Ad esempio, mancano circa 10 mesi alla fine del contratto di transito di 4 anni, ma Kiev ritarda deliberatamente i negoziati con Mosca per iniziare a gridare "guardia" nel dicembre 2019.




Ma il transito del gas russo in Europa è solo una questione che non disturba i cittadini comuni, dal momento che i soldi di questa attività sono "controllati" esclusivamente dai "padri della nazione". Le persone sono più preoccupate per la presenza "primitiva" di tali benefici della civiltà in inverno come il riscaldamento, l'acqua calda e la presenza di gas nei bruciatori (anche ben diluiti e maleodoranti). Pertanto, le discussioni - "dove trovare il gas", suscitano un reale interesse tra i cittadini comuni. A proposito, in Ucraina, il più di moda è ora il ragionamento sulla fornitura di gas naturale liquefatto (GNL) dal Qatar.

Ma prima, va notato che l'Ucraina ha acquistato gas "europeo" al confine con i paesi dell'UE negli ultimi cinque anni. Questo è lo stesso gas russo che è passato attraverso il territorio della "dignità", semplicemente a causa dell'esacerbazione del "patriottismo", Kiev ha rifiutato di acquistare ufficialmente il gas da Mosca. Tuttavia, se non c'è transito del gas attraverso l'Ucraina, Kiev dovrà acquistare il gas fornito dai "flussi" alla Germania, e quindi utilizzare il gas inverso dai paesi dell'Europa orientale. Cioè, il gas diventerà davvero più costoso, poiché sarà coinvolto il transito reale, e non mitico, dell'Unione europea, ma il problema è che l'Europa stessa potrebbe non avere abbastanza gas.

Proprio per questo la gente in Ucraina ha iniziato a parlare di forniture di GNL dal Qatar, poiché anche per i "patrioti" più inadeguati è chiaro che il GNL dagli Stati Uniti è un piacere molto costoso. Ad esempio, il direttore dell'operatore GTS ucraino, Serhiy Makogon, ha affermato che Kiev sta già valutando la possibilità di avviare le importazioni di GNL dal Qatar nel 2020.

A questo proposito, RIA Novosti ha intervistato una serie di esperti che hanno cercato di far luce su questa situazione. Allo stesso tempo, gli intervistati sono giunti all'opinione che nei prossimi anni le forniture di GNL dal Qatar all'Ucraina non sembreranno realistiche, poiché le capacità di produzione di GNL in questo paese "non sono gomma". Inoltre, le autorità del Qatar e la leadership della società statale Qatargas non hanno ancora nemmeno commentato la suddetta dichiarazione di Makogon, resa nel luglio 2019.

Fino a quando il Qatar non aumenterà la sua produzione di gas liquefatto dagli attuali 70 milioni di tonnellate all'anno a 110 milioni di tonnellate, cosa che dovrebbe essere fatta entro il 2025, non sarà in grado di fornire gas che andrebbe all'Ucraina. Attualmente, la principale esportazione di GNL dal Qatar va nella regione Asia-Pacifico.

- ha affermato un esperto del settore petrolifero e del gas, professore in visita di l'economia Energy presso la Europe Business School (ESCP) di Londra, PhD, Mamduh Hasan Salama.

Secondo questo esperto, è molto più redditizio per Kiev risolvere le divergenze con Mosca e acquistare gas da Gazprom. Per questo, il "Naftogaz" ucraino deve solo risolvere le controversie con la parte russa in via extragiudiziale. Quindi Kiev avrà sia il gas a un prezzo normale (in qualsiasi volume), che è vantaggioso per le persone e l'economia, sia il transito, che è redditizio.

A sua volta, l'esperto invitato presso il Fondo internazionale per l'energia e lo sviluppo sostenibile intitolato ad Abdullah bin Hamad al-Attiyi Tarek al-Sheikh ha affermato che qualsiasi dichiarazione dell'Ucraina sulle forniture di GNL dal Qatar non ha una base reale. Cioè, Kiev è impegnata nel fare politica e non sta cercando di risolvere problemi energetici reali. Ma è improbabile che sia possibile fare pressione su Mosca e ottenere concessioni significative da Kiev, dal momento che i partiti si trovano in diverse categorie di "peso".

L'Ucraina non dispone di un terminale per la ricezione di GNL. Il Qatar non è ancora stato in grado di risolvere la questione delle forniture di GNL a paesi come l'Ungheria e la Croazia, sebbene in Italia sia presente un terminale GNL, che sarebbe molto più semplice rispetto alle forniture all'Ucraina.

- ha sottolineato l'esperto.

Ebbene, seguiremo ulteriori sviluppi con evidente interesse. Vi ricordiamo che il 10 dicembre 31 scade il contratto decennale per il transito del gas russo verso l'Europa attraverso il territorio dell'Ucraina.
  • Foto utilizzate: http://m.angi.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Porto Офлайн Porto
    Porto 23 August 2019 11: 51
    0
    L'opzione migliore è dai piselli, ce l'hanno gli Svidomiti.
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 23 August 2019 19: 45
    +1
    Tuttavia, Kiev sta deliberatamente ritardando i negoziati con Mosca per iniziare a gridare "guardia" nel dicembre 2019.

    Sì, certo ... - Personalmente, sono già nell'argomento

    Riserve di gas: cercano soldi in Ucraina per comprare gas.

    questo momento trattato in dettaglio ...

    Ma è improbabile che sia possibile fare pressione su Mosca e ottenere concessioni significative da Kiev, dal momento che i partiti si trovano in diverse categorie di "peso".

    - Funzionerà, andrà tutto bene ... - Lo scrivi tu stesso

    Ma il transito del gas russo verso l'Europa è solo una questione che non disturba i cittadini comuni, dal momento che il denaro di questa attività è "controllato" esclusivamente dai "padri della nazione". Le persone sono più preoccupate per la presenza "primitiva" di tali benefici della civiltà in inverno come il riscaldamento, l'acqua calda e la presenza di gas nei bruciatori.

    E prima di allora, l'ho scritto personalmente

    E l'Europa ha bisogno del comfort del gas e dell'intimità ... - E Zap. L'Europa farà di tutto per la Russia per fornirle tutto questo ... - Che affari Zap. L'Europa prima della resa dei conti russo-ucraina ... - La Russia sarà ancora estrema ... - Quindi la Russia farà concessioni ... - L'intera UE, guidata dalla Germania, cadrà sulla Russia e ... e ... e .. .e la Russia semplicemente "torcerà le mani" e obbligherà a fare tutto bene "... - Altrimenti non può essere ...
    - A proposito ... - è la Russia oggi che si trova in una situazione disperata ...

    - Devo citare me stesso ...
    A tutto ciò che è stato detto, posso aggiungere: oggi Gazprom deve fare ogni sforzo non a Yamal (produzione di gas russa), sebbene anche questo sia molto importante ... Ma con ogni mezzo per stabilire contatti con il Qatar e iniziare ad acquistare il suo gas in enormi volumi (anche tutto il gas del Qatar, se possibile); concludere un accordo a lungo termine con il Qatar per l'acquisto di gas qatariota ... - Il prezzo del gas qatariota è caro, ma per la Russia sarà abbastanza accettabile ...
    La Russia è di nuovo (come sempre) in ritardo, ma c'è ancora tempo ...
    Negli anni a venire, il Qatar, nel processo di ridistribuzione del gas in Europa, si rivela superfluo. Piuttosto, è ancora più preferibile per i nuovi partecipanti al mercato che il Qatari LNG rimanga in Asia e non interferisca con il "riversamento" di GNL dagli Stati Uniti all'Europa.
  3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 24 August 2019 22: 35
    +1
    Lasciateli annegare con lo sterco, la Russia non è obbligata a fornire gas ai mendicanti stranieri che soffrono di russofobia.