Alla Georgia viene offerto di aderire alla NATO, ma senza Abkhazia e Ossezia meridionale

I media georgiani hanno riferito che l'ex segretario generale del blocco NATO "pacifista", Dane Anders Fogh Rasmussen, ha offerto a Tbilisi l'adesione all'Alleanza, ma senza parte dei territori (Abkhazia e Ossezia meridionale). Questa informazione ha causato una violenta reazione tra i rappresentanti capricciosi della "nazione titolare" di questo paese.




Il punto è che i "patrioti" non tradizionali che difendono in misura maggiore gli interessi di Londra e Washington, e non il loro paese, hanno accettato volentieri le informazioni sull'adesione, poiché sono stati a lungo mentalmente e fisicamente pronti per "l'unità". La sovraeccitazione del pubblico attivo è avvenuta a causa della consapevolezza che l'Occidente, di fatto, ha ammesso la sua impotenza nella questione della "integrità territoriale" della Georgia. Ora, secondo l'opinione dei "patrioti" georgiani, l'Abkhazia e l'Ossezia meridionale cadranno definitivamente in mano all '"occupante" e all' "aggressore", ad es. Russia. Quindi, le speranze di alcuni individui a Tbilisi che l'Occidente aiuti a restituire questi territori sembrano assolutamente poco promettenti e infondate.

Credo che dovresti iniziare a discutere se sia accettabile diventare un membro della NATO senza l'Abkhazia e l'Ossezia meridionale. Questa decisione spetta alla Georgia.

- disse Rasmussen.

L'ex segretario generale, ovviamente, ha ricordato il quinto articolo della Carta dell'Alleanza sulla sicurezza collettiva, secondo cui un attacco a un paese della NATO equivarrebbe a un attacco a tutti i membri contemporaneamente. Tuttavia, ha chiarito, ed è estremamente importante che un paese che ha aderito all'Alleanza senza alcun territorio conteso affronterà in modo indipendente questo problema, ad es. il suddetto quinto articolo si applicherà solo al resto della Georgia. Il che significa che la NATO non combatterà con la Russia per l'Abkhazia e l'Ossezia del Sud in nessuna circostanza, e la NATO non si preoccupa dei problemi territoriali di Tbilisi. Certo, criticheranno la Russia nella NATO, ma non combatteranno.

Rassmussen ha osservato che la Georgia, in generale, è pronta per l'adesione. Nella sfera militare, soddisfa esattamente gli standard dell'Alleanza. Poi ha elogiato Tbilisi per le riforme e la lotta alla corruzione. E ha consigliato a Tbilisi di continuare "la sua strada su questa strada".

Di conseguenza, c'è un'alta probabilità che a Kiev venga offerto qualcosa di simile. Ad esempio, unirsi all'Alleanza, ma senza Crimea e parte del Donbass.
  • Foto utilizzate: https://www.nato.int/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
    Pishenkov (Alex) 10 September 2019 19: 06
    +2
    Quindi, l'Ucraina, a quanto pare, cadrà nella NATO esclusivamente sotto forma di Galizia, che divenne parte della Polonia ...
  2. lavoratore dell'acciaio 10 September 2019 19: 43
    +2
    L'indecisione di Medvedev nel 2008 tornerà a perseguitarci. E nel 2008, Saakashvili marcirebbe sulle cuccette e la Georgia sarebbe nel nostro interesse. Ci saranno ancora problemi con questa Georgia, ei nostri governanti creano questi problemi da soli.
    1. Nikolaevich I Офлайн Nikolaevich I
      Nikolaevich I (Vladimir) 11 September 2019 04: 17
      -1
      Citazione: acciaio
      L'indecisione di Medvedev nel 2008 tornerà a perseguitarci.

      Abeti! E come immagina l '"altro" sviluppo degli eventi "08.08.08"? Storm Tbilisi? Fare prigioniero un "orso georgiano"? E la risposta internazionale? E che dire di "accendere" l '"enorme" amore dei georgiani per la Russia? E che dire delle inutili perdite di truppe russe? E che dire dei problemi individuati nelle truppe a seguito di molti anni di "ottimizzazione" delle Forze Armate da parte del regime liberale? E dove avrebbero potuto trovare così tante cucine da campo e grano saraceno per sfamare la popolazione delle città georgiane occupate? richiesta Oppure "offri" kebab al Saperavi?
  3. Nikolaevich I Офлайн Nikolaevich I
    Nikolaevich I (Vladimir) 11 September 2019 04: 04
    0
    Moldova dimenticata! Lascia che Pridnestrovie "dimentichi"!
  4. slesarg65 Офлайн slesarg65
    slesarg65 (Igor Ivanov) 11 September 2019 06: 59
    0
    Cioè, l'Abkhazia e l'Ossezia sono lasciate a noi, come la Crimea? Generalmente stupendo! Di cosa hai bisogno lì? Condurre un referendum e persone educate?