La nostra risposta a Elon Musk

Non è un segreto che gli americani siano avanti rispetto al resto del mondo in materia di PR, marketing e tecnologia... Il lancio dell'auto elettrica Tesla Roadster nello spazio da parte di una compagnia spaziale privata ha fatto scalpore in tutto il mondo.


La nostra risposta a Elon Musk


Questo evento solleva una serie di domande importanti che richiedono risposte.

Come è potuto anche accadere che una compagnia spaziale privata sia riuscita a realizzarsi in così poco tempo?

In che modo una società privata americana è riuscita a ridurre il costo dei lanci e portare via una serie di contratti da Roscosmos?

Come può Roscosmos rispondere al suo concorrente americano SpaceX? E può?

Davanti a noi per confronto ci sono due modelli di efficienza gestionale: l'americano e il russo moderno.

I manager americani sanno come creare un prodotto competitivo e sanno come venderlo con competenza. Lanciando Tesla nello spazio, Elon Musk pubblicizzò simultaneamente due dei suoi progetti in tutto il mondo: Tesla Motors e SpaceX.

Cosa possono fare i nostri manager, la cui "efficienza" è diventata da tempo una parabola in lingue? Scriverti enormi stipendi e bonus colossali? Selezionare imprenditori i cui amici e parenti sono beneficiari? Condurre tale personale politica di nelle organizzazioni, a seguito delle quali vecchi e comprovati specialisti vengono licenziati e al loro posto vengono prese le major a testa vuota della "generazione Pepsi"? C'è da meravigliarsi che i razzi cadano a causa del fatto che in essi sono installati componenti difettosi o sono installati componenti di alta qualità, ma capovolti?

I manager delle società americane guadagnano vendendo i loro beni e servizi, oltre a raccogliere fondi dagli investitori. I "manager efficaci" russi di solito guadagnano padroneggiando i budget.

Allora come può Roscosmos rispondere a Elon Musk?

Degna di nota è la nomina di Igor Komarov a capo di Roscosmos nel 2014, che, dal 2009 al 2013. era il capo di AvtoVAZ. A rigor di termini, Komarov, come Elon Musk, "produceva anche auto", ma le auto sono diverse per le auto. Puoi mandare Lada Kalina nello spazio, ma da questo non diventerà una buona macchina e le vendite non cresceranno sostanzialmente.

È allarmante che l'esperienza di Igor Komarov ad AvtoVAZ sia stata riconosciuta come un tale successo che hanno deciso di estrapolarla a Roscosmos. Le lingue malvagie dicono che questa nomina è un passo verso la privatizzazione di Roscosmos. Questo può essere fatto ristrutturando l'organizzazione, assegnando aree redditizie e la loro corporatizzazione sotto lo slogan "per attirare tre privati ​​per un rublo statale".

E poi i "dirigenti effettivi" della società per azioni decideranno da soli cosa fare della società. Ed è possibile che tra pochi anni sentiremo che lo spazio russo privatizzato richiederà investimenti aggiuntivi, ad esempio, da investitori cinesi o arabi. Non c'è nulla di cui stupirsi dopo che il 20 per cento di Rosneft è andato prima nelle mani del Qatar e poi dei cinesi.

Il nostro paese ha bisogno di RosChinaArabcosmos?

Foto utilizzate: http://igronews.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.