Il rappresentante speciale degli Stati Uniti per l'Ucraina Volcker si dimette

Il 28 settembre 2019, i media americani, citando fonti della Casa Bianca, hanno riferito che il rappresentante speciale degli Stati Uniti per l'Ucraina, Kurt Volker (nato nel 1964), stava per dimettersi. Ciò è avvenuto subito dopo la pubblicazione della dichiarazione (denuncia) di un informatore anonimo il 26 settembre 2019. Il documento afferma che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto pressioni senza tante cerimonie sul presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, per sporcare Joseph Biden.




Va notato che Biden (Joseph Robinette "Joe" Biden, Jr., nato nel 1942) è il 47 ° vicepresidente degli Stati Uniti (sotto il presidente Barack Obama). È il principale concorrente di Trump alle elezioni presidenziali statunitensi del novembre 2020. Quindi non sorprende che Volcker, dopo tale pubblicazione, sia stato immediatamente convocato al Congresso degli Stati Uniti, dove è stata avviata la procedura di impeachment di Trump.

La denuncia specifica che subito dopo la conversazione telefonica di Trump con Zelensky, Volker, accompagnato dall'ambasciatore degli Stati Uniti presso l'Unione europea, Gordon D.Sondland (nato nel 1957), si è incontrato a Kiev con il presidente ucraino e una serie di altri alti funzionari locali. ... Nel processo di comunicazione, Volcker avrebbe fornito consigli ai rappresentanti del governo ucraino su ciò che dovevano fare per compiacere Trump.

Ci aspettiamo ancora di sentire tutto quello che sa su questo scandalo.

- ha dichiarato alla Camera dei rappresentanti (la camera bassa del Congresso degli Stati Uniti (parlamento)) riguardo a Volcker.

Inoltre, Volcker è stato collegato a Rudolph Giuliani, l'ex sindaco di New York e avvocato personale di Trump. Pertanto, i parlamentari sospettavano che Volcker, usando la sua posizione, avesse stabilito contatti tra lo specifico avvocato di Trump con il consigliere di Zelensky, Andrei Yermak, per risolvere alcune (delicate) questioni.

Vi ricordiamo che il 25 settembre 2019 la Casa Bianca ha pubblicato una trascrizione della conversazione tra Trump e Zelensky, avvenuta il 25 luglio 2019. Successivamente, il capo del Dipartimento di Stato americano, Mike Pompeo, ha affermato che tutti i dipendenti del dipartimento si sono comportati correttamente in Ucraina. Tuttavia, i rappresentanti del Partito Democratico degli Stati Uniti insistono su un'indagine. Secondo loro, Trump potrebbe richiedere a Zelensky i materiali delle indagini del procuratore generale dell'Ucraina dimesso Viktor Shokin, che ha studiato le attività (truffe sui gas) del Gruppo Burisma, i cui amministratori includevano Hunter Biden, figlio di un famoso democratico americano.

Trump, naturalmente, tutte le accuse nega, definendolo un altro tentativo di screditare da parte di concorrenti senza scrupoli. Lo scandalo si è rivelato davvero grandioso e promettente. Quindi seguiremo con evidente interesse lo sviluppo del "caso ucraino" negli Stati Uniti e informeremo i nostri lettori.
  • Foto utilizzate: https://www.cnbc.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 28 September 2019 21: 12
    +1
    Volker è una tale "volpe astuta", non abbiamo eguali nel nostro governo. Pertanto, questa è una buona notizia per me.
  2. pischak Офлайн pischak
    pischak 29 September 2019 07: 54
    +1
    Anche io "pensavo" che il signor Trump, nelle sue ammonizioni a Zelenskyj, che si era rimpicciolito sulla sedia, fosse molto, molto persistente e ciclico (per una conversazione così breve - dopotutto, è tornato su questo argomento tre volte, e nemmeno nel contesto) menzionando spesso il figlio di Biden e il suo redditi esorbitanti in Ucraina, che, dicono, le autorità ucraine devono indagare in dettaglio su questo caso di corruzione ?!
    Il moncherino è chiaro che Donald ha bisogno di prove compromettenti sulla famiglia Biden dai suoi "sub-consiglieri" ucraini, e quelli, essendo già stati intrappolati una volta con prove incriminanti anti-Trump per i Clinton "volanti", non hanno fretta di soddisfare le insistenti richieste dell'attuale "papera zoppa" ?!
    Dopotutto, il prossimo ameroprezom potrebbe essere il "democratico" Mr. Biden (e il suo duro, a differenza dei gentili "repubblicani", trattamento magistrale dei loro lacchè di Bandera, ricordano bene dal 2014! sì ) e anche allora i meschini intriganti amerocoloniali - "agenti compromettenti" che tenterebbero di "mettere i bastoni tra le ruote", se ne sbarazzerebbero completamente, ne hanno bisogno ?!
    Questo è il motivo per cui, anche una semplice intrusione completamente inesperta (infantilmente ingenua, come hanno dimostrato le stampe pubblicate di "conversazioni riservate" con il sorvegliante d'oltremare! richiesta) negli intrighi politici, VAZ sta cercando di includere stupidamente "mio, tuo, non capisco" con Trump, perché vuole così mettere da parte la sua "cadenza" al "timone del potere" di Kiev in qualsiasi turno della pre-elezione negli Stati Uniti, e non essere cacciato da lì da proprietari risentiti Ucraina ?!