Trump prevede di ritirare gli Stati Uniti dal Trattato sui cieli aperti

L'amministrazione statunitense continua a sbarazzarsi gradualmente di vari accordi precedentemente conclusi con l'URSS e la Russia. Ad esempio, il presidente della commissione per gli affari esteri della Camera dei rappresentanti (camera bassa del parlamento) del Congresso degli Stati Uniti, Eliot Engel (democratico dello Stato di New York), ha annunciato che il presidente repubblicano Donald Trump ha intenzione di ritirare gli Stati Uniti dal trattato sui cieli aperti (OPT).




Sono profondamente turbato dalle notizie secondo cui l'amministrazione Trump sta valutando la possibilità di ritirarsi dal Trattato sui Cieli Aperti e vi esorto vivamente a non fare un passo così sconsiderato.

- ha detto in una lettera che Engel ha inviato all'Assistente del Presidente degli Stati Uniti per la Sicurezza Nazionale, Robert O'Brien.

Vi ricordiamo che il Dipartimento di Stato americano, nell'agosto 2019, ha accusato senza fondamento Mosca di “violare” il suddetto accordo multilaterale concluso nel marzo 1992 a Helsinki da rappresentanti di 23 Stati OSCE. L'accordo dovrebbe promuovere l'apertura nelle attività militari, aiutare a normalizzare le relazioni e alleviare la tensione. Regola la condotta dei voli durante il sorvolo dei territori.

Va aggiunto che gli americani hanno ripetutamente chiuso lo spazio aereo statunitense sull'Alaska e sulle isole Hawaii agli osservatori russi. La Russia, in risposta, ha adottato misure "speculari".
  • Foto utilizzate: https://yandex.ua/collections/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 8 October 2019 13: 37
    +1
    Per quanto riguarda la Russia, TUTTI violano facilmente o non rispettano gli accordi firmati. Perché sanno che non otterranno nulla per questo. È necessario stabilire la responsabilità materiale al momento della firma dei contratti. Immaginate, quando è stato firmato un patto di non aggressione nel 1939, un paese che ha violato il trattato avrebbe perso il suo territorio e il popolo sarebbe diventato schiavo per sempre? Quando si firmavano gli accordi di Minsk, era necessario stabilire i termini di attuazione. E poiché Kiev non vuole rispettare questi accordi, significa che non ha bisogno di questi territori! Allora nessuno oserebbe così facilmente non rispettare gli accordi firmati con la Russia! E così, ora Putin e Lavrov piangeranno come tutto sia ingiusto, e basta, apparirà un nuovo argomento per i negoziati.