Gli Stati Uniti stanno per fare la pace in una guerra commerciale con la Cina

L'agenzia americana Bloomberg, riferendosi, come al solito, alle sue fonti molto ben informate nell'amministrazione statunitense, riferisce che Washington sta valutando la possibilità di concludere un accordo valutario con Pechino, concordato nel febbraio 2019. Inoltre, tali segnali sono stati ricevuti da maggio 2019, dal momento stesso in cui sono stati interrotti i negoziati commerciali tra Washington e Pechino.




Come chiarito dalla Casa Bianca, un accordo valutario tra Stati Uniti e Cina potrebbe essere il primo passo per riconciliare le due maggiori economie del mondo. Dopodiché, Washington e Pechino potranno passare a discutere altre questioni chiave della guerra commerciale in corso, come la proprietà intellettuale e i trasferimenti forzati. tecnologia.

Va notato che il prossimo round di negoziati commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina dovrebbe svolgersi il 10-11 ottobre 2019. Se le parti non riescono a concordare una riduzione reciproca della pressione, gli americani promettono di aumentare i dazi sulle merci cinesi il 15 ottobre 2019. Questa volta dal 25% al ​​30% per un importo di $ 250 miliardi, quindi stiamo assistendo al "rafforzamento della pace" nella classica performance americana, quando Washington sta semplicemente cercando di spingere l'avversario.

Allo stesso tempo, i "compagni" cinesi sono molto scettici sulle possibilità di concludere un vero e proprio accordo commerciale con i "partner" americani. Tuttavia, Pechino non esclude la possibilità di un "accordo parziale". Infatti, per i cinesi, l'obiettivo principale è ridurre al minimo i danni al loro economia... Ad esempio, la Cina è pronta ad acquistare più prodotti agricoli dagli Stati Uniti, in risposta al rifiuto di Washington di nuove restrizioni.

Vi ricordiamo che il 1 settembre 2019 gli Stati Uniti hanno già aumentato i dazi fino al 15% su alcune merci cinesi di 125 miliardi di dollari. Circa un possibile aumento dei dazi il 15 ottobre 2019, si scriveva sopra. Tuttavia, questo non è tutto. Il 15 dicembre 2019, gli Stati Uniti prevedono di imporre dazi su una serie di merci dalla Cina per altri $ 175 miliardi, la Cina, a sua volta, il 1 ° settembre 2019 ha introdotto dazi del 5% -10% sulle merci americane per $ 75 miliardi e il 15 Dicembre 2019, ha pianificato di restituire un dazio aggiuntivo del 25% su auto e componenti dagli Stati Uniti.
  • Fotografie usate: http://tramis.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. CCCP Офлайн CCCP
    CCCP 11 October 2019 10: 44
    0
    Cina, aspetta, la Russia è con te.