Rosatom ha adempiuto al “compito dell'anno”: l'Ungheria ha approvato il progetto Paks-2 NPP

Il 14 ottobre 2019 si è saputo che l'Ungheria ha approvato tecnico il progetto della centrale nucleare Paks-2 (vicino alla città di Paks, regione di Tolna), che sarà realizzato dalla divisione ingegneria della società cittadina Rosatom - ASE EC JSC. E come ha chiarito Alexei Likhachev, il direttore generale di Rosatom, ciò è avvenuto pochi giorni prima del previsto.




Poiché il progetto tecnico è già stato approvato, il prossimo passo sarà ottenere una licenza di costruzione. Prima di allora, il direttore generale della società statale ha definito l'approvazione del progetto Paks-2 come "compito dell'anno" per Rosatom per questo NPP.

Va notato che la centrale nucleare Paks-2 sarà composta da due unità di potenza di 3+ ​​generazione con reattori VVER-1200. In data 4 aprile 2017 è stato approvato il cantiere della suddetta centrale nucleare in Ungheria. Nel giugno 2019 è iniziata la costruzione di edifici per la base di costruzione e installazione nel sito specificato, per la successiva costruzione della centrale nucleare stessa.

Vi ricordiamo che nel 2009 il Parlamento ungherese ha approvato la costruzione di due nuovi propulsori presso la centrale nucleare di Paks. Alla fine del 2014, Rosatom ha firmato un contratto per il completamento della NPP e il progetto è stato denominato Paks-2. Gli investimenti sono stimati in 12,5 miliardi di euro Allo stesso tempo, Russia e Ungheria hanno firmato un accordo su Mosca per fornire un prestito fino a 10 miliardi di euro a Budapest per completare la costruzione di questa stazione.

La questione procede lentamente, poiché funzionari europei e "personaggi pubblici" ostacolano in ogni modo possibile questo progetto. Tuttavia, l'Ungheria ha bisogno di elettricità, quindi c'è un'alta probabilità che il progetto venga completato e Budapest non ripeta l'errore di Sofia. Non per niente il ministro degli Esteri ungherese Peter Siyarto ha recentemente annunciato che l'Ungheria non abbandonerà l'attuazione di questo progetto.
  • Foto utilizzate: http://new.atomic-energy.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) 14 October 2019 18: 08
    0
    - Già oggi, la centrale nucleare di Paks produce oltre il 42 percento di tutta l'elettricità generata in Ungheria. E poi c'è ... e ... e ..

    Alla fine del 2014, Rosatom ha firmato un contratto per il completamento della NPP e il progetto è stato denominato Paks-2. Gli investimenti sono stimati in 12,5 miliardi di euro Allo stesso tempo, Russia e Ungheria hanno firmato un accordo sulla fornitura di un prestito da Mosca a Budapest per un importo fino a 10 miliardi di euro per il completamento di questa stazione.
    L'Ungheria ha bisogno di elettricità, quindi c'è un'alta probabilità che il progetto venga completato e Budapest non ripeta l'errore di Sofia. Non per niente il ministro degli Esteri ungherese Peter Siyjarto ha recentemente annunciato che l'Ungheria non abbandonerà l'attuazione di questo progetto.

    - Certo, il nostro completerà la costruzione e fornirà all'Ungheria elettricità a buon mercato sopra il tetto ... - Probabilmente, gli ungheresi inizieranno anche a vendere elettricità ai loro vicini ... - E Lukashenka rimarrà sui fagioli ... con la sua elettricità a buon mercato in eccesso ...
    - In generale, per Gazprom, alla fine, Rosatom crea, per usare un eufemismo, prospettive non molto favorevoli ... - l'energia più economica viene prodotta nelle centrali nucleari ... e per la fiacca Gazprom con i suoi normali gasdotti, la centrale nucleare è un concorrente piuttosto serio ...
    - Dovremo abbassare il prezzo del gasdotto in futuro ... - è già chiaro come il giorno ...
    - Personalmente, ho già scritto che è da tempo necessario separare l'industria del gas da Gazprom e Novotek, che si occuperanno nello specifico della produzione di GNL; creazione (costruzione) di un'intera rete di tutti i tipi di impianti GNL; produzione di un'intera infrastruttura per la produzione di container e container vari per il trasporto di GNL; e fornendo tutti i tipi di trasporto per la consegna di GNL in qualsiasi parte del mondo ... - Gazprom semplicemente non può far fronte a tutto questo ...
    1. 123 Online 123
      123 (123) 14 October 2019 20: 24
      +1
      Chi sta parlando di cosa, eh ..... occhiolino Hai inserito oggi il tuo commento universale su Gazprom in forma abbreviata?lol Prima c'era qualcos'altro su un fallimento in Oriente e alcune trappole in Cina. risata Povero Miller. ricorso Lascialo solo. pianto
  2. Elena Zimina Офлайн Elena Zimina
    Elena Zimina (Elena Zimina) 14 October 2019 18: 20
    +4
    Un passo importante in un progetto così serio! La costruzione di questa centrale nucleare è importante non solo dal punto di vista energetico, ma anche politico. Dopo tutto, molti paesi hanno cercato di impedire che questa costruzione venisse realizzata. Ma è positivo che la competente cooperazione dei paesi abbia difeso la sua posizione e che tutto stia andando come previsto. Buona fortuna per il tuo futuro lavoro!
  3. lavoratore dell'acciaio 14 October 2019 21: 57
    0
    Più costruiamo e vendiamo, più alti sono i prezzi all'interno del paese e più mendicanti! Non sai nemmeno come reagire a tali notizie?