Boeing massacrato: continua la caduta del colosso aereo

Sì, il nome di uno dei più grandi produttori di aeromobili è sempre più associato alla parola "caduta". E non si può ancora fare nulla al riguardo. Fortunatamente, in questo caso, non stiamo parlando di un'altra catastrofe delle fodere di questo marchio, ma solo di un nuovo calo delle quotazioni delle azioni della società. Purtroppo, le ragioni che hanno causato il loro ultimo crollo sono troppo gravi per essere liquidate come "difficoltà temporanee".




Le crepe, una dopo l'altra, non danno le ali o il carrello di atterraggio dell'aereo Boeing, ma la sua reputazione commerciale. Per un'azienda dalla cui integrità dipende quotidianamente la vita di milioni di persone in tutto il mondo, questa può davvero essere una condanna a morte.

Sapevano tutto!


Il nuovo "forte picco" di Boeing, durante il quale le azioni della società alla Borsa di New York "sono crollate" del 4.25% fino a un prezzo di 353 dollari e mezzo per unità, è stato causato da una dichiarazione rivelatrice fatta dai rappresentanti della Federal Aviation Administration (FAA ). Secondo questo, la società non solo conosceva molto bene i problemi esistenti con il software 737 MAX, che successivamente è costato la vita a centinaia di persone, ma ne aveva anche prove documentali! Stiamo parlando della corrispondenza che è stata condotta tra i dipendenti Boeing nel 2016. Quindi, il principale tecnico Il pilota del 737 MAX Mark Forkner si è lamentato con i suoi colleghi di aver avuto "terribili problemi" durante il volo con l'aereo di linea, e il sistema MCAS, che ha causato due disastri, era "fuori controllo" e generalmente "aveva gravi difetti".

A 4000 piedi a 230 nodi, l'aereo si livella come un matto!

È una citazione letterale dalla corrispondenza.

Sì, si trattava di testare i controlli su un simulatore di volo e Boeing sta ora cercando di affermare che il pilota, dicono, ha sbagliato sul fatto che fosse lui a essere difettoso, e non il sistema 737 MAX. Tuttavia, Forkner era ben consapevole del problema. Scrive che, dopo aver dichiarato dopo i test che "va tutto bene" con il liner, "ha effettivamente mentito ai regolatori, anche se involontariamente".

La cosa più spiacevole è che i rappresentanti della società hanno fornito questa corrispondenza al Comitato della Camera dei Rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti sui trasporti, i cui membri stanno indagando sulle cause degli incidenti aerei in Etiopia e Indonesia, proprio ora! È stata questa "lentezza" che ha causato una vera esplosione di indignazione nella FAA. Il suo amministratore Stephen Dixon ha richiesto per iscritto al capo della Boeing una spiegazione sia sul contenuto del documento stesso, sia, prima di tutto, sui motivi per cui non è stato portato al regolatore immediatamente dopo la sua scoperta. L'Agenzia Federale ha espresso "sconcerto e delusione" per le azioni della società e ha ammesso onestamente di non sapere nemmeno come reagire a quanto accaduto ... Non c'è dubbio che la reazione seguirà e sarà molto, molto negativa. Il Washington ufficiale non ha altra scelta che fare della Boeing il vero capro espiatorio per tutto ciò che è accaduto. (Inoltre, ci sono motivi più che sufficienti per questo!) In caso contrario, la responsabilità sarà a carico degli Stati Uniti d'America come stato. Almeno per quanto riguarda uno dei due incidenti aerei con il 737 MAX, tutto sta già succedendo.

Chi risponderà?


Il mese prossimo dovrebbero essere resi pubblici i risultati della relativa indagine condotta in Indonesia. Finora i funzionari coinvolti in questo caso si sono astenuti dal commentare, ma sono già trapelate informazioni alla stampa (compresa quella americana), secondo cui si possono muovere accuse non solo contro la stessa Boeing, ma anche contro “chi non ha assicurato un adeguato controllo sulla sicurezza voli di agenzie governative statunitensi ”. Inoltre, è possibile presentare reclami contro il produttore dell'aereo non solo per "difetti critici nella progettazione dell'aeromobile" e per il loro occultamento, ma anche per "manutenzione impropria dell'aeromobile" e "scarsa formazione dei piloti che hanno commesso una serie di errori". Insomma, gli indonesiani intendono chiedere ai colpevoli, come si dice, durante tutto il programma. Devo dire che Boeing è da tempo pronta per questo, almeno sotto l'aspetto materiale. Un corrispondente fondo di compensazione è già stato creato lì per un importo di $ 50 milioni, da cui ogni famiglia i cui membri sono morti in incidenti aerei in Indonesia ed Etiopia riceverà circa $ 145. Inoltre, come affermato dal gestore di questo fondo, l'avvocato Ken Feinberg, dalle vittime al ricevimento dei pagamenti, non saranno nemmeno tenuti a rifiutarsi di presentare ulteriori reclami contro la società. Boeing prevede anche di supportare quelle regioni di entrambi i paesi in cui si è verificato il crash, stanziando circa lo stesso importo per questo.

Devi capire che la società fa tutto questo non per altruismo e, certamente, non per una buona vita. Nel secondo trimestre di quest'anno, Boeing ha subito la più grande perdita nella storia dell'azienda: quasi 3 miliardi di dollari. I ricavi trimestrali sono diminuiti del 35% durante questo periodo a $ 15,7 miliardi. Secondo le previsioni degli esperti, la società può solo sognare la tradizionale "palma" nella consegna degli aerei passeggeri quest'anno. Molto probabilmente, la leadership passerà al suo eterno concorrente: Airbus. Allo stesso tempo, va notato che il buco di 5,6 miliardi di dollari di entrate e 8.7 miliardi di dollari di profitto (per il trimestre) è stato realizzato proprio dal compenso pagato dai produttori di aeromobili per il 737 MAX che erano "agganciati" in tutto il mondo. Tuttavia, questo non è tutti i problemi della società. Non dovremmo dimenticare più di quattrocento cause legali contro di lei, presentate dai piloti di questo modello di navi. Tutti accusano Boeing di una e la stessa cosa: "nascondere consapevolmente difetti di progettazione critici", che hanno portato alla morte di persone e potrebbero letteralmente costare la vita a ciascuno di loro. Ci sono tutte le ragioni per credere che le possibilità di vincere le cause legali su questo tema non saranno dalla parte del produttore di aeromobili. E questo significa nuove inevitabili perdite, sia finanziarie che reputazionali.

Boeing si sta arricchendo di un pensiero ...


Nel frattempo, la società continua a costruire piani veramente "napoleonici" per recuperare le posizioni perse. Quindi, gli analisti di Boeing quest'anno, sudando la fronte, stavano calcolando le prospettive e le opportunità che il rapido sviluppo del mercato cinese dei passeggeri aerei promette ai loro datori di lavoro. Secondo i calcoli ottenuti di conseguenza, se ora il Celeste Impero rappresenta il 15% della flotta aerea civile mondiale, allora entro il 2038 questa cifra salirà al 18%. Pertanto, la Cina lascerà indietro anche gli Stati Uniti su questo tema. Di conseguenza, come ha calcolato la società, nei prossimi 20 anni, i compagni cinesi avranno inevitabilmente bisogno di circa 7,7mila nuovi velivoli, per i quali dovranno sborsare 1,2 miliardi di dollari! E oltre a spendere 1,6 trilioni di dollari per i loro servizi commerciali. L'azienda si è preoccupata di tenere assolutamente conto di tutte le sfumature. Pertanto, Pechino prevede di vendere circa 6mila veicoli a cassone stretto e circa 1,8mila veicoli a cassone largo. Il che, a proposito, significherà triplicare la flotta cinese di tali aerei. Tutto questo suona, ovviamente, estremamente allettante, ma chi ha detto che tutti questi acquisti verranno effettuati da Boeing ?! Da un lato, la "guerra commerciale" tra Washington e Pechino non si avvia assolutamente verso il completamento. Al contrario, le "battaglie" sul suo fronte, che periodicamente divampano, di tanto in tanto, sono sempre più feroci. È improbabile che i cinesi si precipitino a sostenere l'economia il suo stesso avversario con le quantità da capogiro espresse sopra. D'altra parte, il punto principale solleva grandi domande: l'affidabilità dei rivestimenti dell'azienda. È altamente dubbio che la Cina chiuda un occhio su questo problema, trascurando la sicurezza dei propri cittadini.

Si ha l'impressione che la società continui ad essere perseguitata da una sorta di destino malvagio. Ciò è particolarmente vero per lo stesso modello 737 "sfortunato". Nonostante il fatto che Eric Lindblad, vice presidente della Boeing, che ci ha lavorato per 34 anni e dall'agosto 2018 fosse responsabile della produzione del fatale 737 MAX, si sia dimesso dal suo incarico quest'estate, questo non ha aiutato molto. Così, di recente, sono stati identificati difetti nel supporto delle ali nel 5% di quasi settecento modelli 737 Next Generation testati. Secondo gli esperti, il problema è più che serio: la distruzione di una parte chiamata "forchetta di cetriolo" (vale a dire, in essa sono state trovate crepe insidiose), può portare non solo alla perdita del controllo dell'aereo da parte dei piloti, ma anche al fatto che lo è cadrà a pezzi nell'aria. Naturalmente, la società conduce ispezioni antincendio su tutti gli aeromobili di questo modello, promettendo di effettuare le necessarie sostituzioni e riparazioni "il prima possibile". E allo stesso tempo si sta preparando a problemi con le compagnie aeree, che devono rimuovere urgentemente questi 737 dalle linee ... Inoltre, i problemi con MAX, che, contro le promesse in precedenza, avranno la possibilità di tornare in cielo non prima del prossimo anno, hanno influito anche sui tempi l'accettazione in funzione di un altro modello Boeing promettente - 777X. Ma la società riponeva grandi speranze nella lotta per il mercato dei trasporti a lunga distanza! La compagnia aerea australiana Qantas Airways prevede di ricevere il primo 350-777 da 8 posti nel 2022 e ha anche promesso di lanciare un volo Londra-Sydney nel 2023 con una durata senza precedenti di 21 ore.

Purtroppo, quando decollerà l'aereo di questa serie, ora è difficile dirlo. Il portavoce della società Paul Bergman ha già dichiarato che la Boeing "è costretta a riconsiderare i piani di sviluppo di questa serie" e "modificare il programma" del suo sviluppo e rilascio. È chiaro che non nella direzione dell'accelerazione. È vero, il record di volo aereo commerciale senza scalo avvenuto l'altro giorno (16mila 309 chilometri in 19 ore e un quarto) sulla rotta New York-Sydney è stato comunque effettuato da una compagnia Boeing. Questo percorso è stato percorso dal 787-9 Dreamliner. Tuttavia, c'erano solo 40 passeggeri e dieci piloti a bordo. Ovviamente non il volume di traffico su cui l'Australia contava quando sognava un 777X nuovo di zecca. Ebbene, il tempo dirà quali record Boeing riuscirà a stabilire in futuro, in termini di autonomia di volo o scala delle perdite.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Arkharov Офлайн Arkharov
    Arkharov (Grigory Arkharov) 21 October 2019 09: 41
    -1
    Un pio desiderio, ho paura. Chi ha fatto questo autore non solo seppellito qui ...
  2. bobba94 Online bobba94
    bobba94 (Vladimir) 22 October 2019 12: 38
    0
    Letteralmente oggi ho letto il messaggio che dall'inizio dell'anno c'era un solo acquirente del Sukhoi Superjet 100 (SSJ-100). Un aereo è stato venduto in 10 mesi.
  3. SANDRO Офлайн SANDRO
    SANDRO (Sandro) 22 October 2019 16: 23
    +1
    Il 747 ° è salito al cielo, pensaci, 50 anni fa! Ricorda la flotta aerea sovietica di quegli anni e ti sarà chiaro che "Boeing" è entrato per sempre nel mondo dell'aviazione! Sì, Boeing ha problemi oggi al di sopra del tetto, ma il punto è che alla fine si rimetteranno in piedi, correggeranno gli errori e inizieranno di nuovo a condividere la leadership mondiale con Airbus e la compagnia Sukhoi SSJ-100, che ha Soviet radici tecnologiche e, nonostante abbia dotato il suo "Sukhari" del 70% di componenti stranieri, perderà la corsa mondiale per la produzione di aerei passeggeri e, come sempre, a secco!