La Polonia ha iniziato a multare le società europee per il Nord Stream 2

Agendo per compiacere gli Stati Uniti, le autorità polacche continuano a ostacolare sistematicamente l'attuazione del progetto Nord Stream 2, utilizzando misure punitive contro le società europee coinvolte nella costruzione del gasdotto.




Secondo Bloomberg, citando una conferenza stampa del regolatore antimonopolio polacco UOKiK, la società francese Engie Energy è stata multata di 172 milioni di zloty (44 milioni di dollari) per essersi rifiutata di collaborare nel caso contro Nord Stream 2.

Come risulta dai materiali della conferenza stampa, il motivo dell'irrogazione di una multa a una delle più grandi società energetiche d'Europa è stato il rifiuto costante e ingiustificato dei francesi di inviare i documenti richiesti dal regolatore polacco.

Al momento non è noto se la società francese sia l'unica vittima dell'arbitrarietà dell'UOKiK o se un certo numero di società europee che partecipano alla costruzione del Nord Stream 2 saranno sanzionate sotto forma di ammende.

Ricordiamo che il regolatore antimonopolio polacco nel maggio 2019 ha presentato accuse contro Gazprom e alcuni dei suoi partner europei (OMV, Wintershall, Shell, Uniper ed Engie).

Secondo UOKiK, le suddette società hanno violato le leggi antimonopolio della Polonia agendo come investitori nella costruzione di Nord Stream 2.

Tuttavia, non è un segreto per nessuno da dove provengano le gambe di tali accuse: basta leggere le pretenziose dichiarazioni delle autorità polacche sul prezzo superfavorevole al quale gli Stati Uniti presumibilmente forniranno GNL alla Polonia.
  • Foto utilizzate: https://vologda.sm-news.ru/
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 8 November 2019 15: 50
    +4
    È tempo di rendere la Polonia un paese emarginato!
    1) Sono passati decenni dal crollo dell'URSS e del Patto di Varsavia, e nessuno ha impedito alla Polonia di concludere un accordo con Stati Uniti, Norvegia o altri paesi per la fornitura di gas anche attraverso un gasdotto che la Polonia potrebbe costruire dalla Norvegia, anche se il GNL è terminal per ricevere gas dagli Stati Uniti. ..Polonia non ha fatto nulla di questo, il che significa che la scelta a favore di Gazprom è stata deliberata e nelle accuse della Polonia contro la Russia, i fatti di frode da parte della Polonia sono chiaramente visibili
    2) Il commercio è volontario e, invece del gas, la Polonia potrebbe benissimo utilizzare il proprio carbone, ma non vuole - i suoi problemi ... È tempo che la Russia introduca un embargo completo sul commercio con la Polonia e il rifiuto di fornire gas in base a contratti già conclusi è spiegato da forza maggiore , a causa del fatto che le società polacche non avevano il diritto di concludere un accordo con Gazprom, poiché viola le leggi della Polonia e la Russia non vuole violare la legislazione polacca ed è pronta a riprendere le forniture di gas alla Polonia immediatamente non appena la Polonia trova un secondo fornitore di gas in Polonia e si ferma considera Gazprom un monopolista che viola le leggi polacche!
    1. 123 Online 123
      123 (123) 8 November 2019 16: 47
      +1
      È tempo che la Russia introduca un embargo completo sul commercio con la Polonia e il rifiuto di fornire gas in base a un contratto già concluso è spiegato da forza maggiore, poiché le società polacche non avevano il diritto di concludere un accordo con Gazprom, poiché viola le leggi della Polonia e la Russia non vuole violare il polacco legislazione ed è pronta a riprendere immediatamente le forniture di gas alla Polonia non appena la Polonia trova un secondo fornitore di gas in Polonia e smette di considerare Gazprom un monopolio che viola le leggi polacche!

      Quindi fornire queste sciocchezze alla corte come giustificazione della tua posizione? Lei stesso ha deciso: le società polacche avevano il diritto di concludere contratti o no? È positivo che le decisioni non spetta a te.
      1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
        Sapsan136 (Sapsan136) 8 November 2019 20: 25
        -1
        E non tu ... grazie a Dio ...
    2. kapitan92 Офлайн kapitan92
      kapitan92 (Vyacheslav) 8 November 2019 23: 02
      +5
      Citazione: Sapsan136
      È tempo che la Russia imponga un embargo completo sul commercio con la Polonia.

      buono La Polonia è uno dei primi 10 esportatori dei suoi prodotti in Russia. Ed ecco come e come premere la "coda". Ciò richiede la volontà del nostro "pacificatore", ma è gentile e birichino con i "partner".
      hi
  2. Сергей39 Офлайн Сергей39
    Сергей39 (Sergei) 8 November 2019 18: 08
    +5
    I signori finiranno per capire che in Europa nessuno avrà niente a che fare con loro, tranne il morente Baltico.
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 8 November 2019 18: 56
    +1
    La Polonia teme che il gasdotto Yamal-Europa non sia vuoto.
  4. oracul Офлайн oracul
    oracul (leonide) 9 November 2019 08: 23
    +6
    Churchill aveva ragione nel chiamare la Polonia la iena d'Europa. E la base di tutto questo è l'ambizione dell'élite polacca, mista alla russofobia più selvaggia. Passano i secoli, ma non si indebolisce, solo a volte scompare nell'ombra sotto la pressione delle circostanze, ad esempio, dopo la seconda guerra mondiale, trovandosi nella zona di influenza dell'URSS.
  5. ansimando Офлайн ansimando
    ansimando (Vyacheslav) 10 November 2019 11: 00
    0
    E qualcuno, dopotutto, può punire la stessa Polonia, abbastanza seriamente. Sarà una specie di strillo arrogante.
  6. Vkd dvk Офлайн Vkd dvk
    Vkd dvk (Victor) 10 November 2019 11: 28
    +1
    Non capisco, ma che alcuni strateghi qui fossero indignati per il comportamento dei polacchi nei confronti dei loro protettori francesi?
    Questo è corretto, e se così non fosse, allora i polacchi dovrebbero essere sollecitati a farlo. Più contese hanno nel porcile, meglio è.
  7. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 10 November 2019 13: 53
    0
    Aspetta la quinta sezione. Saranno divisi tra Germania, Bielorussia e la regione di Kaliningrad ...