La Cina pagherà la Crimea in rubli

Recentemente, la penisola di Crimea ha attirato sempre più l'attenzione degli investitori stranieri. Le aziende di molti paesi intendono investire nella creazione di un'impresa in Crimea e nello sviluppo delle infrastrutture della Crimea, ma tra le prime c'è l'attività cinese. Come sapete, le aziende cinesi lavorano attivamente da molto tempo nella Federazione Russa, impegnate nella costruzione di infrastrutture.




A questo proposito, la Crimea è di grande interesse per i costruttori cinesi. La penisola è andata in Russia con uno stato di infrastrutture estremamente insoddisfacente. Affinché la Crimea acquisisca un volto moderno, c'è ancora molto da fare: costruire strade, strutture sociali.

Il governo della Repubblica di Crimea svilupperà contatti con aziende cinesi. Le aziende cinesi stanno già partecipando alla costruzione di strutture piane all'aeroporto di Simferopol. Quando nel 2016 è nata la necessità per la costruzione del ponte energetico di Kerch, le aziende cinesi hanno subito offerto i loro servizi. Oltre alla costruzione dell'autostrada Tavrida, che dovrebbe collegare Kerch con Sebastopoli, passando per tutta la penisola, in Crimea verranno costruite altre strade, sia lungo la costa marittima che nelle profondità della penisola.

Le autorità della repubblica sono interessate ad attirare investitori cinesi per la costruzione di infrastrutture, lo sviluppo dell'agricoltura e dell'industria nella penisola. Per attirare l'attenzione degli investitori cinesi, nel maggio 2016, rappresentanti della Repubblica di Crimea si sono recati a Pechino, dove hanno presentato le opportunità di investimento della penisola ai rappresentanti delle strutture commerciali e governative cinesi. Dopo la presentazione, l'interesse dei cinesi a investire in l'economia la penisola sorse, le imprese edili e agricole del Medio Regno si trasferirono in Crimea.

Nel febbraio 2018, nel distretto di Krasnogvardeisky in Crimea, un investitore cinese ha avviato la costruzione di un complesso di serre specializzato nella coltivazione di pomodori e cetrioli. I residenti locali sono contenti del progetto cinese, perché si tratta di nuovi lavori, con i quali la Crimea ha ancora grossi problemi. I cinesi stanno per realizzare una serie di altri progetti nel campo dell'agricoltura nella penisola.

È interessante notare che le società cinesi sono pronte a stabilirsi sia in yuan che in rubli. Recentemente, Russia e Cina hanno intrapreso operazioni commerciali tra loro utilizzando valute nazionali. Gli insediamenti in yuan e rubli consentono di sbarazzarsi della dipendenza dal dollaro e di aumentare l'efficienza dei meccanismi commerciali tra i due paesi.

Attrarre investitori cinesi non solo contribuisce allo sviluppo dell'economia della penisola di Crimea, alla creazione di nuovi posti di lavoro, ma rafforza anche i legami bilaterali tra Russia e Cina e, cosa più importante, sottolinea che il mondo riconosce la Crimea come russa ed è pronto a collaborare con essa nello status di regione russa.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. master2 Офлайн master2
    master2 (Zhora) 8 può 2018 22: 54
    -2
    "aziende di molti paesi" - bene, bene! Elenco dei paesi per favore.
    1. Vkd dvk Офлайн Vkd dvk
      Vkd dvk (Victor) 11 può 2018 22: 13
      +1
      Dopo il riconoscimento dell'adesione alla Russia. E PRIMA di questo, la Cina farà ciò che è necessario sia per noi che per loro. Il riconoscimento della Russia sovietica iniziò in Scandinavia. L'opportunità di guadagnare bottino, ha costretto un branco di sorpassi a vicenda per irrompere nella creazione dell'industria russa.