Boeing non decollerà quest'anno. Ma non crollerà


Un nuovo attacco sta per cadere sulla società aeronautica americana. Come se le colossali perdite subite dalla compagnia quest'anno a seguito del divieto di volo degli aerei di linea Boeing 737 MAX non fossero sufficienti, la Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti ha recentemente annunciato la sua intenzione di riscuotere una multa aggiuntiva di 3.9 miliardi di dollari. Il motivo è l'installazione su oltre 130 aeromobili di parti ovviamente di bassa qualità, i cui difetti sono stati nascosti dal produttore dell'aeromobile.


È molto probabile che dopo la storia scandalosa con il "programma killer" che ha portato ai due disastri del 737 MAX, i controllori di Washington intendano non solo "smontare" ciascuna delle macchine alate uscite dalla catena di montaggio della sciocca corporation, ma anche riprendersi da essa per ogni difetto che hanno scoperto nel modo più grave. Come questo potrebbe influenzare il futuro di uno dei principali produttori mondiali di aviazione attrezzatura?

737 MAX - il cielo è ancora chiuso


Quando il processo di indagine sulle cause degli incidenti del Boeing 737 MAX in Indonesia ed Etiopia stava appena cominciando a "srotolarsi", l'atteggiamento della società era più o meno ottimista: "Pensa, disastri ... Pagheremo compensi, elimineremo le carenze, investiremo in pubblicità e tutto sarà al suo meglio! " Tuttavia, tutto si è rivelato non così facile e semplice. E la questione non è nemmeno nel numero delle vittime di questi incidenti, stimato in tre e mezzo cento persone. Gli aeroplani, ahimè, sono caduti da quando il primo di loro ha preso il volo e le persone muoiono, quasi sempre. Ci sono state tragedie con un gran numero di vittime, anche se entrambi i disastri sono già entrati nella lista dei cento più sanguinosi ... Il punto è che in entrambi i casi gli incidenti mortali non sono stati causati da una coincidenza fatale, non da un errore del pilota o qualcosa del genere, ma da una deliberata le azioni dei costruttori di aerei, che hanno deciso di correggere i propri "stipiti", hanno permesso nella progettazione e costruzione di navi di linea, installando un sacco di programmi per computer "intelligenti", che si sono rivelati, alla fine, non salvifici, ma mortali. Inoltre, la stessa FAA, per non parlare delle compagnie aeree, dei piloti e dei passeggeri, guidava anche per il naso. Boeing è letteralmente riuscita in un anno a perdere la fiducia e il rispetto che si è guadagnata sin dal suo inizio - un centinaio di anni.

È per questo che ora ogni nodo, ogni dettaglio del suo aereo viene controllato e ricontrollato più di una volta e con evidente passione. Considerando quanto un moderno liner contiene tutti i tipi di sistemi e assiemi che possono (e dovrebbero!) Essere ripetutamente testati per resistenza e affidabilità, poi le dichiarazioni incoraggianti fatte di volta in volta per conto della compagnia che la FAA può consentire voli 737 MAX anche prima alla fine di quest'anno sembra ottimismo del tutto inappropriato. Allo stesso modo, la speranza espressa dai rappresentanti della Boeing l'11 novembre che il "bene" per la ripresa delle consegne degli aerei di linea di questo modello (inclusa la sua nuova versione, la più grande recentemente presentata in un "cerchio ristretto" nello stabilimento della società a Renton), sarà data dai funzionari federali a dicembre. Di recente, anche i media americani non hanno preso sul serio tali prospettive. In particolare, il New York Times alla fine del mese scorso ha espresso forti dubbi sul fatto che il 737 MAX sarebbe decollato anche a gennaio 2020. Ma questa era inizialmente considerata la scadenza più lunga ... Nel frattempo, qualsiasi tentativo da parte dell'azienda di "accelerare il processo" viene interrotto sulla persistenza del cemento armato della FAA: "Nessuno volerà da nessuna parte finché non avremo terminato tutti i test". Tuttavia, Boeing sta cercando di ribaltare anche questa situazione a proprio vantaggio, proclamando in anticipo che dopo una serie di "controlli incredibilmente severi", il 737 MAX può essere considerato quasi "il velivolo più sicuro al mondo". Bene, abbiamo già sentito qualcosa di simile da loro ...

Una volta ho mentito


La perdita di fiducia in una questione così delicata e responsabile come la costruzione di aerei è, come si suol dire, la morte come per qualsiasi produttore. Inoltre, "colpi" informativi che incidono negativamente sull'immagine e sulla reputazione aziendale della società, come la pubblicazione di conclusioni ufficiali sulle cause delle catastrofi in Indonesia ed Etiopia, che non la colorano minimamente, si sovrappongono anche a scandali interni che hanno iniziato a tormentare la società. Quindi, si è saputo che oltre a un contenzioso con quattrocento piloti di tutto il mondo che hanno citato in giudizio Boeing per aver consapevolmente messo in pericolo le loro vite, la società ha anche ricevuto una causa da uno dei suoi azionisti! Accusa il consiglio di amministrazione della società di "inazione criminale", che ha portato a due incidenti aerei. Tuttavia, l'essenza principale dell'affermazione è che, secondo l'opinione dell'azionista di Boeing, la sua gestione "ha ritardato in modo inaccettabile il processo di indagine sulle cause dell'incidente", "rovinando così la reputazione" della società, causandole perdite e, di conseguenza, causandogli un danno diretto, come azionista. È chiaro che è improbabile che questa causa sia l'ultima goccia per una società che non ha il tempo di contare i soldi per vari pagamenti di compensazione, tuttavia, sicuramente non gioverà alla sua reputazione già offuscata. In questa materia, anche i tentativi più disperati della Boeing per salvare la situazione, come la promessa giurata dei suoi rappresentanti di investire almeno un miliardo di dollari in qualche "progetto globale per migliorare la sicurezza aerea", sono di scarso aiuto. È vero, intendono farlo solo dopo che il divieto di funzionamento del 737 MAX sarà revocato.

Tuttavia, secondo il famoso detto, non c'è fede in coloro che una volta mentirono. La stessa Federal Aviation Administration degli Stati Uniti, come già accennato in precedenza, che mirava a multare la corporation per quasi 4 miliardi, la biasima non solo per il fatto di non aver rintracciato i propri fornitori, che "vendevano" componenti ovviamente scadenti che non rispondevano ai requisiti dell'azienda. alla qualità, ma qualcosa di più serio. Sì, 133 737 MAX e 737 NG hanno ricevuto parti "prodotte in modo errato" per le lamelle che, secondo gli esperti della FAA, potrebbero semplicemente cadere a pezzi nell'aria ... Ma l'accusa principale è altrove: i controllori sono sicuri che la società ha presentato domanda per la certificazione finale di questi velivoli, sapendo già con certezza che hanno parti difettose che non resistono a prove di resistenza. La Boeing, che ha un mese per sfidare queste conclusioni estremamente dure, le nega nel modo più categorico: dicono, i problemi sono stati risolti e abbiamo già "sistemato" tutto con le compagnie aeree clienti. È difficile prevedere se la società riuscirà a evitare un altro colpo reputazionale e finanziario. A volte sembra che sia perseguitata da un destino davvero malvagio. Uno degli ultimi incidenti con il loro modello 777, sebbene obsoleto, si è verificato il 21 novembre. Poi un'altra tragedia è quasi finita con il volo PR113 della Philippine Airlines, i cui passeggeri erano in rotta da Los Angeles a Manila. Dopo il decollo dell'aereo di linea, si è verificata un'esplosione e quindi l'accensione del suo motore destro. Fortunatamente, grazie alla professionalità dei piloti, non ci sono stati feriti. Ma ancora una volta il nome Boeing non suonava nel contesto migliore.

Salvataggio di Boeing privati


Nell'anniversario del primo incidente aereo fatale, il CEO di Boeing Denis Muilenburg ha dovuto testimoniare davanti ai membri del Comitato per il commercio del Senato degli Stati Uniti. A questo spiacevole evento ha preso parte anche il vicepresidente dell'azienda, uno dei suoi ingegneri capo, John Hamilton. Tipicamente, anche la quasi onnipresente stampa americana non è riuscita a scoprire alcun dettaglio delle udienze che hanno avuto luogo quel giorno. Tuttavia, non sorprende: quando si tratta di momenti che, in primo luogo, non colorano completamente uno dei simboli riconosciuti degli Stati Uniti e, in secondo luogo, quelli che riguardano realmente la sicurezza nazionale del paese, il velo di segretezza rimane impenetrabile sia per i media che per la società. E non c'è dubbio che la sopravvivenza di Boeing sia fondamentale non solo per i suoi dipendenti e azionisti, ma per tutti gli americani. Secondo l'opinione unanime di seri esperti, il fallimento di questa società diventerà inevitabilmente un armageddon economico per gli Stati Uniti. Non si tratta di un paio di compagnie petrolifere di scisto "che scoppiano" che vengono create e muoiono a centinaia come mosche. Si tratta delle basi. E mentre i federali della FAA stanno scuotendo l'anima dalla società, i generali del Pentagono si stanno affrettando ad aiutarla insieme ai funzionari del Dipartimento di Stato. Non solo le forze armate statunitensi, ma anche i loro alleati della NATO sono coinvolti nel salvataggio del "Boeing privato", i cui membri nel prossimo futuro dovranno partecipare finanziariamente a questo salvataggio.

Negli ultimi giorni di novembre, il presidente della Boeing International Michael Arthur e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg hanno firmato un contratto da un miliardo di dollari per migliorare il comando militare AWACS e gli aerei di preallarme in servizio presso la base militare di Melsbrook in Belgio nell'atmosfera più solenne. Rappresentanti delle alte parti contraenti hanno persino scattato una foto commemorativa davanti a uno di questi "tabelloni" e il Segretario generale ha pronunciato un discorso appropriato in cui ha chiamato AWACS "gli occhi della NATO nel cielo", menzionando che questi aerei spia "hanno fornito le operazioni dell'Alleanza per decenni". ... I nord atlantisti hanno attualmente 14 velivoli di questo tipo (Boeing E-3 Sentry), e se si considera che il programma per il loro utilizzo è stato lanciato durante la Guerra Fredda, nel 1982, è un po 'per "rinnovare" questi "vecchi" volanti è quasi ora. Secondo i piani della NATO, dopo aver subito una "profonda modernizzazione", gli AWACS disponibili potranno rimanere in servizio almeno fino al 2035. A proposito, come è diventato noto, in fase di miglioramento, hanno in programma di installare alcuni "importanti servizi controllati dall'intelligenza artificiale". Mi chiedo se gli specialisti Boeing renderanno felici i piloti militari dell'Alleanza con qualche programma "carino" come MCAS, che ha rovinato facilmente due 737 MAX ?! A dire il vero, l'emergere di problemi per la NATO con i suoi "occhi volanti", che sono assolutamente inequivocabilmente modernizzati per l'uso contro la Russia, personalmente non mi causerà molta simpatia, mi scusi ...

In ogni caso, anche se ancora parzialmente inchiodato a terra, Boeing non si arrende e continua a sperare di poter nuovamente spiegare le ali. La cosa principale è che, se ciò accade, le ali sono affidabili. Per fare questo, l'azienda deve trarre conclusioni da quanto accaduto non con le parole, ma con i fatti, e fermare pericolosi "esperimenti", che sono, di fatto, un gioco con vite umane.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Arkharov Офлайн Arkharov
    Arkharov (Grigory Arkharov) 11 dicembre 2019 09: 00
    -1
    Bene, il prossimo volerà. Tali errori sistemici non sono la prima volta nella storia dell'aviazione, ricordate il TU-104 con il suo "pickup".
    1. Il commento è stato cancellato
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 11 dicembre 2019 09: 29
    +2
    IMHO, una mosca gonfia. A quanto pare, hanno deciso di trattenersi.
    Ma: il militare non è interessato. Anche razzi. Anche la cantieristica navale. Anche lo spazio. Anche la costruzione del motore. Così fa la ricerca tecnologica.
    Gli altri modelli di aeromobili non sono interessati.

    Quindi, esci. Anzi. Dobbiamo comprare azioni e aerei a buon mercato ...

    Mi chiedo quanto abbiano rilasciato quest'anno ... Ma a riguardo ovunque - silenzio ... dettagli non patriottici ????
  3. Ivan Dovgy Офлайн Ivan Dovgy
    Ivan Dovgy 11 dicembre 2019 12: 23
    0
    È ora che Boeing si sbarazzi delle azioni Embraer per non screditare il produttore brasiliano.