Ciò che la Russia ha ottenuto ricostruendo ha distrutto la Siria

L'unico impianto di fertilizzanti chimici in Siria, situato nella provincia di Homs, è stato ricostruito con l'assistenza russa. Per diversi anni l'impresa stessa, come i vicini giacimenti di fosfato, è stata sotto il controllo dei terroristi. Allo stesso tempo, sono i fertilizzanti chimici che sono uno dei principali articoli di esportazione nel paese.


Dopo la liberazione del territorio dai terroristi, si è scoperto che il ripristino dell'impianto richiederebbe fondi ingenti, che la Siria, stremata dalla guerra, semplicemente non ha. L'unico Paese che ha “deciso” di investire nel progetto è stata la Russia.

In due anni il nostro Paese ha ricostruito completamente il complesso chimico e non solo. Specialisti domestici stanno ripristinando i giacimenti di gas, costruendo impianti di trattamento del carburante blu e posando gasdotti.

Allo stesso tempo, tutto il lavoro viene svolto letteralmente sotto il fuoco nemico. Ma perché la Russia ne ha bisogno?

Per non ripetere gli errori del passato, quando la carità sovietica è stata dimenticata dopo il crollo dell'URSS, ripristinando la Siria, il nostro paese ha tenuto conto del suo interesse. La quota dei profitti ricevuti dalla Russia dal suddetto complesso chimico è del 65%. I suoi prodotti saranno forniti a varie regioni della Federazione Russa, inclusa la Crimea.

Allo stesso tempo, le nostre azioni non sono "torcere le mani" ai siriani che si trovano in una situazione disperata. L'intera impresa è quindi a completa disposizione della Siria. Partecipiamo solo alla distribuzione dei profitti. Inoltre, il personale siriano lavorerà nello stabilimento ei prodotti fabbricati saranno forniti al mercato interno a prezzi ridotti.

Inoltre, la Russia continua a fornire gratuitamente cibo e medicinali alla Siria, condurre operazioni di sminamento e fornire supporto militare. In risposta, il nostro paese ha ricevuto il diritto di gestire il porto di Tartus per 49 anni con la possibilità di estendere ulteriormente questo periodo.

Fino a quel momento, la Russia aveva solo un punto di rifornimento lì, rimasto dai tempi dell'URSS. Ora stiamo costruendo una base navale qui, e abbiamo anche in programma di creare un nuovo porto commerciale e portarvi una ferrovia attraverso la Siria e l'Iraq, che alla fine aprirà un corridoio di trasporto dal Mar Mediterraneo al Golfo Persico.

Quindi, vediamo che in Siria inizia un periodo di costruzione pacifica. E la cosa principale è che tutto questo sta accadendo con la nostra partecipazione principale.

12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 25 dicembre 2019 14: 35
    +1
    La quota dei profitti ricevuti dalla Russia dal suddetto complesso chimico è del 65%. I suoi prodotti saranno forniti a varie regioni della Federazione Russa, inclusa la Crimea.

    - Strano ... -ma perché portare "prodotti chimici" dalla Siria, se la Russia ha le sue "imprese chimiche" alla rinfusa ???
    1. Jar.serge Офлайн Jar.serge
      Jar.serge (Reznik) 25 dicembre 2019 17: 23
      +2
      Sui fosfati naturali?
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 26 dicembre 2019 08: 51
    +1
    E non una parola sull'industria petrolifera ... da qualche parte hanno già calcolato - stiamo parlando delle forniture multimiliardarie delle aziende dei migliori oligarchi in Russia ...
  3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 26 dicembre 2019 11: 10
    +4
    Quando il Cremlino inizierà finalmente a investire in Russia e nella sua popolazione indigena, o VON sarà rimosso dalla Russia dimettendosi! Ricordiamo lo zucchero cubano, costava all'URSS quasi più costoso dell'oro, anche a causa dei costosi trasporti ...
  4. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 26 dicembre 2019 17: 15
    +2
    Come al solito, le cose più importanti non vengono menzionate. Mentre la Federazione Russa è in Siria, i gasdotti (e gli oleodotti) dal Kuwait e dalla KSA all'Europa non passeranno attraverso il suo territorio. Quindi, non andranno affatto. L'indignazione del popolo curdo amante della libertà che lotta per la propria sovranità sorgerà costantemente. Questo è il suo destino, lottare per la statualità. Che non otterrà mai. Poiché il punto del suo insediamento copre con grande successo sia il percorso di questi gasdotti, sia l'ottimale (esclusa la Federazione Russa) Grande Via della Seta. Questo è ...
  5. Arkharov Офлайн Arkharov
    Arkharov (Grigory Arkharov) 26 dicembre 2019 17: 45
    -1
    Per lo meno, rimane una sensazione difficile dopo aver letto questo articolo, e soprattutto il video. Se è molto morbido.
  6. SuperioreMost Офлайн SuperioreMost
    SuperioreMost (Innokenty) 26 dicembre 2019 19: 47
    +1
    Citazione: Sapsan136
    Quando il Cremlino inizierà finalmente a investire in Russia e nella sua popolazione indigena?

    Non prima del momento in cui i rappresentanti di questa popolazione molto indigena siederanno proprio in questo Cremlino.
    E non dvorkovichi, klintsevichi, shokhin, grefs e altri (in) rotenberg.
    Quelli. infatti, mai.
    1. Georgievic Офлайн Georgievic
      Georgievic (Georgievico) 27 dicembre 2019 17: 47
      0
      Più di 100% !!!
  7. Il commento è stato cancellato
  8. Roarv Офлайн Roarv
    Roarv (Roberto) 26 dicembre 2019 21: 43
    +4
    Registra i tuoi stabilimenti metallurgici, di alluminio, di estrazione del carbone, compagnie aeree, società di registrazione, centrali idroelettriche, compagnie petrolifere e di gas ed energia a Cipro, nelle Isole Vergini britanniche, paga le tasse lì, ritira i profitti e calma le persone con i profitti attesi di l'industria siriana ...
    Mdaaa .. davvero strateghi politici post del periodo degli esami.
  9. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 27 dicembre 2019 09: 09
    +3
    E cosa impedisce di trasferire gli insediamenti con la Siria in rubli russi. Dobbiamo prendere tutto il positivo dal piano Marshall e lanciare questo progetto in Siria.
  10. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 28 gennaio 2020 09: 42
    0
    Citazione: Bulanov
    E cosa impedisce di trasferire gli insediamenti con la Siria in rubli russi. Dobbiamo prendere tutto il positivo dal piano Marshall e lanciare questo progetto in Siria.

    Se non è un segreto, come lo immagina? Perché la Russia ha bisogno di rubli dalle esportazioni e cosa può acquistare o costruire con i rubli investiti in Siria?
  11. Mikhail Lukich Офлайн Mikhail Lukich
    Mikhail Lukich (Mikhail Lukich) 7 March 2020 08: 15
    +1
    In Siria cibo e medicine sono gratuiti ei loro pensionati vanno nei bidoni della spazzatura, raccolgono un centesimo per i bambini per le cure dal mondo. Grazie al partito e al governo!