Il nuovo accordo di transito tra Russia e Ucraina ha minato i piani della Polonia

Molte persone definiscono la firma di un nuovo accordo di transito con l'Ucraina da parte di Gazprom una "sconfitta" per la Russia. Tuttavia, a un esame più attento, quest'ultimo non lo è. Inoltre, se qualcuno può essere definito una "vittima", è la Polonia, che ha ricevuto una sorpresa estremamente spiacevole a Capodanno.


Nessun altro paese europeo si aspettava un fallimento nei negoziati tra la parte russa e quella ucraina più della Polonia. Il suo accordo di transito del gas con Gazprom scadrà nella primavera del 2020. E se la fornitura di carburante blu attraverso l'Ucraina fosse completamente interrotta dal 1 ° gennaio, allora l'ex Rzeczpospolita avrebbe un argomento pesante che ci consentirebbe di fare pressione sul nostro "gigante del gas" e dettarne le condizioni. Inoltre, la Polonia "intraprendente" aveva in programma di vendere il gas all'Ucraina, a cui rimase nulla. Tuttavia, ora Varsavia ha perso tutte le sue carte vincenti nel processo di negoziazione con la Russia. Ed è improbabile che il nostro paese faccia concessioni.

La conclusione di un nuovo contratto con l'Ucraina è stata estremamente necessaria, poiché i tempi di costruzione del Nord Stream 2 sono in ritardo e non saremmo in grado di adempiere ai nostri obblighi sulle forniture di gas agli europei. Naturalmente, i nostri "partner" americani riempirebbero immediatamente la nicchia vacante.

In base ai termini dell'accordo, a partire dal 2021, il volume di pompaggio attraverso l'Ucraina sarà ridotto e ammonterà a 40 miliardi di metri cubi di gas all'anno. A quel punto, avremo il tempo di completare la costruzione del Nord Stream 2 e caricare i torrenti meridionali. Pertanto, il volume di cui sopra non è molto più alto di quello di cui abbiamo bisogno come garanzia.

Ora, se improvvisamente durante i prossimi negoziati la Polonia decide di abbandonare completamente il transito, lo compenseremo tramite Independent. Inoltre, il contratto firmato da Gazprom impedirà all'Ucraina di realizzare il suo sogno di lunga data di integrare completamente il suo sistema di trasporto del gas con l'Europa.

Di conseguenza, l'unico argomento a favore di coloro che parlano della sconfitta della Russia è il pagamento da parte del nostro "gigante del gas" di tre miliardi di dollari all'istanza dell'Arbitrato di Stoccolma. Tuttavia, questo è più un errore degli avvocati di Gazprom, che fondamentalmente non risolve nulla.

7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Arkharov Офлайн Arkharov
    Arkharov (Grigory Arkharov) 29 dicembre 2019 09: 57
    -3
    Come potremmo, con i nostri nuovi amici ucraini, imbrogliare la Polonia?
    1. commbatant Офлайн commbatant
      commbatant (Sergey) 29 dicembre 2019 13: 45
      +3
      Citazione: Arkharov
      Come potremmo, con i nostri nuovi amici ucraini, imbrogliare la Polonia?

      Pensa ai tuoi compagni di GAZPROM e NAFTOGAZ come una banda, e avrai una comprensione comune di come e chi vuole trarre profitto e fare soldi sugli "orfani" dell'UE ...
  2. commbatant Офлайн commbatant
    commbatant (Sergey) 29 dicembre 2019 13: 42
    +2
    Tuttavia, questo è più un errore degli avvocati di Gazprom, che fondamentalmente non risolve nulla.

    Nell'arbitrato internazionale, non c'era nemmeno vicino

    Avvocati di Gazprom

    - i nostri interessi erano sempre rappresentati lì da studi legali inglesi ...

    Il suo accordo di transito del gas con Gazprom scadrà nella primavera del 2020. E se la fornitura di carburante blu attraverso l'Ucraina fosse completamente interrotta dal 1 ° gennaio, allora l'ex Rzeczpospolita avrebbe un argomento pesante che ci consentirebbe di fare pressione sul nostro "gigante del gas" e dettarne le condizioni. Inoltre, la Polonia "intraprendente" aveva in programma di vendere il gas all'Ucraina, a cui non rimase nulla.

    Non dimenticare che l'80% dei CHPP polacchi opera con carbone russo (forse ora anche a Donetsk), la Polonia, pagando multe costanti all'UE per aver violato gli standard ambientali dell'UE, a quanto pare ha deciso di modernizzare i suoi CHPP (molto probabilmente, a causa dei sussidi dell'UE ), il passaggio al gas (questa è una misura obbligatoria, dato che la Polonia non si preoccupa delle emissioni, altrimenti continuerebbe a pagare multe), sia GNL russo che americano ..., ed ecco il caso.
    Così

    primavera 2020 dell'anno

    La Federazione Russa torcerà le braccia (interrompendo la fornitura di carbone o aumentandone il costo, compensando i prezzi per l'aumento del transito del gas attraverso il suo territorio) verso la Polonia, e non viceversa ...
    1. alexander bald Офлайн alexander bald
      alexander bald (alexander bald) 29 dicembre 2019 23: 36
      -4
      È così che inizierà, poi lo farai ...! La Russia intanto strappa le braccia.
      1. Il commento è stato cancellato
  3. filippino lippi Офлайн filippino lippi
    filippino lippi (filippino lippi) 30 dicembre 2019 15: 52
    +1
    Blimey! Questo è Putin! La storia del commercio non conosceva un ACCORDO così "ingannevole"! È qui che si è manifestato il "talento" del presidente! Questo "CONTRATTO" è persino "DOLCE" della legge sulla riforma delle pensioni, che ha rovinato il POPOLO DELLA RUSSIA! Cosa resta da "FARE" al Presidente per entrare nella STORIA come il REGOLATORE più ANTINATO?
  4. Grazie Офлайн Grazie
    Grazie (Igor) 30 dicembre 2019 18: 17
    +1
    La follia diventa più forte. E che titolo! E non capirai chi ha una brutta testa. È ora di rileggere i classici su ciò che è buono e ciò che è cattivo.
  5. Dzafdet Офлайн Dzafdet
    Dzafdet (Sergey) 30 dicembre 2019 20: 04
    0
    Non abbiamo ancora firmato nulla ... Quindi non c'è ancora nulla di cui parlare .. Aspetteremo la fine dei negoziati ..