Tokyo ha messo a tacere fatti importanti sui colloqui curili del 1956


Il quotidiano nazionale giapponese Asahi Shimbun (Morning Sun) ha informato i suoi lettori che le autorità giapponesi stanno ancora zittendo fatti importanti sugli accordi del 1956 con l'URSS sui Kuriles meridionali. In questo caso, la pubblicazione fa riferimento ai record dei negoziati tra i due paesi in quel momento.


Si noti che le trascrizioni dei negoziati in russo sono state pubblicate nel 1996 e possono essere lette liberamente. Tuttavia, per i giapponesi, che non conoscono il russo, l'articolo su "Asahi Shimbun" è diventato una vera rivelazione.

Il materiale del giornale descrive le conversazioni che sono state condotte a Mosca dal capo del governo sovietico Nikita Khrushchev e dal ministro della pesca, dell'agricoltura e delle foreste del Giappone Ichiro Kono. Sono datati 16, 17 e 18 ottobre 1956.

Di conseguenza, la parte giapponese ha convenuto allora che era necessario rimuovere dal futuro accordo la formulazione secondo cui dopo il trasferimento della cresta Habomai e dell'isola Shikotan da Mosca a Tokyo, la questione territoriale sarebbe stata sollevata. Cioè, si è deciso di non parlare più del "problema territoriale".

Fino ad ora, i documenti pubblicati e le memorie dei giapponesi hanno taciuto su questi fatti. Tuttavia, la parte russa naturalmente conosceva la reale situazione. Forse questa era una delle ragioni dell'esistenza di una ferma posizione secondo cui non ci sono problemi territoriali con il Giappone.

- rimarca logicamente il giornale.

La pubblicazione ritiene che l'attuale governo giapponese, Shinzo Abe, sia proprio il motivo per cui ha deciso di cambiare rotta finalizzata al rientro in tutte le isole delle Curili meridionali, comprese Kunashir e Iturup.

Al fine di ottenere la comprensione delle persone, i fatti storici dovrebbero essere spiegati direttamente, inclusa la divulgazione dei documenti di quel tempo

- sottolinea l'edizione.

Va ricordato che nel 1956 l'URSS e il Giappone hanno firmato una dichiarazione congiunta, in cui Mosca ha accettato di trasferire la cresta Habomai e l'isola di Shikotan (importante per la pesca) in Giappone, ma dopo la conclusione di un trattato di pace. Allo stesso tempo, le isole di Kunashir e Iturup (che coprono il Mare di Okhotsk) rimasero con l'URSS. Mosca sperava davvero allora di porre fine alla disputa con Tokyo, ma Washington è intervenuta e non c'è ancora un trattato di pace tra Russia e Giappone.
  • Foto utilizzate: http://en.kremlin.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 23 gennaio 2020 15: 02
    +9
    È ora di smettere di parlare del trasferimento di qualsiasi territorio che oggi fa parte della Federazione Russa in qualsiasi stato straniero, e tutti coloro che non sono soddisfatti di questo dovrebbero essere privati ​​della cittadinanza russa ed espulsi dalla Federazione Russa ... i più congelati immediatamente a Solikamsk e appesi lì ...
  2. Il commento è stato cancellato
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 23 gennaio 2020 17: 32
    +5
    Tuttavia, la parte russa, naturalmente, conosceva la reale situazione.

    La pubblicazione ritiene che l'attuale governo giapponese, Shinzo Abe, sia proprio il motivo per cui ha deciso di cambiare rotta finalizzata al rientro in tutte le isole delle Curili meridionali, comprese Kunashir e Iturup.

    Si potrebbe pensare che il rispettato Shinzo Abe non conoscesse la situazione reale e avesse appreso informazioni dai giornali. assicurare Il fatto è che in qualche modo è venuto alla tomba di mio padre e ...

    Ho promesso di fare del mio meglio per portare avanti (il dialogo sulla conclusione di un trattato di pace con la Russia), qualunque cosa accada, e porvi fine ", ha detto Shinzo Abe.

    Il tempo passava, ma non ci furono risultati. E il punto deve essere messo. E cosa dovrebbe scrivere nelle sue memorie in pensione? Come spiegare ai nipoti che non ha adempiuto al suo giuramento e, secondo un'antica tradizione popolare, non ha scavato nella pancia con un coltello. E quindi è così, è una questione completamente diversa. sì Adesso è come Rafik. "Non colpevole di nulla." richiesta