Epidemia di influenza aviaria registrata in Cina a seguito del coronavirus


Non molto tempo segnalatiche il coronavirus 2019-nCoV ha raggiunto la Russia sotto forma di due cittadini cinesi infettati in casa. E ora, si è saputo della prima morte per questa pericolosa infezione al di fuori del "Celeste Impero".


Il 1 ° febbraio 2020, dalle profondità dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il pubblico è stato informato che una delle due persone infette era morta nelle Filippine. Inoltre, entrambi i contagiati sono residenti nella città di Wuhan (Cina), che è diventata l'epicentro dell'epidemia.

Un uomo di 44 anni è registrato come la seconda persona a contrarre la nuova infezione da coronavirus (2019-nCoV) nelle Filippine. È deceduto il 1 ° febbraio 2019

- dice l'account Twitter ufficiale dell'OMS.

L'Ospedale San Lazaro e il Dipartimento della Salute hanno assicurato che sono state seguite tutte le misure per prevenire la diffusione dell'infezione, compresi i dispositivi di protezione individuale. Il Dipartimento della Salute identifica tutti coloro che possono essere entrati in contatto con i malati

- chiarito dall'organizzazione.

Secondo l'OMS, al 1 ° febbraio 2020, sono già stati registrati 126 casi di coronavirus 2019-nCoV dalla Cina verso altri 22 paesi. La geografia della diffusione dell'infezione si è ampliata. Coronavirus 2019-nCoV rilevato nelle Filippine, Australia, Vietnam, Germania, Canada, Corea del Sud, Cambogia, Malesia, Nepal, Thailandia, Singapore, USA, Francia, Sri Lanka, Giappone, India, Italia, Finlandia, Emirati Arabi Uniti, Spagna, Russia e Gran Bretagna.

Allo stesso tempo, dal 2 febbraio 2020, la situazione in Cina è la seguente: 14556 persone si sono ammalate, 305 sono morte, 340 sono state guarite. Tuttavia, i media cinesi riferiscono che un focolaio di influenza aviaria (virus H2019N5) si è verificato anche vicino all'epicentro del coronavirus 1-nCoV. L'epidemia è un allevamento di pollame nella provincia di Hunan, che confina con la provincia di Hubei a sud.

È stato chiarito che 7850 polli erano tenuti in una fattoria situata nel distretto di Shuangqing della città di Shaoyang, di cui 4500 sono stati infettati e sono morti. Successivamente, le autorità sono intervenute e hanno rimosso tutti gli uccelli dalla fattoria. Si sottolinea che finora non sono stati registrati casi di infezione umana.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vasily Vlaskin Офлайн Vasily Vlaskin
    Vasily Vlaskin (Vasily Vlaskin) 3 febbraio 2020 02:58
    0
    L'influenza delle aringhe è la più pericolosa e quindi l'aringa non si ammala.
    1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
      Alekey Glotov (alexey glotov) 3 febbraio 2020 05:39
      0
      La malattia muta ... prendere l'influenza felina non sarà più così divertente.