Il ministero della Salute ha annunciato i preparativi per l'epidemia di coronavirus


Il 4 febbraio 2020, il vice ministro della Salute Sergei Kraevoy, parlando a una riunione del comitato sanitario nella Duma di Stato, ha affermato che nonostante la mancanza di previsioni per l'ulteriore diffusione dell'infezione da coronavirus 2019-nCov in Russia, il dipartimento si sta preparando per una possibile epidemia.


Non nego o confermo. Dico ciò che è sulla stampa, che l'infezione colpisce principalmente i maschi di razza mongoloide. Come si svilupperà questa infezione nel nostro paese, non possiamo prevederlo

- ha detto Kraeva.

L'alto funzionario ha chiarito che "questo non ci obbliga a essere rassicurati, ci stiamo ancora preparando per una possibile infezione su larga scala". Ha detto che è già stato determinato un luogo in cui saranno evacuati i russi ei cittadini della CSI, esportati dalla Cina. Presumibilmente, gli operatori sanitari sono già stati inviati lì. Ma allo stesso tempo, non ha specificato esattamente dove si trova questo posto. Poco dopo, Kraevoy ha spiegato che potrebbero esserci tre di questi luoghi (siti di quarantena), senza specificare i dettagli.

Successivamente, Kraeva ha affermato che si terranno webinar (conferenze web su Internet) con medici delle regioni sull'infezione da coronavirus specificata. Cioè, i "luminari" dell'apparato del Ministero della Salute dicono ai medici praticanti come diagnosticare e curare i pazienti. Allo stesso tempo, il viceministro ha confermato che il vaccino 2019-nCov non è stato ancora sviluppato.

In effetti, attualmente non esistono farmaci di questo tipo. E creare il vaccino stesso, avendo una piattaforma biotecnologica specifica, non è difficile. Per creare semplicemente una struttura, hai letteralmente bisogno di alcuni mesi, da due a cinque

- disse Kraeva promettente.

Kraevoy ha aggiunto che la cosa più difficile è testare il vaccino. Ma per questo è necessario testarlo su "cellule ostili". Ora i medici russi stanno cercando di isolare un ceppo del sopracitato coronavirus dal sangue di due cittadini cinesi ricoverati in Russia. Tuttavia, non è stato ancora possibile isolare il ceppo.

Ma per fare questo, è necessario un virus nativo vivo. Sfortunatamente, al momento non abbiamo questo virus vivente più importante.

- ha detto Kraeva.

Inoltre, Kraevoy ha affermato che un farmaco antivirale russo ad azione diretta, la triazavirina, sarebbe stato testato in Cina. Forse aiuterà nella lotta contro 2019-nCov.

A proposito, alle 00:00 del 4 febbraio 2020 (ora di Pechino), il numero di persone infettate da 2019-nCov in Cina era di 20438. Inoltre, 2788 di loro sono in gravi condizioni. 23214 persone sono sospette. Morti - 425, guariti - 632. Il numero totale di medici sotto supervisione è di 171329 persone.

A proposito, il 4 febbraio 2020, a causa dello "sciopero", 4400 operatori sanitari di Hong Kong non sono andati a lavorare. In questa città sono stati individuati 15 casi di contagio. Allo stesso tempo, dal 3 febbraio 2020, le ferrovie russe hanno interrotto le comunicazioni ferroviarie con la Cina.

Per chiarezza, la triazavirina è un farmaco antivirale russo della famiglia delle azoloazine. È un analogo sintetico dei nucleosidi purinici (guanina). È stato sviluppato da scienziati dell'Università Federale degli Urali, l'Istituto di sintesi organica intitolato a V.I. I. Ya. Postovsky Ural Branch dell'Accademia Russa delle Scienze e dell'Istituto di Ricerca Scientifica sull'Influenza del Ministero della Salute della Russia. Per lo sviluppo sono stati spesi più di 100 milioni di rubli. Gli studi preclinici vengono effettuati da oltre 20 anni. L'implementazione è stata effettuata dal residente della Fondazione Skolkovo - il Centro Ural per Biofarmaceutica tecnologia... Prodotto negli Urali da Medsintez e venduto nelle farmacie russe dal 2014.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 5 febbraio 2020 05: 10
    0
    Il ministero della Salute ha annunciato i preparativi per l'epidemia di coronavirus.

    - Ancora una volta, ricorderò al venerabile pubblico che tutti condannano in coro, si risentono del sistema monopartitico altrove e sono pronti a combatterlo con tutti i metodi, i mezzi e tutti i tipi di modi radicali disponibili ...
    - E il fatto che in tutto il mondo improvvisamente un popolo, una nazione può moltiplicarsi fino al numero di diversi miliardi e cercare di dominare il mondo intero, quindi per qualche motivo questo fatto non infastidisce nessuno ...
    - E quando il nostro creatore, Signore Dio, con le sue azioni ricorda costantemente agli stessi cinesi questo ... - o l'influenza dei polli, o la polmonite suina, o un'epidemia di coronavirus ... - in Cina si verifica costantemente una sorta di "infezione" ... - E a causa del fatto che gli altri popoli stessi sono direttamente desiderosi di comunicare con la Cina, allora questi popoli costantemente "cadono" da questo ...
    - Nella stessa occasione, mi permetto di ricordare a tutti gli "approvatori", "assetati" e "nostalgici" delle "Grandi Vie della Seta Cinese" ... - Cosa sarebbe successo se queste "Grandi Vie della Seta Cinesi" fossero state già funzionante in tutta la sua lunghezza .., passando per Sr Asia; il territorio della Russia in più direzioni; in Zap. Europa per via navigabile attraverso l'Italia ... - Questo è quello che sarebbe successo se queste "Via della seta cinese" funzionassero già con forza e forza ... - e poi un'altra epidemia cinese (in questo caso, l'epidemia di coronavirus) sarebbe semplicemente istantanea sparsi su un vasto territorio ... - Prova a controllarlo ... - e come combatteresti adesso ... ???
    - E se ... improvvisamente dalla Cina arrivasse un'epidemia più grave ??? - Personalmente, non dubito più che questa non sia l'ultima "nuova epidemia" ... "dalla Cina" ... - ci saranno epidemie più pericolose "da lì" ... - E lungo le vie della seta cinese, questa L'epidemia avrà semplicemente il via libera per la distribuzione mondiale ...
    - Dio ci avverte ... - sui cinesi ... - Ma la gente del mondo non lo ascolta davvero ... - Per molti oggi, la Cina è qualcosa di più e di più unico, soprattutto ci sono molti di questi tra i russi ...
    1. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 5 febbraio 2020 11: 28
      +1
      Personalmente, non riesco nemmeno a immaginare ... - come la medicina russa stentata combatterebbe oggi l'epidemia di coronavirus se le "Via della seta cinese" funzionassero già a pieno regime e attraversassero il territorio della Russia (e non solo la Russia). .. - Decine di migliaia di trattori cinesi con vagoni, autocarri per container pesanti e altri mezzi di trasporto merci viaggerebbero liberamente nel territorio della Russia; oltre a tutto, lungo questi percorsi (e si tratta di migliaia di chilometri di percorso), ovviamente, comparirebbe subito un numero enorme di vari campeggi cinesi, hotel, ostelli, caffè, ristoranti, mense e altri punti di ristoro ...
      - E cosa farebbe la nostra medicina russa uccisa anche adesso con questa epidemia di coronavirus anche adesso ??? - Sarebbe solo un vero disastro per la Russia ...
      - Ma un'epidemia più terribile può facilmente arrivare dalla Cina ... - Personalmente, non ne ho dubbi ...