Gli Stati Uniti impongono nuove sanzioni al tentativo di Gazprom di completare Nord Stream 2


Il quotidiano economico tedesco Handelsblatt (Handelsblatt), fondato nel 1946 e in collaborazione con la casa editrice Dow Jones, ha avvertito i suoi lettori che Washington intende imporre nuove sanzioni (restrizioni) contro il gasdotto Nord Stream-2. Fonti hanno detto al giornale che ciò accadrà se Mosca decide di completare la costruzione di questo gasdotto.


Si chiarisce che non solo gli investitori europei che sono direttamente coinvolti nella realizzazione del progetto, o le aziende che aiutano la costruzione, ma anche quelle aziende e uomini d'affari che acquisteranno il gas se passa attraverso questo gasdotto, possono essere soggetti alle sanzioni. Inoltre, il prossimo lotto di sanzioni potrebbe essere introdotto già nel febbraio-marzo 2020.

Va notato che il senatore del Partito democratico americano, membro della commissione per gli affari esteri Ben Cardin, ha già commentato questa informazione. Cardin è un avversario di Nord Stream 2. Sulle sanzioni, invece, il senatore "non è sicuro", dubitando della possibilità della loro introduzione. Tuttavia, ha definito Nord Stream 2 un errore. Cardin sostiene chi crede che la costruzione del gasdotto Nord Stream 2 sia "la strada sbagliata per la democrazia".

Anche la Russia ha commentato le informazioni di cui sopra. Ad esempio, Igor Yushkov, un esperto del National Energy Security Fund (FNEB - una società di analisi privata), ha detto al giornale "Sight"che se Washington introduce un nuovo pacchetto di sanzioni contro il Nord Stream 2, ciò significa che gli Stati Uniti hanno deciso un economico guerra con l'Europa e la Russia.

Yushkov ha sottolineato che prima gli americani non avevano il coraggio di imporre sanzioni a PJSC Gazprom, poiché ciò avrebbe danneggiato direttamente gli interessi di Germania, Austria e numerosi altri paesi europei. Dopo tutto, questi paesi sono acquirenti di lunga data del gas russo. Quindi, quando gli Stati Uniti hanno introdotto le prime sanzioni contro Nord Stream 2019 a dicembre 2, era chiaro che potevano interessare solo una società: la svizzera Allseas, che possiede navi posatubi. Le nuove sanzioni significheranno che gli americani taglieranno l'accesso al gas russo da parte degli americani.

L'esperto ha richiamato l'attenzione sul fatto che PJSC Gazprom fornisce all'Europa circa 200 miliardi di metri cubi. metri di gas all'anno. Questo è quasi un terzo di tutto il gas importato dagli europei. Allo stesso tempo, PJSC Gazprom potrebbe perdere $ 7- $ 11 miliardi in proventi da esportazioni, quindi se gli Stati Uniti decidono di fare questo passo aggressivo verso l'Europa e la Russia, Washington potrebbe dover affrontare gravi complicazioni.

Rintracciare da dove il consumatore europeo ha ottenuto il gas non sarà facile. In un contratto con Gazprom, di solito viene prescritto solo il punto di consegna e accettazione del gas, ad esempio, nell'hub austriaco Baumgarten. La proprietà viene trasferita da Gazprom all'acquirente qui. La questione della consegna del gas non riguarda affatto l'acquirente. Pertanto, la grande domanda è come gli americani dimostreranno che questo o quell'europeo ha ricevuto questo gas da Nord Stream 2

- ha spiegato l'esperto.

Perché gli americani multano gli acquirenti europei? Si scopre che in pratica acquistano gas da Gazprom. Gli Stati Uniti puniranno quello che credono che la Russia sia il fornitore sbagliato

- ha aggiunto l'esperto.

Va ricordato che il gas viene fornito al Baumgarten specificato da fonti diverse. Pertanto, costringere gli europei ad acquistare gas esclusivamente da "partner NATO" o alleati della NATO è assolutamente irrealistico. Pertanto, è improbabile che l'UE accetti tali sanzioni, e anche dal suo concorrente. Quindi, forse gli americani stanno solo testando le acque ora.
  • Foto utilizzate: gazprom.com
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 5 febbraio 2020 12: 23
    -2
    Con questo, gli americani stanno cercando di vendere Gazprom a IM come Deripaska fa l'alluminio! Per uscire da queste sanzioni e salvare la faccia, non puoi fare a meno di perdite finanziarie. In secondo luogo, devi rispondere alla pressione con la pressione: non peggiorerà. Ad esempio, annettere il Donbass alla Russia e porre fine a questo clamore di topi con gli accordi di Minsk. Ma questa è la MIA lista dei desideri. Perché la mia casa è la RUSSIA. E le autorità sembrano aver deciso tutto da sole?
  2. GRF Офлайн GRF
    GRF 5 febbraio 2020 12: 24
    -1
    L'America si sta trasformando in un tumore canceroso in Europa. La dimensione della pazienza degli europei nel nome del brillante futuro dell'America è interessante ...
    1. Nordural Офлайн Nordural
      Nordural (Eugene) 6 febbraio 2020 13: 25
      0
      Non ha bisogno di trasformarsi, gli Stati Uniti erano fin dall'inizio della sua esistenza.
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 5 febbraio 2020 12: 49
    0
    Si chiarisce che non solo gli investitori europei che sono direttamente coinvolti nella realizzazione del progetto, o le aziende che aiutano la costruzione, ma anche quelle aziende e uomini d'affari che acquisteranno il gas se passa attraverso questo gasdotto, possono essere soggetti alle sanzioni. Inoltre, il prossimo lotto di sanzioni potrebbe essere introdotto già nel febbraio-marzo 2020.

    Se non sbaglio, hanno promesso di completare il gasdotto entro un anno e le sanzioni già a febbraio? A quanto pare, le sanzioni contro il gasdotto stesso sono indirettamente collegate, servono semplicemente come pretesto.

    Le nuove sanzioni significheranno che gli americani taglieranno l'accesso al gas russo da parte degli americani.

    Negare l'accesso al gas russo significherebbe il crollo dell'industria europea, è molto dubbio che gli europei saranno d'accordo. La conclusione stessa suggerisce che questo è solo un motivo informativo per l'introduzione di nuove sanzioni.
    Gli Stati Uniti stanno conducendo una guerra economica contro l'UE, e non importa se l'introduzione di nuove restrizioni si basa su un gasdotto o un "diesel sporco", questo è solo un pretesto.

    Allo stesso tempo, PJSC Gazprom potrebbe perdere $ 7- $ 11 miliardi in proventi dalle esportazioni.

    O forse no, 50/50. Forse l'UE, al contrario, aumenterà gli acquisti di gas dalla Russia? In generale, questo è predire la fortuna sui fondi di caffè.
  4. Lo chiamano un mercato "libero", ovviamente!
  5. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 5 febbraio 2020 18: 11
    +1
    Come abbiamo iniziato sotto Gorbaciov, "sempre più in basso e più in basso ... e così via, continueremo a piegarci .... O forse è più facile sputare su tutto, orgoglio, onore e coscienza, come nel precedente presidenti, e continuare i loro "affari" con i tempi "luminosi" - per diffondersi sotto gli Yankees, e stare in fila per baciare la mano di Trump dopo l'Ucraina, tagliare tutte le attrezzature militari per rottame, venderlo e le nostre terre agli Stati Uniti, comunque, il cavallo non giaceva lì - Allora vivremo di questi soldi, immergendoci nei "valori europei", ma l'unico problema è che questa terra è stata sottratta alla gente 30 anni fa.
  6. GRF Офлайн GRF
    GRF 6 febbraio 2020 02: 57
    +1
    Gli americani imporranno ...

    Sembra una canzone, soprattutto se si considera che sbuffano da anni ...
  7. Porto Офлайн Porto
    Porto 6 febbraio 2020 06: 17
    +1
    L'aneddoto, tuttavia, non sarà abbastanza egemonico.
  8. Nordural Офлайн Nordural
    Nordural (Eugene) 6 febbraio 2020 13: 22
    +2
    Ieri al tè ho ascoltato le grida di RBC sul banditismo degli States, anche questi liberali si sono ammalati.
    E per me, quindi lascia che TUTTE le rotte di approvvigionamento di petrolio e gas siano bloccate, il paese stesso sarà utile alla gente. E che non ci saranno soldi, è tempo per noi di capire che il nostro paese, quando diventerà indipendente, sarà in grado di stampare denaro nella quantità necessaria per lo sviluppo del paese e la vita normale delle persone, e non una piccola percentuale.
    Tutto ciò che serve è restituire la produzione industriale, restituire allo stato il controllo sulle finanze, restituire le operazioni di esportazione-importazione sotto il controllo statale e qualcos'altro, come una sciocchezza: la nazionalizzazione del rubato.
    1. Arkharov Офлайн Arkharov
      Arkharov (Grigory Arkharov) 6 febbraio 2020 15: 21
      -1
      Nordural
      È difficile stampare denaro anche adesso? Risolverà tutti i problemi?
      1. Nordural Офлайн Nordural
        Nordural (Eugene) 10 febbraio 2020 10: 40
        -1
        Non si tratta di stampa, si tratta dei timonieri, Grigory.
    2. guerriero Офлайн guerriero
      guerriero 7 febbraio 2020 01: 40
      +2
      Ti sostengo assolutamente ... gli europei non vogliono acquistare petrolio e gas russi a buon prezzo - in questo modo i nostri cittadini (russi) e i nostri bambini avranno di più, questa è la nostra ricchezza ...
      E tutti i funzionari corrotti e i ladri degli anni passati - fino in fondo ...
      Restituire l'Ucraina e la Bielorussia sono le terre russe e il popolo russo, altrimenti i loro principi ebrei locali con la loro etichetta ebraica saranno rapidamente venduti come schiavi e l'opposizione polacca in questi paesi (Bandera e simili) al GULAG, per lavorare utile per tutto il popolo ...
      Per noi russi, è tempo di riunire le nostre terre russe e il nostro popolo russo, insieme per creare uno stato russo moderno, giusto e forte per lungo tempo, in modo che i capitalisti non ci distruggano uno per uno.
  9. Il commento è stato cancellato
  10. kartalovkolya Офлайн kartalovkolya
    kartalovkolya Aprile 27 2020 06: 58
    +1
    Dopotutto, sono "irrequieti", ma se sei così gonfio e imponi sanzioni a tutti, puoi, dopotutto, "metterti" nei tuoi pantaloni dalla tensione! Il nostro Lavrov aveva ragione su queste persone ...