Il Pentagono ha mostrato una mappa dell'attività della Marina russa e della Marina cinese


La pubblicazione online americana The Drive ha informato il pubblico che il progetto di bilancio del Pentagono (Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti) per l'anno fiscale 2021 (a partire dal 1 ° ottobre 2020) contiene una mappa interessante. Questa mappa, rilasciata come parte della preparazione del budget militare statunitense, mostra la maggiore attività della Marina russa e della Marina cinese nell'Oceano Mondiale. Allo stesso tempo, il Pentagono non ha indicato delicatamente quale periodo di tempo si riflette sulla mappa.


Va notato che le forze armate statunitensi vogliono aumentare il budget per la difesa per quest'anno dagli attuali 738 miliardi di dollari a 740,5 miliardi di dollari e per questo escogitano regolarmente varie "minacce", per combattere il denaro necessario. Ad esempio, lo spiegamento di sistemi di difesa antimissile terrestri o marittimi statunitensi vicino ai confini di Russia e Cina, o qualsiasi altro tipo di armi, provoca una reazione corrispondente a Mosca e Pechino. I generali e gli ammiragli americani poi galoppano alla Casa Bianca a Washington e mostrano al loro comandante supremo in capo la giustificazione per la spesa. E questo è un circolo vizioso.

Va notato che la Russia ha rafforzato la sua presenza nell'Atlantico settentrionale, in particolare al largo della costa sud-orientale del Nord America, nei Caraibi, nel Mar Mediterraneo e nell'Artico. Si segnala inoltre un incremento dell'attività della Marina Militare Cinese e una sua crescita qualitativa e quantitativa. Ad esempio, nel decennio, la marina cinese è passata da 262 a 335 navi di superficie. Allo stesso tempo, la Russia continua a investire massicciamente negli ultimi sottomarini.

Si richiama inoltre l'attenzione sul fatto che la Marina cinese ha incrementato la propria attività nei pressi dell'Estremo Oriente russo, in particolare nel Mar Chukchi. Ma soprattutto i cinesi sono "attivi" nel Mar Cinese Meridionale e nella parte occidentale dell'Oceano Pacifico.

Abbiamo molto da difendere contro avversari navali sempre più efficaci che pongono problemi alla nostra economico sicurezza e probabilmente il nostro modo di vivere

- indica The Drive.

I nostri avversari nel mondo continuano a rafforzare le loro forze navali ed espandere le loro aree di operazioni e cooperazione tra loro. Altri rivali statunitensi, tra cui l'Iran e la Corea del Nord, stanno utilizzando "opportunità asimmetriche" per seminare "instabilità e incertezza.

- spiega The Drive.



Naturalmente, The Drive non specifica cosa si intenda per "capacità asimmetriche" dell'Iran e della Corea del Nord. Ma è ovvio che la lobby militare-industriale statunitense sarà molto grata agli editori per una pubblicazione così utile. Inoltre, per una "strana" coincidenza, molti ammiragli e generali americani dopo il pensionamento trovano lavoro in società lobbistiche o direttamente nel complesso militare-industriale.
  • Foto utilizzata: http://mil.ru/ e The Pentagon
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.