La Turchia chiede a Mosca di aprire lo spazio aereo siriano per la sua aviazione


Non molto tempo segnalaticome ha detto il ministro della Difesa turco Hulusi Akar, durante un'intervista alla CNN Turk, quando l'esercito turco lascerà la Siria. Inoltre, ha informato che Ankara sta discutendo con Mosca la possibilità di utilizzare lo spazio aereo siriano dell'aeronautica turca.


Il ministro turco ha puntualmente precisato che "i negoziati continuano" e "la difficoltà può essere superata se la Russia non interferisce". E senza dire se la parte turca abbia fatto una proposta simile al Damasco ufficiale. Allo stesso tempo, ha assicurato che la Turchia cerca di "stabilire un cessate il fuoco" in Siria, osservando che l'esercito turco e quello russo mantengono un "dialogo sano".

Akar ha sottolineato che la Turchia "non ha problemi con la Russia", il "bersaglio" delle forze turche è il "regime" siriano (come le autorità turche chiamano il governo legittimo della Siria). Ha spiegato che la Turchia "in nessun caso vuole consentire scontri con la Russia". Pertanto, i militari di Russia e Turchia possono avviare pattugliamenti congiunti nella zona di "de-escalation" di Idlib.

Potrebbero esserci condizioni diverse: maltempo, circostanze diverse, ma in generale, l'accordo di Sochi viene preso come base. La cosa principale è che il memorandum di Sochi è rispettato

- riassunse Akar.

A sua volta, un esperto militare, il dottore in scienze militari Konstantin Sivkov, commentando quanto sopra, ha detto al quotidiano Vzglyad che se la Turchia ripulisce Idlib dai militanti, allora "forse il cielo deve essere aperto", e se i turchi intendono agire contro l'ASA, " nessuno lo permetterà ".

Alla Turchia è attualmente vietato utilizzare lo spazio aereo siriano. E la Turchia davvero non invia i suoi aerei lì. Ma ora Ankara chiede il permesso di utilizzare lo spazio aereo siriano per supportare le sue operazioni di terra.

- ha ricordato Sivkov.

Se la Turchia condurrà azioni contro militanti e terroristi, secondo l'addetto stampa del presidente russo Dmitry Peskov, allora forse dovrebbe essere consentito loro di farlo. Ma se sono previste ostilità contro l'esercito siriano, nessuno lo permetterà.

- ha detto Sivkov.

D'altra parte, forse è proprio questo politico demarche. Erdogan non ha ancora intenzione di adempiere ai suoi obblighi di ripulire Idlib dai militanti, come suggeriscono gli accordi di Sochi. Ha creato solo posti di blocco. Infatti, droni e razzi volano costantemente da Idlib verso i contingenti russi. È chiaro che i militanti stanno fallendo, i nostri sistemi di difesa aerea funzionano in modo efficace, ma non è questo il problema.

- ha osservato Sivkov.

L'esperto ritiene che la cosa più saggia sarebbe non dare il consenso ai turchi, ma organizzando l'interazione, per supportare le operazioni di terra dell'esercito turco contro i militanti con le forze delle forze aerospaziali russe. Questo sarebbe molto più efficace e Ankara non avrebbe avuto varie tentazioni. Inoltre, Sivkov dubita che gli Stati Uniti e l'Europa accetteranno di fornire ad Ankara i loro sistemi di difesa aerea per il dispiegamento al confine con la Siria.
  • Foto utilizzate: Jerry Gunner di Lincoln, Regno Unito / flickr.com / wikipedia.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 21 febbraio 2020 19: 53
    0
    Per affrontare il barmaley, bastano le forze di terra turche. Una tale richiesta dalla Turchia è un'aperta mancanza di rispetto per la Russia. E come puoi non essere amico della tua testa per acconsentire a questo? Anche Putin ha ammesso che Peskov è in grado di "guidare una tormenta", e ora è il turno di Putin.
    1. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 21 febbraio 2020 22: 40
      +3
      Per affrontare il barmaley, bastano le forze di terra turche.

      Per qualche ragione, tutti dimenticano un fatto: a Idlib ci sono per la maggior parte formazioni filo-turche e "anti-Assad". Nessuno si occuperà di loro, né dall'aria né dal suolo. Stanno cercando di coprirli banalmente per evitare che i siriani sviluppino ulteriormente uno sweep di successo nella regione. E 'urgente anche una tregua, soprattutto per riorganizzare e ricostituire le risorse dell' "opposizione", fin dall'inizio sostenuta dai turchi.

      Se la Turchia condurrà azioni contro militanti e terroristi, secondo l'addetto stampa del presidente russo Dmitry Peskov, allora forse dovrebbe essere consentito loro di farlo.

      La consapevolezza dell'addetto stampa del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov è semplicemente fuori scala. Gli unici militanti che la Turchia può bombardare sono i curdi, tutti gli altri sono i propri.
  2. vik669 Офлайн vik669
    vik669 (vik669) 21 febbraio 2020 21: 15
    0
    Bene, bene, lo sono davvero o cosa? Siria e Turchia confuse? Qui non puoi scendere con i pomodori, puoi stare dietro al Fabergé!
  3. Roarv Офлайн Roarv
    Roarv (Roberto) 22 febbraio 2020 20: 32
    0
    Dovremo sorprenderli: i turchi + il barmaleev ...
    Non lasciano nient'altro ...
  4. Vkd dvk Офлайн Vkd dvk
    Vkd dvk (Victor) 22 febbraio 2020 21: 25
    0
    Quindi hanno chiuso il loro territorio per il passaggio dei nostri aerei, vero? Va bene. Buona. Voleremo anche attraverso l'Iran. Ma tu .....
  5. molotkov60mkpu Офлайн molotkov60mkpu
    molotkov60mkpu (Yury) 22 febbraio 2020 23: 18
    0
    Sono diventato sfacciato. Niente freni.
  6. molotkov60mkpu Офлайн molotkov60mkpu
    molotkov60mkpu (Yury) 22 febbraio 2020 23: 20
    +1
    Potremmo, come sempre, mancare di volontà politica e determinazione. Possiamo anche superare in astuzia noi stessi.
  7. Nordural Офлайн Nordural
    Nordural (Eugene) 23 febbraio 2020 11: 09
    0
    Akar ha sottolineato che la Turchia "non ha problemi con la Russia", il "bersaglio" delle forze turche è il "regime" siriano (come le autorità turche chiamano il governo legittimo della Siria).

    E cos'altro c'è di cui parlare?