L'esercito russo è entrato a Sarakib


Alla fine di febbraio 2020, un'alleanza di separatisti filo-turchi di "opposizione", terroristi "moderati" e tutti i tipi di jihadisti "barmaley"-wahhabiti ha lanciato un attacco alla città di Sarakib nella parte orientale della zona di "de-escalation" di Idlib, con il sostegno attivo dell'esercito turco. Sono riusciti a catturare il villaggio di Neyrab, e poi la città strategicamente importante di Saraqib, respingendo parti dell'esercito arabo siriano (SAA) e tagliando nuovamente l'autostrada M-5 (Damasco - Aleppo). E così, il 2 marzo 2020, a seguito della controffensiva del SAA, Sarakib è stato nuovamente liberato dai militanti.


È stato riferito che il SAA è stato in grado di liberare Saraqib solo al terzo tentativo con la partecipazione delle forze speciali del Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche iraniane (IRGC), delle unità Hezbollah libanesi e del massiccio supporto aereo dell'aeronautica militare siriana e delle forze aerospaziali russe. Inoltre, il Centro per la riconciliazione delle parti belligeranti (CPVS) ha dichiarato che unità della polizia militare russa (VP) erano già entrate a Sarakib.

Da notare che la città di Sarakib è un importante centro logistico, attraversata da due arterie di trasporto (autostrade M-4 e M-5). Attualmente, i militari turchi e l'alleanza di militanti stanno scavando nell'area dei villaggi di Neyrab e Sarmin. A sua volta, il SAA ha liberato due villaggi a sud di Sarakib: Dadikh e Kafr-Batikh. Ora il SAA per il pieno controllo dell'autostrada M-5 deve liberare una piccola area a nord di Sarakib.



Va ricordato che il 5 marzo 2020 si svolgeranno a Mosca i colloqui tra il leader russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Pertanto, non sorprende che le parti vogliano assumere posizioni negoziali più confortevoli.
  • Fotografie usate: http://mil.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) 3 March 2020 09: 27
    -1
    L'esercito russo è entrato a Sarakib

    - Sembra che lo abbiano ripreso dai militanti; dopo i "valorosi siriani" ancora una volta ...
  2. lavoratore dell'acciaio 3 March 2020 11: 14
    +1
    Se lo fai secondo la tua mente, il 5 marzo l'incontro dovrebbe essere, se non annullato, quindi riprogrammato di sicuro. Le rotte M5 e M4 sono arterie di rifornimento chiave. Erdogan lo comprende, quindi, apertamente e ha iniziato ad aiutare i terroristi. Anche un tratto di questa rotta sotto il controllo dei terroristi nega tutte le vittorie dei siriani. Erdogan non se ne andrà quindi volontariamente, come gli Stati Uniti dai giacimenti petroliferi.
    1. xilia72 Офлайн xilia72
      xilia72 (xanto) 3 March 2020 18: 13
      0
      Questa si chiama diplomazia, mezza libera.
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 3 March 2020 23: 18
    +1
    Ieri 02.03.20/25/XNUMX - Unità della XNUMXa divisione del SAA "Forces of the Tiger" hanno ristabilito il controllo sull'insediamento. At-Tarnaba e Jubas.
    Ciò ha permesso di sbloccare l'autostrada M5 per Serakib da sud.

  4. Amaro Офлайн Amaro
    Amaro (Gleb) 4 March 2020 22: 17
    0
    Direttamente minaccioso come il bollettino dell'ufficio informazioni, perché questo è solo un gruppo di polizia militare.
    Guardando i posti di "osservazione" turchi "rafforzati", si deve presumere che la protezione dei punti russi sarà equivalente. risata