"Di chi è la colpa?": I finlandesi sul ruolo della Russia nel flusso di rifugiati dalla Siria


Il secondo quotidiano più popolare della Finlandia, Ilta-Sanomat, ha pubblicato un articolo su un incontro programmato per martedì tra il presidente Sauli Niinistö e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.


Secondo quanto riferito, tre temi sono all'ordine del giorno dei colloqui: il conflitto siriano, il nuovo flusso di rifugiati da esso causato e il coronavirus asiatico.

L'articolo rileva che la prossima ondata di sfollati interni probabilmente non è nata da sola, ma è stata organizzata da Ankara.

Una delle spiegazioni è che la Turchia, attraverso i rifugiati, sta cercando di fare pressione sull'Unione Europea, in modo che, a sua volta, abbia premuto sulla Russia, costringendola a porre fine alle ostilità in Siria.

- la pubblicazione crede.

Tuttavia, il tono della pubblicazione stessa è più filo-turco che filo-russo. All'incontro parteciperà anche il ministro degli Esteri finlandese Pekka Haavisto. Con Lavrov, tra le altre cose, discuterà dei diritti umani nella Federazione Russa e nel Medio Oriente.

La Turchia ha invaso per prima


Nei commenti sotto l'articolo, i lettori hanno espresso le loro opinioni, ma non sui prossimi negoziati, ma sulla crisi imminente con gli sfollati interni vicino ai confini dell'UE, e chi è la colpa per questo. Non senza l'ardente "amore" per la Russia, tradizionale per i finlandesi. I post degli utenti vengono presentati in modo selettivo.


Vale la pena ricordare che la Turchia ha invaso un paese straniero senza permesso [...] La guerra siriana e l'intera crisi dei rifugiati sono il risultato di una "primavera araba" del tutto irresponsabile e spietata in cui le potenze occidentali hanno aiutato gli islamisti estremisti [...] Mi auguro che in futuro, gli autori saranno portati all'Aia.

Cosa c'è di sbagliato in questi media finlandesi? La Siria è uno stato indipendente riconosciuto dall'ONU. Prima gli Stati Uniti e ora la Turchia stanno cercando di portare a termine un colpo di stato lì.

L'UE ha leader così deboli che, di fatto, la Russia già domina l'Europa.

L'influenza finlandese qui è minima. Putin ed Erdogan incontreranno il presidente francese e il cancelliere tedesco se necessario, cosa che hanno fatto di recente. Tutto l'essenziale è già stato discusso. Il problema più grande è che la Turchia sta combattendo in un paese straniero.

L'UE è ora completamente sdentata. Non può difendere i propri interessi o controllare le frontiere esterne. La Grecia deve agire da sola, al meglio delle sue capacità.

La Russia probabilmente non sarà nemmeno colpita dal coronavirus perché ha ancora controlli alle frontiere, a differenza dell'UE.

La Russia non comprende altro che il potere militare. Lavrov può essere rimandato a casa. E l'UE dovrebbe aiutare la Turchia a sconfiggere la Siria e la Russia.
  • Foto utilizzate: https://www.flickr.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Regis Офлайн Regis
    Regis (Sergey Kopan) 3 March 2020 18: 49
    +1
    Ancora un "amico". A chi è stato perdonato molto.
  2. gore Офлайн gore
    gore (Alexander) 4 March 2020 08: 10
    0
    Stiamo aspettando un'altra settimana circa e ... è tempo di dichiarare la Russia in

    ... un terribile e fangoso flusso di profughi in fuga dalla guerra e dalla sofferenza disumana in Siria, dalla guerra scatenata dalla Russia selvaggia e sfrenata ...