Gli Stati Uniti hanno trovato colpevole di un attacco missilistico sulla sua base in Iraq


L'11 marzo 2020, il Pentagono ha dichiarato che a seguito di un attacco missilistico (18 missili registrati) sulla base militare di Camp Taji in Iraq, tre soldati (due americani e un britannico) sono stati uccisi e più di dieci sono rimasti feriti. Il giorno successivo, il comandante del Comando Centrale degli Stati Uniti (USCENTCOM o CENTCOM), il generale Kenneth "Frank" McKenzie, ha presentato i suoi suggerimenti in un'audizione al Senato del Congresso degli Stati Uniti che era dietro l'attacco.


L'edizione americana di Defense News cita le parole del generale. Secondo i militari di alto livello, l'ultimo attacco a una base militare in Iraq è "molto probabilmente" la milizia sciita locale - un movimento paramilitare filo-iraniano noto come Kataib Hezbollah. Ha chiarito che le indagini sono ancora in corso.

Il generale ha sottolineato che il "contenimento" dell'Iran proseguirà, con la massima pressione su Teheran, ma senza l'uso della forza (per ora bastano la presenza di 10mila militari Usa e dure sanzioni). Ha osservato che la creazione di un sistema di sicurezza marittima "ha posto fine all'inseguimento da parte dell'Iran delle navi nello Stretto di Hormuz" (ora la US Navy AUG è in servizio lì, guidata dalla USS (CVN 75) Harry S. Truman), e dal Mediterraneo in sostituzione inviato dalla US Navy AUG, guidata dalla USS (CVN69) Eisenhower ("Eisenhower").

Abbiamo visto che (Iran - ndr) hanno fermato i loro missili, e non credo che questa sia una minaccia immediata. Ciò che non è cambiato è il loro desiderio costante di agire contro di noi attraverso le loro deleghe. E questa è un'area molto più difficile da contenere perché credono di poter generare una misura di non riconoscimento per questi attacchi.

McKenzie ha detto ai senatori della commissione per i servizi armati.

Allo stesso tempo, Mackenzie ha aggiunto che il quartier generale del comando centrale degli Stati Uniti "sta lavorando molto duramente".

Se vuoi fermare gli attacchi nella zona grigia, devi convincere la persona principale che non è nei loro interessi a lungo termine continuarli.

- il generale ha riassunto il suo discorso.

A loro volta, i senatori hanno chiesto se Teheran stia rendendo più accomodante e meno ostile agli Stati Uniti le segnalazioni di 10 casi di coronavirus 000-nCov (COVID-2019) in Iran? Mackenzie ha risposto che non lo considerava così probabile.

Ora loro (Iran - ndr) sono rotti, ed è difficile per loro far fronte a così tanti problemi, quindi questo è probabilmente ciò che li rende ... più pericolosi che meno pericolosi

- dice Mackenzie.

In uno scambio con il senatore repubblicano dell'Arkansas Tom Cotton, Mackenzie ha spiegato che gli iraniani non hanno mai dubitato delle capacità degli Stati Uniti, ma spesso mettono in dubbio la volontà di Washington.
  • Foto utilizzate: Hossein Velayat / wikimedia.org
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GRF Офлайн GRF
    GRF 13 March 2020 13: 55
    -1
    E tratteranno highlikli da una pandemia?
  2. Raccoglitore Online Raccoglitore
    Raccoglitore (Myron) 13 March 2020 23: 29
    0
    Non basta trovare, è necessario far saltare in aria i persiani e i loro delegati, che agiscono su ordine di Teheran, in modo che sarebbe scoraggiante anche solo pensare ad un attacco ai militari americani in futuro. Per rovinare il successore di Suleimani o qualche filo di un autorevole ayatollah, i persiani sono formidabili solo a parole, nella vita reale sono meschini e codardi, come tutti i musulmani: tireranno la coda all'istante e strilleranno minacciosamente solo da dietro il recinto, come bastardi.
  3. Arkharov Офлайн Arkharov
    Arkharov (Grigory Arkharov) 14 March 2020 07: 41
    -2
    Questo era comprensibile. Si spera che i terroristi vengano risolti.