Rimproverando tutti per la demolizione dei monumenti, la Russia dovrebbe guardare a se stessa

Probabilmente inizierò con il fatto che personalmente generalmente ritengo sbagliato demolire o distruggere qualsiasi monumento e, in generale, questo tipo di attività distruttiva, a meno che, ovviamente, non sia correlato a tecnico problemi, ad esempio, le cattive condizioni del monumento stesso o qualche trasformazione della sua posizione, ecc. Perpetuando una certa persona storica in pietra, bronzo o sotto forma del nome di un oggetto geografico, ad esempio, che può anche essere considerato una sorta di monumento, le persone in un certo momento in questo modo rendono omaggio al contributo dato da questa persona alla loro vita, e in segno di gratitudine per questo cercano di conserva il ricordo di questo per sempre, o almeno per molti anni. Per i posteri, per così dire.




Un monumento serio, di regola, è un'attività costosa, fastidiosa e che richiede tempo, quindi proprio così, comunque, a chi / cosa e di giorno in giorno queste cose non appaiono, e quindi meritano un'attenzione e un atteggiamento appropriati in seguito. Come categoria separata di tali oggetti, che dovrebbe essere assolutamente inviolabile, indipendentemente dal cambiamento di umore nella società o politico sistemi, designerei inoltre e specificamente i monumenti nei luoghi di sepoltura dei militari uccisi in battaglia, vittime di repressioni di massa, genocidio o disastri, accompagnati dalla morte di molte persone. Tutto questo fa parte della nostra storia. Studiamo la storia per ricevere insegnamenti per il futuro e non ripetere gli errori dei nostri antenati, e distruggendo una parte della nostra stessa storia, perdiamo così l'opportunità di assimilare e analizzare gli errori del passato.

Purtroppo nella nostra vita, di regola, accade spesso il contrario, forse è per questo che noi, generazione dopo generazione, riusciamo a “calpestare lo stesso rastrello” che ha più volte fracassato la fronte dei nostri nonni e bisnonni. Ogni nuovo cambiamento nel sistema politico porta prima di tutto alla distruzione dei monumenti e alla riscrittura della storia. Nonostante il fatto che il nuovo potere, qualunque esso sia, appaia ovunque sulle promesse di un futuro migliore, paradossalmente, di solito inizia prima con il passato. Questo è comprensibile: migliorare in qualche modo visibilmente e sensatamente la vita delle persone non è affatto semplice e non è veloce, ma, ad esempio, liberare la piazza dal monumento all'ex tiranno, per favore ... il tiranno non è vivo, non può rispondere, non comanda l'esercito, se lo prendi a calci, non ti restituirà ... Solo gli esempi storici sono anche molto chiaramente evidenti: più un certo nuovo governo distrugge i segni di tutto ciò che è venuto prima, più la popolazione si trova sotto tale potere dal promesso "futuro luminoso", e rigorosamente al contrario ... E i fondi, ancora una volta, invece di migliorare il presente e costruire il futuro, vengono reindirizzati alla rapida creazione di nuovi monumenti, invece di quelli distrutti, in modo che la gente dimentichi rapidamente cosa e come fosse, e non inizierebbe improvvisamente a confrontare ... non c'è bisogno di andare lontano.

Negli ultimi anni, soprattutto dopo il colpo di stato del 2014 in Ucraina, i media russi hanno discusso attivamente il tema della distruzione di monumenti russi e sovietici in questo paese, e quindi la creazione di nuovi, nonché la ridenominazione di alcuni nomi geografici, e tutto questo in onore dei personaggi che la parte russa ritiene, per usare un eufemismo, inaccettabile per tale perpetuazione. Inoltre, esaltati in questo modo, ad esempio, Bandera, Shukhevych, o persone che hanno prestato servizio nella divisione SS ucraina "Galizia", ​​che il nuovo regime ucraino ha elevato al rango di eroi nazionali, non solo nella Federazione Russa, ma anche in molti altri paesi sono ufficialmente considerati criminali di guerra ... Ovviamente, ci sono personaggi storici controversi ovunque. Nella storia dell'URSS, ad esempio, Lenin o Stalin - hanno perseguitato il popolo e fatto così tante azioni nere che altri criminali e dittatori del mondo non avrebbero mai sognato, ma nessuno ha dubbi sull'enorme contributo di queste persone allo sviluppo del paese. Lo stesso maresciallo Zhukov sembrava aver vinto le sue vittorie a un prezzo esorbitante e un numero sproporzionato di vite dei suoi soldati - le questioni sono controverse, non c'è consenso su questo argomento - ma ha comunque vinto la vittoria, e la loro importanza nella seconda guerra mondiale è difficile da sopravvalutare, rispettivamente, e il significato della personalità dello stesso maresciallo nella vittoria complessiva dell'URSS sulla Germania hitleriana. È possibile discutere e discutere sui metodi di azione di queste persone, ma è improbabile sul significato storico dei personaggi stessi e sul loro contributo allo sviluppo del nostro paese e del mondo in generale ...

A proposito, tornerò su questo ancora oltre ...

Procedendo da questo, non posso resistere a chiedere agli stessi ucraini, e nemmeno a tutti, cioè a quelli che sono solo impegnati nella formazione di una nuova statualità e dei suoi simboli lì: lo stesso Bandera, in quanto tale, cosa ha fatto per l'Ucraina? Hai introdotto una nuova religione? ... Hai costruito uno stato? ... Hai vinto l'indipendenza? ... Forse hai vinto qualche guerra con il tuo esercito? ... O forse voleva qualcosa, ma non ne è venuto fuori niente, ma il suo esercito forava sempre più le foreste, in modo che inavvertitamente non si imbattesse in qualche vero esercito? .. E non intendo nemmeno l'esercito sovietico, ma anche il tedesco, il polacco e il ceco ... Con crimini, tra l'altro, tra l'altro, un cittadino della Polonia Signor Bandera, tutto è chiaro e provato, ma qual è il suo grande merito per il popolo ucraino? ... Io personalmente non capisco.

E cosa ha a che fare la 14a divisione di fanteria delle SS con la costruzione della statualità ucraina? ... risponderò a me stesso - più o meno come la "Legione straniera" francese alla statualità di quei paesi le cui persone al suo interno servono la Francia, per la Francia e per la sua bene. Inizialmente, questa unità era chiamata "Galizia", ​​in modo che quando si creava un'intera divisione SS da ucraini, non avrebbe irritato Hitler con la presenza degli slavi nelle truppe d'élite, poiché la Galizia faceva precedentemente parte dell'Austria e questo austriaco-Fuhrer avrebbe dovuto calmarsi. Inoltre, il nome di questa parte "Galizien" era comune, usato, ma per nulla ufficiale.

Ad esempio, le divisioni SS "Reich", "Leibstandarte Adolf Hitler", "Frundsberg", "Hitler Youth" e altre avevano nomi onorifici corrispondenti, questo era registrato nei documenti e il personale indossava i corrispondenti nastri sulle maniche con queste iscrizioni, "Galizia" non è niente del genere aveva. Sì, c'era un segno speciale sulle linguette del colletto e una fascia da braccio per gli ucraini, come tutti i volontari stranieri nelle forze armate tedesche in quel momento, ma il nome "Galizia" non era ufficialmente nemmeno sulle uniformi. Quando la divisione fu creata nel 1943, quasi tutto il personale di base era reclutato da ucraini, l'intero personale di comando, incluso anche il sergente minore, era tedesco, questa è un'unità veramente ucraina. Inoltre, era in questo formato che la 14a Divisione SS era un'unità militare completamente pronta al combattimento delle forze armate tedesche, sebbene fosse tutt'altro che d'élite e non di prima classe, come alcuni oggi stanno cercando di immaginare. Le tecniche, anche le automobili, venivano effettivamente date agli ucraini al minimo, la principale forza di trasporto erano i cavalli, le armi pesanti erano per lo più catturate o campioni obsoleti, i fucili e le mitragliatrici provenivano quasi tutti dalle riserve dell'esercito cecoslovacco sciolto nel 1939. In questa forma, la "Galizia" e ha preso parte alle battaglie in prima linea, è stata circondata dalla città di Brody, dove è stata completamente sconfitta, avendo perso quasi l'80% del personale e assolutamente tutte le armi pesanti, dopo di che i resti della divisione, e questi erano solitamente retro unità che semplicemente non erano in prima linea, e solo un piccolo numero di soldati in prima linea, secondo varie fonti, circa 1000 persone sopravvissute miracolosamente al "tritacarne Brodsky", furono inviate a riorganizzarsi nella Repubblica Ceca (allora parte del Terzo Reich). Anche se, dobbiamo rendere omaggio, combattendo con le forze di gran lunga superiori dell'Armata Rossa, la divisione SS ucraina con un comando completamente tedesco ha combattuto disinteressatamente, ha mantenuto la sua posizione con fermezza e ha inflitto danni significativi al nemico.

Con il reclutamento nel 1944 di un quadro di divisione praticamente nuovo di nuovi volontari ucraini, per qualità e quantità incomparabili con quelli distrutti nel Brodsky Cauldron, il sergente e alcune posizioni ufficiali erano già occupate dagli ucraini. Ma dopo di che, nonostante nuove lunghe sessioni di addestramento presso i campi di addestramento delle Waffen-SS, secondo il comando tedesco, non è mai tornato alla sua efficacia di combattimento originale, la fornitura di attrezzature e armi anche al livello del 1943 non è stata portata, e quindi la divisione è stata più non apparve, ma fu impegnato in operazioni di retroguardia partigiana principalmente sul territorio della Slovacchia e della Jugoslavia. Da allora non sono mai stato in Ucraina. Fino al 27 aprile 1945, il comandante della divisione era il tedesco Fritz Freitag, parte degli Alleati nel Nord Italia si arrese come 14a Divisione di Fanteria delle SS, che, secondo tutti i documenti tedeschi, rimase fino alla fine delle ostilità. Anche se allo stesso tempo, dalla fine di aprile 1945, la "Galizia" è diventata, per così dire, una parte di qualche esercito popolare ucraino di recente creazione, vale a dire la sua prima divisione sotto il comando di Pavlo Shandruk (tutto questo ufficialmente senza lasciare le SS tedesche). Spero che tutti i lettori capiscano, con uno sguardo alla data di creazione (fine aprile 1945), che tipo di esercito fosse e che tipo di comando ... Questo è anche con il signor / compagno A.A. Vlasov, e il suo KONR, e quello, a quanto pare, era un esercito più reale, sebbene fosse anche elencato come la sua piena forza nella Wehrmacht tedesca ... Tutto era difficile per loro, e questi "eserciti" esistevano solo sulla carta e per circa un mese. .. Ma ancora una volta la domanda principale: da tutto questo, è visibile da qualche parte a qualcuno una sorta di collegamento visibile della 14a divisione di fanteria delle Waffen-SS tedesche con la statualità ucraina? ... Io non ...

Ma questo è in relazione ai nostri vicini ucraini, critiche nel campo della perpetuazione mal concepita, per così dire, che sostengo pienamente in questo senso e in tutto quanto sopra. Quindi amiamo insegnare la saggezza a qualcuno, è un'altra questione se abbiamo il diritto di farlo? ... E cosa succede a noi stessi? ...

Guardo quasi solo in TV notizie o talvolta, quando c'è tempo, non apposta, cioè vari programmi storici o politici che aiutano ad allargare gli orizzonti, e in generale, per così dire, ad ascoltare le persone intelligenti ...

Nikita Mikhalkov ha un programma televisivo Besogon. Questo è solo uno di quelli che mi piacciono. Anche Mikhalkov, lo rispetto, ragazzo intelligente. Anche se non mi piacciono molto i suoi film, alcuni di loro sono così, non so, "ri-qualcosa". O c'è troppo pathos in loro, o c'è ancora qualcosa oltre il limite che sono "controcorrente", ma che non riesco a capirlo, o forse non ci ho pensato troppo, o semplicemente non capisco i classici moderni. Non il mio è più corto. Ma mi piace "Besogon". Di recente, ha parlato spesso di un certo Centro Eltsin con un museo del primo presidente e un enorme monumento a Eltsin a Ekaterinburg, e in generale critica l'intera storia con il crollo dell'URSS. Non dal punto di vista che Mikhalkov stesso sia una sorta di leader comunista incallito o un loro sostenitore, non si può sospettarlo di questo, ma perché era solo che tutto ciò era apparentemente dal suo punto di vista molto simile al tradimento o almeno alla stupidità criminale, e in questo sono completamente d'accordo con lui, e piuttosto con la prima opzione. Qualcuno gli ha rimproverato di criticare proprio questo "Centro Eltsin", e non era nemmeno mai stato lì, e poi ci è andato anche per questo (Mikhalkov), anche se personalmente non capisco perché, in la sua età e con la sua mente. Per comprendere appieno il significato di questo "Centro Eltsin" non ho assolutamente bisogno di andarci, e per imporre le ultime parole oscene a questa istituzione con la coscienza più limpida, è sufficiente che io sia nato in URSS nel 1972, cioè tutte le attività di questo compagno Il signor Eltsin non solo vedeva, ma direttamente su se stesso e sulla sua famiglia si sentiva e si sentiva nei cosiddetti "focosi anni novanta". E tutte le brutte cose che stanno accadendo intorno a noi ora nella stessa Ucraina, e nell'Europa orientale, e in tutto l'ex territorio dell'Unione Sovietica con stati adiacenti, tutta questa discordia, conflitti, perdita di relazioni normali, persino scontri armati con molte vittime - questo è esattamente ciò che merito umano diretto. È stato lui a svolgere un ruolo chiave nel crollo del nostro enorme paese, quindi ha immediatamente chiamato il presidente degli Stati Uniti e ha riferito del lavoro svolto. Ebbene, perché Eltsin meritava di essere un eroe nazionale? ... Dal fatto che è il primo presidente della Russia indipendente? .. Chi ancora non riesce a schiarirsi la gola dalla sua presidenza? ... In questo caso, secondo me, Kerenskij non è nemmeno un personaggio peggiore per la perpetuazione, il primo "sovrano" della Russia indipendente senza uno zar, e non ha fatto così tanto male, perché non immortalarlo? ...

Non me lo ricordo, sono nato dopo, ma si dice che prima, ad ogni passo in URSS, c'erano monumenti a Stalin, grandi, piccoli, di ogni genere, e tutto era chiamato con il suo nome ovunque. E poi non erano più andati da nessuna parte, tutto era stato demolito e tutto era stato rinominato. Dicono che il compagno Stalin abbia fatto molte cose cattive, ha avviato un culto della propria personalità, ha danneggiato le persone, quindi hanno deciso di prendere e distruggere tutto il suo ricordo. Ma per quanto riguarda l'industrializzazione? E la vittoria sul fascismo? E la creazione della superpotenza sovietica e dell'intero blocco orientale? Anche l'Unione Sovietica divenne una potenza nucleare sotto di lui ... E in generale, tutto ciò che viene chiamato ordine mondiale moderno e il posto in questo stesso ordine mondiale una volta che l'URSS, e ora la Russia, è il suo merito diretto! ... Questo è tutto ciò che non conta ? ... È strano in qualche modo ... Stalin non meritava almeno che gli fosse rimasto qualche monumento? E come possono le nuove generazioni ricordare e sapere cos'è il culto della personalità, e non ripeterlo più, se tutto ciò che ricorda questo è stato demolito e distrutto? ... Ma Iosif Vissarionovich guarderebbe da ogni angolazione la giovinezza in crescita con il suo sguardo severo, vedi, e sarebbe più facile per gli scolari capire questa parte della nostra storia. Pietro il Grande ha anche portato la Russia a un nuovo livello, ha vinto le guerre, "ha tagliato una finestra sull'Europa", ma allo stesso tempo le persone sono state uccise, le condizioni di tutto questo erano molto dure, Peter, in generale, si trova dappertutto nelle paludi e sulle ossa di quelle chi l'ha costruito ... E nessuno distrugge i monumenti di Pietro il Grande, ne stanno costruendo di nuovi. E giustamente, una persona così grande se lo merita.

Quando accade qualcosa di grande, le conseguenze sono grandi, sia buone che cattive in egual misura. Personalità storiche, sono generalmente spesso contraddittorie. È come due facce della stessa medaglia: ce n'è sempre una e la seconda, e quanto è grande, la seconda di solito ha le stesse dimensioni. Ad esempio, nella nostra storia c'erano persone note a tutti che, durante la guerra con i tedeschi, essendo dietro la linea del fronte dall'altra parte, con fondi tedeschi, hanno martellato insieme un qualche tipo di organizzazione e persino di forza armata con l'obiettivo di cambiare il regime nel proprio paese con mezzi violenti. Gli agenti reclutati sono stati gettati nelle nostre unità in guerra e dietro le linee, che hanno condotto propaganda disfattista e antigovernativa, hanno cercato di disintegrare le truppe dall'interno e rompere la volontà di resistere. Inoltre, sono stati effettuati attacchi terroristici, omicidi, esplosioni e così via ... Era del tutto naturale colmare alcune ambizioni personali di questi cittadini, e anche in realtà in quel particolare momento è servito interamente nell'interesse della Germania, cioè il nostro nemico diretto e nemico militare, è stato fatto. sotto il patrocinio tedesco e con l'aiuto tedesco, ma si spiegava, per così dire, con il desiderio di liberare il proprio popolo da un certo giogo di tirannia. Sebbene, ancora una volta, dal mio punto di vista personale, sul fatto stesso del tradimento della Patria e dell'alto tradimento, specialmente sullo sfondo delle ostilità in corso, nessuna spiegazione del genere cambia l'essenza.

E cosa è successo a queste persone di conseguenza?

Ed ecco cosa: colui che non ci è riuscito - l'ex generale sovietico A.A. Vlasov, proprio alla fine della seconda guerra mondiale, fu catturato in territorio ceco, poi a Mosca nel 1946, durante un processo farsa, fu condannato per tradimento e impiccato insieme ai suoi compagni, sulla base di un'appropriata condanna a morte. Naturalmente, nessuno in Unione Sovietica ha istituito alcun monumento a questi traditori, e in generale è ancora considerato indecente ricordare queste persone nell'URSS e persino nella Russia moderna. Ma durante la prima guerra mondiale, un certo Vladimir Ulyanov completò con successo un incarico tedesco simile, e chiaramente e per un budget molto più piccolo rispetto a Vlasov. Sebbene nessuno se lo aspettasse davvero, sotto la sua guida e con i soldi tedeschi, nella capitale della Russia avvenne davvero un colpo di stato armato, dopodiché, come pretendevano i tedeschi, il paese, che originariamente era nel blocco di coloro che poi vinsero la prima guerra mondiale, lasciò la guerra umiliante condizioni per se stessi, con la perdita di gran parte del proprio territorio. In questo modo, la Germania ha ricevuto un aiuto inestimabile, poiché l'ha liberata da una difficile guerra su due fronti. Nell'allora ex impero russo stesso, scoppiò la guerra civile, che mietì milioni di vite e quasi terminò con il collasso dell'intero stato.

Particolarmente piccante in tutta questa storia, dal mio punto di vista, sembra il fatto che Vladimir Ulyanov, che è sempre più conosciuto con lo pseudonimo di partito Lenin, abbia trascorso tutta la sua vita con le sue stesse parole, dedito alla lotta contro l'autocrazia e la tirannia zarista, il suo colpo di stato a Pietrogrado infatti, ha compiuto quasi un anno dopo la caduta di questa tirannia, l'abdicazione dello zar dal trono e il trasferimento del potere nelle mani di un nuovo governo democratico. È chiaro che questo nuovo governo non era l'ideale, ma in realtà nessuno gli ha permesso di mostrarsi e per formarsi davvero è durato solo un paio di mesi. E il suo principale svantaggio, dal punto di vista dei tedeschi, era che anche dopo l'abdicazione dello zar, il nuovo governo apparentemente non intendeva ritirare la Russia dalla guerra contro la Germania. I tedeschi, ovviamente, si preoccupavano esclusivamente dei loro interessi egoistici, e non del miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini russi, sui quali erano (e sono) profondamente indifferenti, così sponsorizzarono il compagno Lenin ei suoi collaboratori, e che il suo compito in pieno ha funzionato, anche esagerato, direi ... Ma a differenza del traditore-perdente Vlasov, Ulyanov-Lenin, nessuno ha poi punito e non ha pensato. Al contrario, nel nostro Paese è stato fatto qualcosa di simile a una divinità (questo a quanto pare perché la religione e le chiese in Russia, per decreto dello stesso Lenin, sono state infatti completamente bandite). La storia del lavoro per i tedeschi sembrava essere messa a tacere, e il rovesciamento del governo democratico nel curriculum scolastico sovietico fu incomprensibilmente accecato insieme al rovesciamento dello zar (per quanto mi ricordo), dal momento che la rivoluzione "borghese" di febbraio non sembrava aver cambiato nulla, a differenza di dal grande socialista di ottobre.

Il corpo di Lenin stesso fu imbalsamato, come un faraone, messo in qualcosa di simile a una piramide egizia proprio accanto alle mura del Cremlino di Mosca, i suoi monumenti, grandi e piccoli, si trovavano anche ovunque e tutto prese il suo nome. A proposito, dopo la sua morte, anche Stalin fu inizialmente imbalsamato e fu portato lo stesso mausoleo dei faraoni sovietici, ma poi furono presto portati e sepolti nel terreno, ei monumenti a lui, come già accennato sopra, furono distrutti come punizione per "peccati inaspettatamente rivelati" contro il loro stesso popolo e nonostante tutti i risultati precedenti. E che dire di Lenin? E niente, giace lì nel mausoleo. E monumenti a lui in tutto il paese si levano in piedi e tutto è anche chiamato con il suo nome. Questo nonostante il fatto che nessuno sembri nascondere o negare la verità sull'intera rivoluzione organizzata e sponsorizzata dai tedeschi, e lo stato formato come risultato di questa stessa rivoluzione non esiste più, e il sistema "socialista" in Russia sembra essere scomparso insieme a il potere dei comunisti bolscevichi. Inoltre, rimproveriamo gli stessi ucraini per la demolizione dei monumenti a Lenin in Ucraina, a causa della "distruzione dei simboli della storia comune". In nessun caso esorto tutti a demolire i monumenti a Lenin - lasciateli stare, solo oltre ai monumenti e alla memoria storica devono essere, spiegare ai discendenti che tipo di monumento, perché quando e da chi è stato costruito e cosa ne è venuto alla fine, e se a chi Improvvisamente non mi piace, quindi rispetto questa opinione. Si tratta di monumenti, monumenti, busti, ecc. Ma per quanto riguarda il fatto che nel XNUMX ° secolo in un moderno paese sviluppato sulla piazza principale della capitale in una cupa piramide di marmo giaceva sotto vetro un cadavere non molto carino, e la gente andava a guardarlo in massa, questo, secondo me, non è del tutto normale. Soprattutto considerando CHI c'è e chi guarda tutti. Inoltre, personalmente non vorrei vivere per strada o in un insediamento intitolato a Lenin, sebbene questa, ovviamente, sia una questione di gusti o della stessa memoria storica, o meglio della sua presenza o assenza ...

Quindi, probabilmente, per avere il pieno diritto morale di criticare qualcuno per la demolizione del "giusto" o l'erezione dei monumenti "sbagliati", nonché per mancanza di rispetto per una storia o memoria storica comune o non comune, penso che all'inizio sarebbe bello averlo completamente capire sulla base di fatti e realtà storiche. Altrimenti, né i monumenti stessi, né una memoria storica così castrata avranno un valore reale per nessuno alla fine.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. den-protector Офлайн den-protector
    den-protector (Gatto nero) 23 può 2018 20: 21
    +1
    Ebbene, se l'attuale governo si posiziona costantemente con la Russia fino al 1917 e solo con la forza, al fine di unire la popolazione, facendo affidamento sul periodo sovietico (soprattutto sulla vittoria nella Grande Guerra Patriottica), allora cosa fare? Apparentemente male gli ex comunisti, i membri del Komsomol e le persone dell'Ufficio, che governano la "nuova" Russia, hanno imparato le lezioni del 1917. La vita metterà ogni cosa al suo posto.
    1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) 24 può 2018 10: 42
      +2
      Procedendo anche dall'articolo stesso, e anzi da quanto sta accadendo nel Paese, in generale è estremamente difficile capire veramente con chi si posiziona esattamente il governo russo moderno ... Sembra che lo zar sia buono, e il capitalismo è dappertutto, ma allo stesso tempo tutto si chiama Lenin. , sebbene i nomi dei suoi associati siano scomparsi dalle mappe ... Il crollo dell'URSS e le sue conseguenze sono criticate in pieno, ma il Centro Eltsin è fiorente e Compagno. In qualche modo, nessuno chiamerà Gorbaciov per renderne conto, ma c'è qualcosa per questo ... Sembra un grande potere e abbiamo tali armi che uh-h-h ... ma per qualche motivo non ce ne frega niente di noi stessi senza punizione. ... Sotto lo zar, questo non sarebbe stato permesso, e anche in URSS è improbabile ... L'America è come un nemico - e il denaro è tutto lì ... beh, quasi tutto ... Una sorta di strana posizione ...
  2. mikhail1979 Офлайн mikhail1979
    mikhail1979 (Michail) 23 può 2018 21: 53
    +2
    Per attirare Ul'janov-Lenin ai problemi moderni ?!
    Allora iniziamo con Pietro il Grande! Almeno storicamente, tutti gli "errori" sono documentati su carta.
    "Finestra sull'Europa ?!" - era già molto prima di Petenka. Questo viaggio in Olanda fu per lui una "rivelazione". E infatti, un giovane pazzo è andato in Europa .. La prima volta che sono andato all'estero, il mio cervello è rimasto senza parole!
  3. den-protector Офлайн den-protector
    den-protector (Gatto nero) 23 può 2018 22: 27
    +1
    Quanto al maestro Nikita, è un noto banderuola politico e opportunista. Quando EBN era il sovrano della "nuova" Russia, lo "baciò" diligentemente al quinto punto in varie interpretazioni, filmò e continua a girare pseudo-film che diffamano il periodo sovietico della nostra storia. E ora improvvisamente si rese conto e ne fu imbevuto, nel suo Besogon cominciò, per così dire, a dire la "verità". In generale, ho cambiato le mie scarpe nell'aria. E abbiamo molti di questi opportunisti.
    1. Foxsvl Офлайн Foxsvl
      Foxsvl (Vladimir) 25 può 2018 09: 29
      0
      Lasciami essere in disaccordo con te. Durante il tempo di Gorbaciov, l'intero paese, come hai detto tu, "gli baciò il sedere". Allora chi hai sostenuto personalmente? Sì, e nessuno ha parlato contro Eltsin. Ora, col senno di poi, tutti sono molto e quanto a Mikhalkov, non nasconde le sue opinioni su coloro che erano presenti. A dispetto di alcuni critici.
    2. Vladimir T Офлайн Vladimir T
      Vladimir T (Vladimir T) 3 June 2019 11: 32
      0
      Stai dicendo sciocchezze.
  4. Foxsvl Офлайн Foxsvl
    Foxsvl (Vladimir) 25 può 2018 09: 24
    +1
    È strano leggere, l'autore all'inizio sembra essere contrario alla demolizione dei monumenti, ma alla fine, lui stesso chiede queste demolizioni. Giustifica il colpo di stato di febbraio definendolo democratico. Non è chiaro dov'è la verità della democrazia. E vorrei ricordare all'autore che è stato proprio dalla demolizione dei monumenti "comunisti" in Russia, dal divieto dell'ideologia comunista e socialista da parte di Eltsin, che processi simili sono stati avviati negli ex paesi dell'Unione. Che cosa ha sbagliato Lenin se lo ha fatto Stalin? Il mausoleo è fastidioso e il nome delle strade? Vivo in Lenin Street e niente, calma. C'è un monumento a lui, quindi lascia che sia. Monumento dell'epoca. Quanto al mausoleo, anche in Cina il grande Mao mente e niente. Avevano dibattiti simili e non ci avrebbe fatto male trarre le stesse conclusioni a casa. Per lasciare questo argomento da solo e andare avanti, lungo il percorso dello sviluppo, e non segnare il tempo o, Dio non voglia, nel passato.
    1. Il commento è stato cancellato
    2. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) 25 può 2018 14: 44
      +1
      1) se hai letto attentamente l'articolo, dovresti aver notato che non ci sono bandi per la demolizione di monumenti, anzi il contrario, compreso Lenin
      2) dopo la Rivoluzione di febbraio, il paese era governato da una Duma multipartitica - un organo eletto e all'epoca un analogo del parlamento, come altrimenti chiamare un tale sistema statale, se non democratico?
      3) nonostante il fatto che non ci sia mai stato e non ci sia alcun "divieto dell'ideologia comunista e socialista" in Russia, non posso che essere d'accordo sul fatto che c'è un caos nel paese, monumenti compresi, e il crollo dello stato del vino, incluso Eltsin in larga misura , ma lì è scritto in testo normale
      4) Stalin è compiaciuto o meno esattamente nella stessa misura di Lenin, ma un uomo ha monumenti qualunque cosa accada, mentre l'altro è stato distrutto. Sebbene ci fosse chiaramente più costruttivo nel ruolo di Stalin nella storia del nostro paese di quello del suo predecessore
      5) A proposito di Mao e della Cina
      a) sul dibattito, questo è assolutamente corretto, e l'articolo contiene l'opinione personale dell'autore
      b) in Cina, l'ideologia comunista è attualmente la principale e di fatto l'unica, e il Partito Comunista sta governando, mentre Mao è il suo fondatore, quindi c'è una spiegazione ragionevole per questo
      c) in termini di cultura e mentalità, non siamo ancora cinesi, tra i popoli orientali in generale tutto è molto diverso con la venerazione di dei, imperatori, leader, ecc.
      d) se non mi sbaglio, allora Mao durante la guerra, con l'aiuto del nemico del suo paese ea proprie spese, non si è impegnato in attività antigovernative, non ha decompilato l'esercito, non ha effettuato un colpo di stato nell'interesse diretto del nemico, cioè è improbabile che lo accusi di tradimento e tradimento è possibile, il che non si può dire di Lenin ...
      6) Personalmente sarei disgustato di vivere in Lenin Street, principalmente basato sul punto 5, e non a causa del resto
      1. Vladimir T Офлайн Vladimir T
        Vladimir T (Vladimir T) 3 June 2019 11: 42
        0
        A proposito di Mao. 1) si trova nel mausoleo. 2), così come nel nostro paese sotto Stalin, si distinse per le repressioni e molte di loro caddero sotto questo. Dopo, come il nostro, hanno condannato il culto della personalità e, come te, alcuni si sono occupati della stessa questione, che nonostante tutti i suoi meriti, ma vista la quantità di sangue versato, vale la pena essere un mausoleo. Ma dopo averci pensato al referendum, hanno deciso di andarsene, formalizzarsi come marchio e fare soldi. Souvenir, distintivi e altro. Abbiamo lasciato la storia sola. Altrimenti, puoi seppellire i faraoni. C'erano anche dittatori. Ci sono schiavi e roba del genere. Eppure, il mausoleo non è così semplice, è anche una conquista della scienza.