La rottura con la Russia ha privato l'Ucraina di un importante impianto di difesa


Negli ultimi sei anni, l'impresa statale "Associazione di produzione" Yuzhny Machine-Building Plant "intitolata ad A. M. Makarov" (Yuzhmash), uno dei leader del complesso militare-industriale ucraino, che produce razzi e spazio tecnica, è in profonda crisi. Lo riporta l'edizione Internet ucraina "Strana.ua".


Si segnala che l'azienda è cronicamente a corto di ordini e fondi, quindi i lavoratori vengono licenziati. È stato promesso che la situazione sarebbe stata corretta, come il precedente presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko, che ha trascorso in sicurezza cinque anni interi al potere, e il nuovo capo di stato, Volodymyr Zelensky, che è in carica da circa un anno. Tuttavia, alle loro parole non sono seguite azioni volte a cambiare la situazione.

Yuzhmash si trova nel Dnieper (ex Dnipropetrovsk) e l'impresa è stata gravemente danneggiata dal divario commercialeeconomico rapporti con la Russia. Si dice che l'impresa, durante il conflitto in Donbass, non abbia ricevuto ordini di difesa dallo stato, nonostante ci fossero delle promesse. A questo proposito, l'impresa ha accumulato molti mesi di arretrati salariali ai suoi dipendenti.

Alcuni lavoratori non ricevono i soldi dovuti dalla primavera 2019. Alcuni dipendenti lavorano solo un giorno alla settimana. Quindi l'"ottimizzazione" del personale è comprensibile. Allo stesso tempo, il riscaldamento in alcuni negozi dell'azienda è scomparso cinque anni fa.

Sia Poroshenko che Zelensky erano all'impresa. Ascoltavano con attenzione le domande che preoccupavano i lavoratori, annuivano comprensivi e facevano promesse. Allo stesso tempo, Yuzhmash ha offerto armi ad alta precisione controllate dallo stato, ma il Ministero della Difesa dell'Ucraina si è rivelato indifferente nei suoi confronti.

La situazione nell'impresa è aggravata dal fatto che il carburante liquido per missili - eptile - è immagazzinato sul suo territorio. L'impresa semplicemente non ha i soldi per disporne. Allo stesso tempo, a causa dei debiti, l'impresa potrebbe essere disconnessa dall'elettricità, il che può danneggiare la sicurezza dell'impianto di stoccaggio e portare a un disastro, di cui potrebbero soffrire circa 100 mila residenti della città.
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Quarto cavaliere Офлайн Quarto cavaliere
    Quarto cavaliere (Quarto cavaliere) Aprile 14 2020 19: 52
    0
    V / Na, non solo YuzhMash piegato. Cantieri navali Nikolaev, Antonov, Aviant, ecc. Perché l'industria di Selyuk ne ha bisogno? Volevano diventare una superpotenza agraria. Ma anche qui è scattante Ha dato un terreno per un prestito, CREDITO !!!
  2. polev66 Офлайн polev66
    polev66 (Alexander) Aprile 14 2020 20: 06
    +6
    Perché dobbiamo preoccuparci dei problemi degli aborigeni. Loro stessi hanno fatto affari, anche se lo fanno da soli. La Russia ha abbastanza dei suoi problemi.
  3. astronauta Офлайн astronauta
    astronauta (San Sanych) Aprile 14 2020 20: 09
    -2
    Mikhail Kuzmich si è già capovolto più di una volta nella sua bara ... Come è stata viziata la sua idea!
  4. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) Aprile 14 2020 20: 33
    +1
    Avidità! Per rubare da tutta l'Unione tutto ciò che le piccole mani possono raggiungere e marcire.
    È così ucraino.
    Ma il guaio è che lo fanno sempre e quelli intorno a loro non imparano nulla.
    Questo è davvero spaventoso!!!
  5. lavoratore dell'acciaio Aprile 14 2020 21: 35
    +1
    Personalmente, l'ho sempre detto, parlo e parlerò. Nel 2014, Putin avrebbe dovuto prendere non solo la Crimea, ma se non tutta l'Ucraina, quindi le terre e le città russe. Perché questa è la terra russa e il popolo russo! Ma Putin si è tirato indietro. E ora queste sono già altre persone e il paese è ostile alla Russia, sebbene parlino russo. Pertanto, ora, peggio è, migliore è la Russia.
    1. King3214 Офлайн King3214
      King3214 (Sergio) Aprile 15 2020 00: 07
      -1
      E cosa fare con gli "ucraini" apparsi nel 1914?
  6. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) Aprile 14 2020 23: 31
    0
    E già lo era. Impresa dal r. il carburante finisce lì già una volta nel 3 °.
  7. GRF Офлайн GRF
    GRF Aprile 15 2020 05: 05
    +2
    I nostri nonni chiamavano la città Dnepropetrovsk.
    Gli ucraini iniziarono a chiamarlo Dnipro.
    Perché ora scriviamo Dnepr e Dnepropetrovsk tra parentesi?
    Perché dimentichiamo gli stessi nomi geografici, i territori dati dai nostri antenati e adottiamo quelli d'oltremare? Perché tolleriamo traduzioni approssimative? Non esiste un termine del genere in russo: questa è una scusa marcia! Non c'è lavoro da parte delle autorità per standardizzare i termini della lingua russa e connivenza (ovviamente, lo Schiavo deve capire il più accuratamente e rapidamente possibile ciò che il proprietario ordina, è più conveniente studiare le sue istruzioni! che altri, come per un carota, erano attratti dal suo modo di vivere) e quindi i media producono semi di marciume.
    Chi rispettiamo? Loro o te stesso? Colui che non rispetta se stesso, ma "rispetta" un altro - non rispetta, ma adula. Lascia che gli ucraini creino una nuova città, chiamala Dnipro, e sarò categoricamente contrario se qualcuno la chiama in modo diverso.
    E sull'argomento - e quindi non può essere diversamente.
  8. Hayer31 Офлайн Hayer31
    Hayer31 (Kashchei) Aprile 15 2020 10: 57
    -1
    Se Ukram è cattivo, allora i russi sono buoni ???? Ma i russi dovrebbero avere obiettivi più alti. O mi sbaglio ??
  9. T. Henks Офлайн T. Henks
    T. Henks (Igor) Aprile 15 2020 18: 57
    -1
    Facciamo piangere? Sono d'accordo con l'acciaieria. Ora i nostri nipoti divoreranno l'astuzia del garante.