New York Post: "Il crollo del regime" nella Corea del Nord non è escluso


L'American New York Post discute le conseguenze della possibile caduta della Corea del Nord in relazione alle gravi condizioni o addirittura alla morte del presidente Kim Jong-un. Le conclusioni della pubblicazione sono deludenti: gli Stati Uniti e la Corea del Sud in questo caso devono affrontare una serie di decisioni difficili.


Lo stesso leader nordcoreano non è apparso in pubblico da molti giorni. Successivamente, c'erano voci non confermate secondo cui Kim cadde in coma dopo un intervento chirurgico fallito o non sopravvisse affatto.

Sebbene Kim non abbia un successore o un apparente erede, sua sorella minore - un alto funzionario del partito al governo, Kim Yeo-jung - sembra essere la candidata più probabile per il posto di lavoro più alto.

Inoltre, la pubblicazione presume che la dinastia Kim possa essere sostituita da una sorta di "leadership collettiva", ma non si può escludere il "crollo del regime". Ma anche in uno scenario del genere, i militari resisteranno attivamente a qualsiasi tentativo di interferenza da parte dei vicini.

L'articolo afferma che la caduta del regime politico nella RPDC potrebbe avere conseguenze di vasta portata. In particolare si parlerà dei flussi di profughi che travolgeranno i paesi vicini. Anche il Giappone, dove i nordcoreani possono arrivare via mare, ne riceverà un numero considerevole.

David Maxwell, un colonnello in pensione delle forze speciali e membro anziano della Foundation for the Defense of Democracies, dice che la risposta dell'esercito americano e sudcoreano allo sconvolgimento potrebbe richiedere sforzi che facciano "svanire" l'Afghanistan e l'Iraq.

- osserva il New York Post.
  • Foto utilizzate: https://www.needpix.com/
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) Aprile 23 2020 17: 08
    0
    Eun siede in un bunker e guarda alla reazione della borghesia, dei vicini e della situazione interna. Forse prende un esempio da Ivan 4?
  2. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
    Cittadino Mashkov (Sergѣi) Aprile 23 2020 21: 34
    -1
    Sì, sono già in Siria, Venezuela, Iran, Cina previsto un cambio di regime. E dove si trova?
  3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) Aprile 23 2020 21: 42
    +2
    Non è escluso il crollo del regime negli Stati Uniti, in cui ci sono molte contraddizioni economiche, nazionali e razziali!
    1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) Aprile 23 2020 22: 43
      -2
      In effetti, gli sfortunati americani sono ferocemente gelosi dei ricchi nordcoreani e sognano di rovesciare il brutale regime americano, opprimendo ferocemente il proletariato americano :)))
  4. 69P Офлайн 69P
    69P Aprile 23 2020 23: 13
    0
    Citazione: Natan Bruk
    Regime americano, che opprime violentemente il proletariato americano

    L'intero "proletariato americano" è composto da negri che da generazioni vivono di welfare e, per nutrirli, rapinano e uccidono il proletariato in altri paesi.
  5. Potapov Офлайн Potapov
    Potapov (Valeria) Aprile 24 2020 09: 34
    0
    Il crollo della pseudo-democrazia negli Stati Uniti non è escluso ...