IISS: La Russia ha fallito la sua avventura petrolifera


L'accordo della Russia per tagliare drasticamente la produzione di petrolio nell'ambito del nuovo accordo OPEC + è valutato in modo diverso. Nigel Gould-Davis, esperto dell'IISS (International Institute for Strategic Studies) e senior fellow per Russia ed Eurasia, ha considerato questa una grave sconfitta economica e politica.


Secondo l'autore, il rifiuto di rinnovare l'accordo a Vienna il 6 marzo è stato un grosso errore, il colpevole è Igor Sechin, il capo di Rosneft e il più stretto alleato del presidente Putin, che ha insistito per cercare di portare il settore petrolifero di scisto statunitense al fallimento. In precedenza, nel 2015, l'Arabia Saudita non era in grado di far fronte allo stesso compito.

I risultati di questa decisione sconsiderata furono estremamente negativi. Dopo aver rifiutato di estendere l'accordo da parte della Russia, i sauditi hanno aumentato la produzione di petrolio e organizzato un massiccio dumping. Il crollo dei prezzi è iniziato, ma il Cremlino contava sulle sue riserve di 580 miliardi di dollari e sulla NWF, le cui attività erano di 150 miliardi di dollari. A loro spese, Mosca intendeva resistere per sei anni. Invece, la Russia ha fatto concessioni all'OPEC + dopo appena sei settimane di bassi prezzi del petrolio.

Oltre a economico perdite, il Cremlino ha subito una grave politico sconfitta su più fronti, sottolinea Nigel Gould-Davis.

In primo luogoCon le sue azioni, Mosca ha distrutto le relazioni con Riyadh e tutta la sua diplomazia mediorientale, che prima era solo migliorata. Nel 2017, il loro culmine è stata la visita di Salman bin Abdel Aziz al-Saud a Mosca.

In secondo luogo, il ruolo chiave nell'organizzazione del nuovo accordo OPEC + è stato svolto dagli Stati Uniti, che a loro volta non vi hanno aderito. Così, gli Stati Uniti hanno dimostrato che sono loro, e non la Russia, la vera "superpotenza energetica". Per Washington il petrolio è solo uno dei settori dell'economia, per Mosca e Riyadh è la principale fonte di reddito.

In terzo luogoRitornando al tavolo dei negoziati dopo appena sei settimane anziché sei anni, il Cremlino ha dimostrato al mondo la sua debolezza e disponibilità a fare concessioni non redditizie, il che potrebbe spingere il Congresso degli Stati Uniti a introdurre nuove sanzioni anti-russe in futuro.

L'esperto IISS conclude che la decisione del Cremlino di "mandare in bancarotta i produttori di scisto americani" è un esempio di una politica personalista opaca che alla fine ha causato gravi danni agli interessi economici e politici della stessa Russia.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir_Voronov Офлайн Vladimir_Voronov
    Vladimir_Voronov (Vladimir) Aprile 28 2020 16: 39
    +3
    L'autore vorrebbe ricordare due verità:
    1. "Tutto è appreso in confronto", e per qualsiasi Istituto Internazionale di Studi Strategici, la Russia, in linea di principio, non può sconfiggere gli Stati Uniti.
    2. "I polli si contano in autunno". Troppi, compresi gli esperti occidentali, non prevedono nulla di buono per gli Stati Uniti o addirittura la disintegrazione. Non c'è molto da aspettare.
  2. Arkharov Офлайн Arkharov
    Arkharov (Grigory Arkharov) Aprile 28 2020 17: 25
    0
    Ebbene, cosa c'è da confutare?
  3. Il commento è stato cancellato
  4. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) Aprile 28 2020 17: 47
    +1
    Lo shale oil (e nel prossimo futuro il gas) è già stato praticamente abbandonato. Shale è gestito da piccole, spesso, semplicemente, aziende a conduzione familiare. Altri sei mesi e il khan è irrevocabile per loro. I pozzi tradizionali possono essere facilmente riaperti e pompati ulteriormente, mentre i pozzi di scisto sono ad alta pressione. Se smetti di pompare, cadrà stupidamente e dovrai ricominciare tutto da capo, e se questo sia possibile non è affatto un dato di fatto. È necessario pompare una parte del veleno nel terreno. E che tipo di petrolio ci sarà?
    Le grandi aziende stanno lavorando sul petrolio tradizionale, stanno ancora lottando, anche se i prezzi sono anche inferiori al prezzo di costo. Con gli Stati Uniti è tutto più o meno chiaro, gli obiettivi sono prossimi a essere raggiunti.
    E KSA, essendosi divertito molto, corse a prendere in prestito denaro. Daranno? Le spese, per ogni evenienza, hanno già iniziato a essere tagliate.
    Se lo desideri, puoi dare denaro e attrezzature agli Houthi che copriranno i giacimenti petroliferi dell'KSA con missili e droni. Tutto il petrolio KSA, per una strana coincidenza, si trova sulle terre che KSA ha preso dallo Yemen nel 1936. E gli yemeniti, per qualche motivo, non l'hanno dimenticato.
    La popolazione della KSA è sunnita. Ma a est (proprio nella zona dei giacimenti petroliferi) ci sono gli sciiti, così come nello Yemen. Per una strana coincidenza, l'Iran è anche la patria degli sciiti e l'Iran tratta l'KSA nello stesso modo in cui tratta Israele. E sta aiutando gli Houthi. Bene, e che ci sono molte attrezzature e armi sovietiche / russe, quindi dove non sono?
    Quindi, la Russia non dovrà nemmeno sporcarsi le mani. Bene, daranno all'Iran, in via confidenziale, un po 'di aiuto ...
    1. cmonman Офлайн cmonman
      cmonman (Garik Mokin) Aprile 29 2020 05: 46
      0
      I pozzi tradizionali possono essere facilmente riaperti e pompati ulteriormente, mentre i pozzi di scisto sono ad alta pressione.

      È esattamente l'opposto: i pozzi tradizionali non possono essere chiusi, perché ci vorrà molto tempo / denaro per aprire. E quelli di scisto sono chiusi semplicemente da un "rubinetto" - la pressione non scenderà, perché il petrolio non ha un posto dove andare, è bloccato nello scisto.

      Tali pozzi possono essere avviati in tempi relativamente brevi se il contesto dei prezzi è favorevole o, ad esempio, se un nuovo oleodotto inizia a funzionare nell'area. I volumi di produzione di questi pozzi non sono correlati al funzionamento delle piattaforme di perforazione.

      Inoltre, il Congresso sta valutando l'acquisto di attività di società di scisto. Quindi, se la situazione è favorevole per i produttori di scisto (un anno o due o tre), lo Stato restituirà loro i propri beni con una piccola% a loro favore. Tutti sono felici, ballano insieme ...
      1. GRF Офлайн GRF
        GRF Aprile 29 2020 08: 40
        +2
        L'hanno comprato, lo hanno riscattato a una piccola%, tutti sono contenti ... Sento che non si sta parlando delle sfumature che ricadranno sulle fragili spalle di qualcuno, altrimenti perché costi inutili ...
        1. cmonman Офлайн cmonman
          cmonman (Garik Mokin) Aprile 29 2020 14: 06
          +1
          Quando nel 2008 lo stato ha acquistato la General Motors, e 6 anni dopo GM ha restituito questi soldi allo stato con il 9%, lo stato ha guadagnato bene !!!
          A proposito, Ford ne è uscito da solo.
  5. Alexander Semenov Офлайн Alexander Semenov
    Alexander Semenov (Alexander Semenov) Aprile 28 2020 18: 04
    0
    Maggio mostrerà tutto!
  6. Il commento è stato cancellato
  7. ombra Офлайн ombra
    ombra Aprile 28 2020 22: 22
    +2
    E un gruppo di petroliere vicino all'America con petrolio saudita, che i sauditi non possono vendere, dove sono andati?
    1. Roos Офлайн Roos
      Roos Aprile 30 2020 13: 02
      0
      Si affollavano per la California, altri vagano senza meta.
  8. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) Aprile 28 2020 22: 50
    0
    E accanto c'è un articolo con conclusioni assolutamente opposte, ah ah.
    Vengono nominati i vantaggi della Russia nella guerra economica con l'Arabia Saudita.
    Gli esperti stanno ricotturando.
  9. Alfred Офлайн Alfred
    Alfred (Alfred Mursaliev) Aprile 29 2020 06: 32
    -1
    Che sciocchezza ??? !!!
  10. 69P Офлайн 69P
    69P Aprile 29 2020 08: 48
    -1
    Citazione: cmonman
    Pozzi tradizionali

    Perché sei così preoccupato per l'emigrante sionista?
  11. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) Aprile 29 2020 12: 00
    0
    I produttori di scisto soffrono maggiormente i problemi, ma la Russia ha sofferto? Stupidità o propaganda.
    1. radiootdel4 Офлайн radiootdel4
      radiootdel4 (Vladimir) Aprile 30 2020 15: 37
      +1
      Questa è una realtà alternativa.
  12. radiootdel4 Офлайн radiootdel4
    radiootdel4 (Vladimir) Aprile 30 2020 15: 37
    +2
    Un articolo nello stile di "Tutto è perduto in Russia-oh-oh-oh".
    Questi .... così irrequieti - o l'economia russa sarà fatta a pezzi, o saranno chiamati una stazione di servizio. Ora "il Cremlino ha dimostrato la sua debolezza al mondo intero" e ha costretto i sauditi a tagliare la produzione e i produttori di scisto SGA a fallire. E in generale, ora aspettiamo nuove sanzioni. E nella SGA andrà tutto bene, ma in Russia andrà male. Ma la cosa peggiore (si sono dimenticati di indicare nell'articolo) è che non sappiamo come realizzare smartphone con angoli particolarmente arrotondati.