Come i MiG-25 sovietici hanno salvato l'Algeria da un attacco aereo israeliano


Negli anni '1980, il potere delle forze di difesa israeliane ha raggiunto il suo apice, scrive la rivista Military Watch. Il blocco della coalizione araba è stato distrutto dal ritiro dell'Egitto dalla cooperazione dell'URSS ai paesi occidentali. La Libia e l'Iraq, che hanno partecipato alla guerra dello Yom Kippur insieme all'Egitto, erano sempre più preoccupate per i conflitti con gli stati vicini, rispettivamente Ciad e Iran.


Israele è diventato uno dei principali acquirenti delle armi americane più avanzate. Negli anni '80, l'IDF adottò i caccia F-15 di quarta generazione.

Avendo perso il sostegno di un certo numero di stati arabi, i leader dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP), un nemico politico di lunga data di Israele, hanno deciso di spostare le loro basi nell'Africa nord-occidentale per evitare possibili attacchi da Israele. Nel 1988, l'OLP pianificò di tenere un Congresso a Baghdad, che avrebbe deciso sul futuro "Stato palestinese". Tuttavia, a causa della guerra iraniano-irachena, la capitale di una delle parti in guerra è stata considerata pericolosa per un simile evento.

I palestinesi sono stati avvertiti di un possibile attacco israeliano indipendentemente dalla sede del Congresso, quindi si è deciso di tenerlo in Algeria, un luogo relativamente remoto e protetto dall'aviazione israeliana.

L'incontro dell'organizzazione si è svolto presso l'hotel Club des Pins, a 20 km dall'Algeria. Attorno all'hotel è stata introdotta una no-fly zone entro un raggio di 20 km, supportata dai sistemi di difesa aerea mobile 2K12 Kub, predecessori dei moderni sistemi Buk-M2 e Buk-M3. Quattro aerei da combattimento pattugliavano costantemente la struttura: due caccia MiG-21 a bassa quota e due intercettori MiG-25 ad alta quota. Molti altri MiG-25 erano costantemente in allerta nelle basi aeree. I MiG sovietici erano i velivoli più efficienti al mondo a quel tempo. Inoltre, le loro caratteristiche di velocità sono rimaste insuperate.

Il 10 novembre 1988, la difesa aerea dell'Algeria ha rilevato diversi F-15 che volavano verso l'hotel a media altitudine. Diversi altri MiG-25 furono portati in aria, che, tuttavia, non intercettarono i combattenti israeliani: gli aerei salirono più in alto e presero posizione di fronte agli F-15 volanti. Gli aerei israeliani, avendo notato gli intercettori e il funzionamento delle stazioni radar, si sono immediatamente messi in rotta di ritorno.

Gli F-15S israeliani, che operano al limite della loro resistenza a causa della posizione distante del bersaglio di un potenziale attacco, non hanno potuto completare la missione di combattimento. I MiG-25 sovietici, quindi, erano di nuovo alla giusta altezza e salvarono l'Algeria dagli attacchi aerei israeliani.
  • Foto utilizzate: US Air Force
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
    Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) 1 può 2020 12: 00
    +5
    La realtà della trama della pubblicazione è molto dubbia. L'aereo colpisce lontano dai suoi confini, Israele infligge solo molto in circostanze di forza maggiore. Ad oggi, posso solo ricordare due di questi precedenti: la distruzione di un reattore nucleare iracheno vicino a Baghdad e un raid in Uganda per liberare gli ostaggi. Il bombardamento del Congresso palestinese è un evento suicida per il prestigio internazionale di Israele. Da qualsiasi punto di vista non ha senso. Che ne proclamino almeno dieci, almeno cento volte al giorno. Al contrario, Israele è la richiesta più forte per la creazione di uno stato arabo de jure, che, tra l'altro, è stato de facto creato molto tempo fa. Anche due: nella Striscia di Gaza e nella Cisgiordania del fiume Giordano. Non c'è un solo soldato, poliziotto, funzionario o ebreo israeliano.
  2. 69P Офлайн 69P
    69P 1 può 2020 12: 54
    -4
    Citazione: Rogue1812
    La realtà della trama della pubblicazione è molto dubbia.

    La realtà è chiara.
    1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
      Raccoglitore (Myron) 1 può 2020 14: 38
      0
      Mi interessa chiedere: chi è quel temerario disperato che può porre fine all'esistenza dello Stato di Israele? ingannare
      E l'articolo è completamente falso: gli israeliani, ovviamente, non avrebbero colpito dall'alto i palestinesi in Algeria, ei combattenti sovietici del MiG-25 qui non potevano assolutamente influenzare la situazione.
  3. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 1 può 2020 17: 06
    +1
    Qualche storia dubbia. 5000 km da Israele all'Algeria è la gamma di traghetti dell'F-15 con tre serbatoi fuoribordo. È estremamente dubbio che l'operazione, che non ha senso, fosse affatto pianificata, per non parlare del fatto che tecnicamente non poteva essere eseguita in quel momento.
  4. Barmaley_2 Офлайн Barmaley_2
    Barmaley_2 (Barmale) 3 può 2020 19: 57
    -2
    È particolarmente divertente leggere della super-super-perfezione della MIG-25 (in effetti, un'auto eccellente, se non per pochi BUT), dopo che Belenko l'aveva prima dirottata e la MIG non sarebbe stata studiata a una vite, e poi quella finita, che ha causato danni strabilianti all'industria della difesa dell'URSS. Tolmachev, che ha passato molte informazioni sull'elettronica degli aerei sovietici, che li ha resi una scoria completa per molto tempo.