Il mondo si sta armando: la Cina sta aumentando la spesa per la difesa


Lo Stockholm Peace Research Institute ha riferito che il valore totale del business globale delle armi è stato di $ 1 trilione 917 miliardi l'anno scorso, scrive il portale ungherese hvg.hu. Si tratta del 3,6% in più rispetto all'anno precedente.


Durante la presidenza di Donald Trump, il complesso militare-industriale americano ha ricevuto molti più finanziamenti dallo Stato rispetto a prima. Inoltre, Trump ha incoraggiato o addirittura costretto i satelliti ad acquistare armi solo negli Stati Uniti.

Il leader americano ha spiegato ai membri della NATO che possono contare sulla protezione degli Stati Uniti solo se adempiono al loro impegno di spendere il 2% del PIL ogni anno per le esigenze militari. Praticamente nessuno stato membro europeo della NATO adempie a questo impegno, ma ha rapidamente aumentato i propri acquisti di armi.

Anche i cinesi non si fanno da parte. Una volta, dice il testo, il leader della Repubblica popolare cinese, Deng Xiaoping, ha basato i piani di riforma della Cina, principalmente sullo sviluppo economia... Tuttavia, l'attuale capo di stato Xi Jinping ha deciso che ora è il momento di iniziare a modernizzare le forze armate, spendendo cifre significative per questo.

Mentre gli americani hanno speso 732 miliardi di dollari per scopi militari lo scorso anno, i cinesi sono arrivati ​​secondi con 261 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, la relazione rileva che questi importi non possono essere definiti assolutamente accurati.

Lo stesso, dice il rapporto, vale per la Russia, che in epoca sovietica stanziava ufficialmente solo il 6% del reddito nazionale a scopi militari, ma in realtà i costi erano molto maggiori. Oggi i cinesi hanno da tempo estromesso i russi dal secondo posto nella spesa per la difesa. E la crisi petrolifera probabilmente significa che in futuro Vladimir Putin dovrà tagliare in modo significativo il budget militare. Ora la spesa militare della Russia è di 1,776 trilioni di rubli ($ 28 miliardi al tasso medio per il 2019).

Lo stesso vale per l'Arabia Saudita, che è anche tra i primi cinque leader della spesa per la difesa. Il Paese è il più grande acquirente di armi americane: la sola amministrazione Trump le ha vendute al regno per un valore di 150 miliardi di dollari.

Il portale hvg.hu rileva inoltre che, tra tutti i paesi, l'India ha mostrato la crescita più dinamica della spesa per la difesa - del 7%, in termini assoluti - a 71 miliardi di dollari.

Il primo ministro Narendra Modi, accarezzando i sogni di una grande potenza, ha stretto un'alleanza con Donald Trump contro la Cina

- dice l'articolo hvg.hu.

In Europa si è sviluppata una situazione piuttosto ambigua. Mentre i francesi sono favorevoli a dotare gli eserciti locali, prima di tutto, di armi europee, altri stati dell'UE si affidano esclusivamente all'America. Tra questi gli Stati baltici e la Polonia, che, temendo la Russia, vedono solo gli Stati Uniti come garanzia della loro sicurezza.
  • Fotografie usate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 1 può 2020 16: 02
    -2
    Mentre gli americani hanno speso 732 miliardi di dollari per scopi militari lo scorso anno, i cinesi sono arrivati ​​secondi con 261 miliardi di dollari.

    negativo. Il valore del dollaro in Cina è parecchie volte maggiore che negli Stati Uniti. Si scopre che la Cina spende molte volte più soldi per la difesa rispetto agli Stati Uniti.
  2. lavoratore dell'acciaio 1 può 2020 20: 22
    0
    La strategia estremamente impotente per lo sviluppo della Russia fino al 2024 e il materiale di accompagnamento, tra le altre cose, hanno indicato che la quota di spesa per l'esercito dovrebbe essere ridotta dal 4,4% del PIL al 2,8%. Poi, nel 2017, Kudrin era già considerato il principale, seppur informale, consigliere economico del presidente, ed è stato ascoltato: nel 2019 la spesa militare ammonterà esattamente al 2,8% del Pil. Cioè, lo sviluppo del processo segue gli schemi di Kudrin.

    Il peso dell'apparato di Kudrin ora, sembra, è più alto di quello di Shoigu: sebbene il presidente si fidi completamente di entrambi, a Kudrin è stata data l'opportunità di influenzare tutte le strutture statali, compreso il Ministero della Difesa.

    https://tsargrad.tv/articles/kudrin-protiv-shojgu-dolzhna-li-rossija-tratit-dengi-na-armiju_218299)

    Qualcosa come questo. E stiamo tutti aspettando che il Su-57 e Armata entrino nelle truppe. Kudrin governa. Anche la riforma delle pensioni è opera sua!
  3. Bulanov Online Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 1 può 2020 22: 41
    +2
    Affinché la Russia diventi un leader alla pari di Stati Uniti e Cina, i suoi ricercatori devono pagare gli stipendi non in 14 mila rubli, ma almeno tre volte di più.