I vantaggi della Russia dal ritiro degli Stati Uniti dall'Afghanistan nominati


Il centro di ricerca australiano Lowy Institute sta cercando di vedere i possibili benefici del ritiro delle truppe americane dall'Afghanistan per l'Asia centrale e la Russia.


Un articolo pubblicato sul sito web dell'organizzazione sostiene che sebbene l'attenzione del mondo sia ora rivolta agli effetti dell'accordo tra America e talebani (i talebani sono vietati in Russia), le conseguenze di questo atto per la sicurezza dei vicini immediati dell'Afghanistan, Gli stati dell'Asia centrale vengono in qualche modo ignorati da molti esperti stranieri.

Alcuni dei militanti più attivi ancora operanti in Afghanistan, secondo la pubblicazione, appartengono a gruppi dell'Asia centrale, come i movimenti islamici del Tagikistan e dell'Uzbekistan. Inoltre, nel paese sono state viste cellule dell'ISIS (bandite nella Federazione Russa), che, a differenza dei talebani, ha ambizioni espansionistiche più ampie.

Il ritiro sovietico dall'Afghanistan nel 1989 ha portato al crollo del "regime comunista di Kabul" sostenuto dall'Unione, sottolinea l'analisi. Anche il governo filoamericano potrebbe dover affrontare problemi.

Gli stati vicini sono preoccupati per questo fatto, che li costringe a rafforzare il coordinamento con il loro ex patrono, la Russia. E per la Federazione Russa, il ritiro delle truppe americane offre un'ottima opportunità per rafforzare ulteriormente le proprie posizioni in Asia centrale.

Le questioni di sicurezza nazionale russa qui coprono una serie di problemi, come il traffico di droga e di esseri umani, l'immigrazione illegale e, soprattutto, il terrorismo. Tutte queste minacce provengono dal territorio afghano.

La Russia ha diffuso la sua influenza e il suo potere nella regione dell'Asia centrale attraverso una rete di istituzioni internazionali. Inoltre, il Cremlino, osserva l'articolo, ha un monopolio quasi totale sul commercio di armi con le autorità locali. È già chiaro che le repubbliche dell'Asia centrale modernizzeranno le loro forze armate e servizi speciali con il sostegno attivo di Mosca.

L'articolo fornisce una descrizione sommaria della presenza politico-militare russa in quest'area dell'ex Unione Sovietica. In particolare, viene prestata particolare attenzione alla base aerea di Kant in Kirghizistan e alla cooperazione in materia di difesa con l'Uzbekistan e il Kazakistan.

Alla luce di ciò, è difficile immaginare il futuro della struttura di sicurezza dell'Afghanistan e dell'Asia centrale senza un ruolo attivo per la Russia.

- approvato nella pubblicazione analitica.

Il ritiro americano creerà sicuramente un vuoto di potere e richiederà un rafforzamento del potere russo, che sarà schierato per prevenire il caos. Le repubbliche dell'Asia centrale, di fronte all'incertezza in Afghanistan, accoglieranno senza dubbio questa partecipazione.
  • Foto utilizzate: https://www.af.mil/
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir_Voronov Офлайн Vladimir_Voronov
    Vladimir_Voronov (Vladimir) 8 può 2020 11: 02
    +2
    Niente di nuovo dagli americani. Sono venuti, merda, e hanno lasciato che gli altri lo rastrellassero.
  2. Errore digitale Офлайн Errore digitale
    Errore digitale (Eugene) 8 può 2020 11: 14
    +2
    Mi sono ricordato dello scherzo:

    I barbari russi irruppero nei villaggi, negli auls e nei campi afgani, lasciandosi dietro solo biblioteche, teatri, strade, ospedali e città ...

    Mi chiedo cosa si lasceranno alle spalle gli americani?

    tutta una serie di problemi, come il traffico di droga e di esseri umani, l'immigrazione illegale e, soprattutto, il terrorismo

    Mi sono ricordato inavvertitamente che dopo l'introduzione del nostro contingente militare in Siria:

    I militari russi in Siria stanno combattendo per il loro paese, distruggendo i terroristi che si avvicinano ad esso

    - ha affermato il Presidente della Federazione Russa. Forse, guidati dalla stessa logica, prendere il posto degli americani in Afghanistan?
    Oppure questa logica cambia in qualche modo a seconda della disponibilità di minerali nello stato "sponsorizzato" ...
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 9 può 2020 15: 26
      +3
      I militari russi in Siria stanno combattendo per il loro paese, distruggendo i terroristi nei lontani approcci ad esso, - ha detto il presidente della Federazione Russa.
      Forse, guidati dalla stessa logica, prendere il posto degli americani in Afghanistan?
      Oppure questa logica cambia in qualche modo a seconda della disponibilità di minerali nello stato "sponsorizzato" ...

      1. Le truppe furono introdotte in Siria su invito del governo legittimo, la cui cooperazione è continuata sin dall'epoca sovietica. È sostenuto dalla maggioranza della popolazione del paese, le truppe russe sono alleate lì.
      2. In Afghanistan il governo è stato "rialzato" dagli americani, non controlla gran parte del territorio e non gode del sostegno della popolazione. È molto probabile che l'introduzione delle truppe russe sarà percepita come un'occupazione.
      3. Per quanto riguarda i minerali, pensi che non ci siano? Il sarcasmo si è rivelato così così no

      https://zolotodb.ru/article/12012

      https://lenta.ru/articles/2010/06/16/lithium1/

      http://www.mining-enc.ru/a/afganistan/

      https://www.fergananews.com/articles/182