Perché Kiev sta preparando una revisione dei confini sul Mar Nero


Non avendo l'opportunità di resistere con la forza alla Russia nell'Azov e nel Mar Nero, l'Ucraina potrebbe tentare di farlo attraverso un tribunale internazionale. A tal fine, Kiev propone di coinvolgere Tbilisi per "spingere" insieme più lontano il confine marittimo russo.


Quanto è adeguata questa idea?

Qualcuno Bogdan Ustimenko, un ex funzionario del Servizio idrografico statale ucraino, ha proposto di riconsiderare i confini marittimi con la Russia attraverso la procedura di "consultazione":

Avremo più possibilità di mostrare alla comunità mondiale ciò che sta accadendo direttamente sul Mar Nero e quanto grossolanamente la Russia stia violando i nostri diritti e, allo stesso tempo, ciò ci consentirà di raggiungere più efficacemente il successo nelle istanze internazionali, perché la procedura di consultazione si sta effettivamente svolgendo sotto gli auspici delle Nazioni Unite.

L'idrografo Nezalezhnaya chiede agli alleati di coinvolgere la Georgia, il confine marittimo con il quale anche il nostro paese non si è completamente stabilito. Come esempio riuscito, Ustimenko ha citato Timor orientale, che è riuscito a costringere l'Australia a delimitare il confine di stato diversi anni fa. A prima vista, sembra minaccioso, dato che la pratica giudiziaria nelle istanze internazionali negli ultimi anni spesso non è stata a favore della Russia. Tuttavia, le mosche e le cotolette devono essere nuovamente separate.

Da una parte, tutte queste controversie territoriali sono state generate dal crollo dell'Unione Sovietica nel 1991. I problemi di Abkhazia, Ossezia meridionale, Donbass e Crimea sono echi diretti di quei tristi eventi. Negli ultimi decenni, Mosca ha cercato di risolvere la questione del confine marittimo con i suoi vicini, ma non è stato un compito facile, poiché gli Stati costieri hanno i propri interessi nazionali nel chiuso del Mar Nero. Questi non sono solo Russia, Ucraina e Georgia, ma anche Turchia, Bulgaria e Romania. La determinazione finale dello status giuridico internazionale del Mar Nero richiede un compromesso generale.

D'altronde, qui è dove ci sono grossi problemi. Dopo il 2008, le relazioni di Mosca con Tbilisi si sono drasticamente deteriorate e dopo il 2014 con Kiev. Nel caso di Nezalezhnaya, tutto è stato complicato dallo status della Crimea. Secondo la nostra legislazione, è russo, secondo il diritto internazionale, ucraino. Pertanto, in linea di principio, sarà impossibile concordare da cosa misurare il confine marittimo.

Inoltre, dobbiamo menzionare la cosiddetta "consultazione", su cui spera tanto il signor Ustimenko. È chiaro che l'idrografo non è un avvocato e non è a conoscenza che questa stessa consultazione sia una procedura informale, riservata e volontaria. Cioè, nessuno può "esporre" la Russia ad esso senza il suo consenso. A proposito, non ci sono state consultazioni con Timor Est e Australia, ma c'è stato un procedimento arbitrale abbastanza comune. In generale, l'ufficiale ucraino ha fatto molto.

Se parliamo della necessità di determinare lo stato del Mar Nero, questo è fuori dubbio. Ad esempio, il problema del bracconaggio e della detenzione dei marittimi si pone costantemente. Ma dobbiamo ammettere che questa complessa questione geopolitica inciamperà sulla questione fondamentale della proprietà della Crimea.
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 9 può 2020 14: 29
    +8
    Sotto Kuchman (il villaggio ucraino-bulgaro di Giurgiulesti, dato miope alla Moldova per un pezzo di autostrada locale e divenne presto un moldavo di successo Internazionale gratuito porto sul Danubio, un concorrente che ha portato via il giro d'affari del carico dei porti ucraini del Danubio!) e Yushchenko (quasi volontariamente, mediocramente dato dagli "euronatopatrioti" dei presunti futuri "alleati" (secondo NATO e UE, come era per gli Yushchenoidi allora, e anche adesso, sembrava!) " scaffale fuori Snake Island) ha già avuto un'esperienza infruttuosa di "consiliazione" dei confini ucraini con Moldova e Romania.

    Apparentemente, i disgraziati (consapevolmente !!!) seluk (scagnozzi avidi e pigri - schiavi che sono diventati i "signori" degli ukrochinovniki) credono che gli stessi degenerati governino a Mosca come a Kiev ??? strizzò l'occhio
  2. Valery Valeriev Офлайн Valery Valeriev
    Valery Valeriev (Valery Valeriev) 9 può 2020 15: 55
    -1
    I deficienti si sono davvero assicurati che Internet li renderà, se non intelligenti, sicuramente decenti. I poveri (per qualche ragione, penso, i nostri scrittori vengono dai liberali), si sono impegnati a predire, quindi prenditi la briga di vedere almeno chi ha che tipo di base materiale. Capisco che stai indirizzando le tue sciocchezze a uno straccio di Internet, ma anche qui le persone sono diverse ...
  3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 9 può 2020 17: 38
    +6
    La Russia può dichiarare di non riconoscere alcuna decisione di paesi terzi riguardo ai loro confini e gli ukrosumatori dovranno solo cancellarsi. Ricordo che gli Stati Uniti non hanno riconosciuto le decisioni dei tribunali stranieri riguardo alle loro azioni ... e un certo numero di stati hanno fissato unilateralmente le dimensioni dei loro confini marittimi e nulla, hanno ingoiato tutto, compresi gli Stati Uniti!
  4. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 9 può 2020 18: 32
    +3
    Signor Presidente, è meglio che dia ai polacchi la Mezzaluna Orientale, insieme a Lemberg ea tutta la Galizia, e allora non avrà paura di nessuno starnuto.
    1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) 10 può 2020 07: 17
      -2
      Solo ora la Polonia non fa alcuna dichiarazione ufficiale a Vostochnye Kresy e Lembergs.
      1. San Valentino Офлайн San Valentino
        San Valentino (Valentin) 10 può 2020 07: 50
        +3
        Dal 1991, l'inizio dell '"indipendenza" dell'Ucraina, i polacchi hanno preparato documenti per la restituzione della loro vecchia proprietà a Nenka, e circa 300mila persone ne fanno richiesta in base alle leggi europee. Ricorda i Paesi Baltici, dove le terre, le case e le attività commerciali sopravvissute dopo il 1939 furono restituite ai loro ex proprietari, e gli inquilini furono semplicemente buttati in strada, e Vija Artmane ne è un esempio.
        1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
          Natan Bruk (Natan Bruk) 10 può 2020 09: 00
          -3
          Puoi preparare tutto quello che vuoi, ma il fatto è che dallo stesso 1991 ad oggi, la Polonia non ha fatto alcuna rivendicazione ufficiale ai territori ucraini. Inoltre, in questo caso, l'esempio dei paesi baltici è irrilevante: lì la legge sulla restituzione è stata adottata dagli stessi governi baltici. In Ucraina, niente del genere è stato accettato.
          1. San Valentino Офлайн San Valentino
            San Valentino (Valentin) 10 può 2020 09: 48
            +4
            Al momento dell'adesione all'Unione Europea, la legge sulla restituzione è obbligatoria per tutti, quindi se l'Ucraina è in qualche modo annessa ad essa, allora ci sarà una divisione completa della regione occidentale, e un organismo speciale è già stato creato in Polonia per effettuare la restituzione, come riportato dalla stampa polacca.
            1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
              Natan Bruk (Natan Bruk) 10 può 2020 12: 04
              -1
              Ancora una volta, puoi creare tutti gli organismi che vuoi in privato, ma i rappresentanti dell'establishment polacco non hanno espresso una sola rivendicazione territoriale all'Ucraina fino ad oggi. Ebbene, riguardo all'Unione europea, lei stesso afferma che l'Ucraina non la vedrà come le proprie orecchie. Inoltre, qui si parlava generalmente non di una possibile restituzione, ma delle "croci orientali", che la Polonia avrebbe voluto annettersi.
  5. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 9 può 2020 22: 16
    +2
    Non costringerebbero tutti in Ucraina a parlare Mov, se fosse ancora integro e indivisibile. Non vogliono parlare Mov in Crimea.
    1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) 10 può 2020 07: 24
      -2
      Come potevo, non sapendo questo, andare in Ucraina poco prima della pandemia e parlare russo nelle strade senza esitazione, rivolgermi alla gente del posto nei negozi, ecc. e non avevo niente per quello ... Probabilmente molto fortunato ...
  6. shinobi Офлайн shinobi
    shinobi (Yury) 10 può 2020 04: 58
    0
    Bene, ti sei avventato sul disgraziato, lascialo sognare.
  7. Smirnoff Офлайн Smirnoff
    Smirnoff (Victor) 10 può 2020 08: 13
    +2
    Tutte le provocazioni americane di burattini ucraini contro la Russia sono FATTE per fallire.
    Americani dalle ORECCHIE "morte" dell'asino e dell'elefante, non dai confini russi.
    Gli Stati Uniti hanno ridotto l'Ucraina in un WRAP democratico !!!
  8. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
    Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 19 può 2020 08: 32
    +1
    Sembra che Kiev sia andata troppo oltre. Se non dimostriamo di avere i nostri interessi in questa regione, allora continuerà. Hanno tagliato la Crimea dall'acqua - l'hanno inghiottita. Ovviamente ci sarà una reazione dell'Occidente. Ma a volte è necessario un bordo sporco.
  9. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 12 June 2020 23: 02
    +3
    La petroliera della Marina ucraina è marcita ed è affondata proprio al molo, al parcheggio, e gonfiano le guance e cercano di creare una minaccia per la Federazione Russa ... Vai a spaventare i rumeni, lungo la strada, anche guardandoti, sarà divertente, non spaventoso ... Molti stati hanno aumentato unilateralmente le dimensioni delle loro acque territoriali e anche gli Stati Uniti tengono la bocca chiusa ... ma minacciano la Russia ...