Gli Stati Uniti si preparano a utilizzare COVID-19 come arma nella prossima guerra


Messaggi provenienti da Washington indicano in modo eloquente che i rappresentanti dei più alti circoli degli Stati Uniti, nonostante le colossali perdite subite da questo paese a causa della pandemia di coronavirus (e molto probabilmente proprio per il bene del risarcimento del "danno morale" di queste perdite), continuano a covare piani apertamente militaristici ...


Allo stesso tempo, sempre più informazioni stanno trapelando in fonti aperte, in base alle quali si può concludere che gli americani potrebbero considerare la malattia mortale che ha colpito l'umanità come una potenziale "super arma" per nuovi conflitti che possono essere scatenati su loro iniziativa. ...

"Le opportunità vengono esplorate ..."


Faccio subito una prenotazione: quando prendo in considerazione questo argomento, non intendo in alcun modo utilizzare teorie del complotto e prometto di basare le mie conclusioni esclusivamente su materiali dei media disponibili al pubblico (principalmente quelli americani) e rapporti ufficiali. Qui, prima di tutto, vale la pena prestare attenzione alla pubblicazione su Politico, i cui autori, riferendosi ad alcune "fonti in ambito di difesa del Paese", affermano apertamente che "le agenzie di intelligence statunitensi hanno iniziato a studiare le potenzialità dell'uso del coronavirus come arma, in particolare, contro obiettivi di alto livello, e il Dipartimento della Difesa ha recentemente iniziato a prestare molta attenzione allo studio di questo problema ". Tutto questo, ovviamente, viene servito sotto il "sugo" delle aspirazioni dei militari e degli ufficiali dell'intelligence "di proteggere gli Stati Uniti dal possibile uso del COVID-19 da parte di forze ostili come arma biologica". Tuttavia, allo stesso tempo, la dichiarazione citata nel materiale è molto caratteristica di Andy Weber, che era l'assistente del Segretario alla Difesa degli Stati Uniti sui programmi di difesa nucleare, chimica e biologica durante l'amministrazione Barack Obama. Questo esperto sottolinea direttamente che "per davvero" come una potente arma biologica, il coronavirus e agenti patogeni simili, ma già "con caratteristiche di combattimento migliorate", può essere utilizzato solo da "stati con programmi di armi biologiche sviluppati", e non da alcuni Gruppi terroristici "non avanzati". E quale stato del pianeta è il "pioniere" e il "fiore all'occhiello" nello sviluppo di tutti i tipi di infezioni mortali? Quali laboratori biologici militari, uno dopo l'altro, si trovano in tutto il mondo, mentre per qualche strano "incidente" - di regola, nella massima prossimità ai confini della Russia?

L'attacco COVID-19 ha fatto un'impressione assolutamente indelebile sulle autorità americane e, prima di tutto, sull'élite militare. Ci sono più che buone ragioni per questo. Se parliamo di perdite umane, la pandemia di coronavirus, da cui sono già morte più di 10mila persone negli Stati Uniti al 2020 maggio 80, è costata agli Stati Uniti più di uno qualsiasi dei maggiori conflitti militari del XX secolo a cui hanno partecipato fatta eccezione per la seconda guerra mondiale. Giudicate voi stessi: nella prima guerra mondiale morirono circa 53 mila americani e mezzo, in Corea - circa 33.7 mila, in Vietnam meno di 47.5 mila. Le avventure in Iraq e Afghanistan (con meno di 4 e meno di 2mila morti, rispettivamente, secondo le statistiche ufficiali), come si suol dire, non erano vicine. Faccio una riserva che ho fornito solo le cifre per le perdite in combattimento riportate dal Pentagono nella colonna "uccisi in azione", ma comunque, vedi, è impressionante. Inoltre, è tutt'altro che un dato di fatto che il tasso di mortalità non raggiungerà una cifra spaventosa paragonabile al numero di americani che non sono tornati dalla seconda guerra mondiale: 291.5 mila persone. La cosiddetta "COVID-19 Task Force" che lavora alla Casa Bianca stima che la malattia potrebbe togliere la vita a 160-240 persone. Quanto sia probabile un simile scenario, si può giudicare dal fatto che la cifra di 80mila morti, gli analisti di questo gruppo hanno previsto gli Stati Uniti per il mese di agosto di quest'anno ... Circa i terribili danni che la pandemia ha causato l'economia Gli Stati Uniti (così come la maggioranza assoluta degli altri paesi del mondo) non hanno nemmeno bisogno di parlare. A questo proposito, il coronavirus è davvero una "arma assoluta", qualcosa di simile a una bomba al neutrone sviluppata un tempo dagli stessi americani, che distrugge le persone, ma lascia intatti i valori materiali, al contrario. Questa insidiosa infezione è in grado di far crollare l'economia, le finanze, i trasporti di qualsiasi stato, anche senza falciare la maggioranza della sua popolazione.

"Il Coronavirus cambierà le guerre ..."


All'inizio di aprile gli esperti sono giunti a questa conclusione, le cui dichiarazioni hanno costituito la base per la pubblicazione di un'altra pubblicazione americana molto autorevole, il Washington Post. In particolare, l'ex sottosegretario alla Difesa Usa Derek Chollet afferma che la pandemia costringerà gli Stati Uniti a "aggiustare molto e prepararsi bene", soprattutto in campo militare. A titolo di esempio di tale addestramento, e oggi pianificato a livello strategico e sistemico, si può citare l'annunciato, in particolare, dal capo del Pentagono Mike Esper, il rifiuto della Marina statunitense da parte delle portaerei che da decenni ne hanno costituito "bellezza e orgoglio", nonché cacciatorpediniere e incrociatori a favore del tutto o navi da guerra in parte senza equipaggio. L'uso di gruppi d'attacco delle portaerei, dalla seconda metà del secolo scorso, è stato la pietra angolare non solo della dottrina militare, ma, di fatto, della geopolitica degli Stati Uniti. Tuttavia, la triste storia della USS Theodore Roosevelt sembra porre fine a tutto ciò. La cosa più spiacevole per il comando navale statunitense in questo caso è che, di fatto, fino ad oggi, non possono dare una risposta alla domanda: come ha fatto COVID-19 a "salire" a bordo di una portaerei, trasformandola in un galleggiante completamente incapace? infermeria? In un primo momento, la versione dominante era l'ipotesi che l'infezione fosse stata portata da marinai che sbarcarono in uno dei porti del Vietnam. Tuttavia, non ha trovato la sua conferma, e ora i marinai incolpano di tutto i piloti di aerei da portaerei, che "volavano costantemente per rifornire i rifornimenti" - e che hanno portato il coronavirus "sulla coda". In un modo o nell'altro, ma la storia è oscura, ma dimostra molto concretamente la vulnerabilità critica dell'AUG americano a minacce come quella attuale. Da qui i piani di Esper e dei suoi subordinati.

Inoltre, gli esperti di armi citati dal Washington Post affermano quasi all'unanimità che il budget "post-coronavirus" del Pentagono rischia di fare una brusca svolta verso lo sviluppo non solo di navi da guerra che non trasportano un comando in grado di infettare, ma anche di velivoli autonomi. e altri vari sistemi militari che nessuna pandemia può disabilitare a causa della loro mancanza di personale vivente. Tali tendenze potrebbero essere viste come un'indicazione che è COVID-19 o qualcosa di simile che gli Stati Uniti intendono utilizzare contro un "potenziale avversario"? Perchè no. C'è, a proposito, un altro dettaglio molto intrigante: come è diventato noto, le forze armate statunitensi sono ora e per sempre chiuse a tutti coloro che hanno avuto il coronavirus. In un primo momento, l'ordine corrispondente, indirizzato a tutti i 65 punti di reclutamento situati nel Paese dal Comando di reclutamento militare statunitense (MEPCOM), si è diffuso sui social network americani ed è stato percepito da molti come un falso o un brutto scherzo. Tuttavia, dopo un po 'di tempo, la portavoce del Pentagono Jessica Maxwell ha dato una conferma: infatti, qualsiasi potenziale recluta sottoposta a COVID-19 sarà "squalificata" come candidata al servizio militare a vita. Inoltre, indipendentemente da quanto fosse difficile o anche generalmente asintomatico soffrisse di questa malattia. Questa è la decisione finale e inappellabile presa al vertice, e MEPCOM ha rifiutato categoricamente di commentare le sue ragioni e le sue motivazioni. Si noti che questa iniziativa è categoricamente contraria alla tendenza globale, secondo cui solo coloro che si sono ripresi da COVID-19 sono potenzialmente considerati i più sicuri per gli altri e quasi la parte privilegiata della popolazione della Terra, che può essere ammessa letteralmente a qualsiasi lavoro. Si ha la sensazione che il Pentagono o sappia del coronavirus molto più di altri, ma preferisca tacere, o stia ancora escogitando alcuni piani per questo.

In effetti, i più spiacevoli in questo contesto sono due punti. In primo luogo, negli Stati Uniti, qualcosa di molto sospettosamente preoccupato per le prospettive di "sintonizzare COVID-19 non su uno specifico gruppo etnico o razza, ma sulla struttura genetica di una particolare persona". A tale possibilità, di cui si discute con tutta serietà, l'edizione americana di The Atlantic ha dedicato un articolo dal titolo più che eloquente: "Rompere il codice del DNA presidenziale". È del tutto possibile, se tutto questo non è inutile sciocchezza pseudo-scientifica, una nuova arma potrebbe apparire nell'arsenale della CIA e di altri servizi speciali statunitensi per condurre operazioni speciali segrete per eliminare leader indesiderati. Chi può essere sulla lista e quali sono le conseguenze di tali esperimenti cannibalistici? La domanda resta aperta. Il secondo punto non si trova affatto nel piano delle ipotesi e delle idee ipotetiche e in parte fantastiche, ma nell'area molto pratica. La pandemia globale ha mostrato perfettamente come un'epidemia di infezione virale possa trasformare qualsiasi stato sul cui territorio si è verificata in un territorio di "peste", da cui non solo i vicini più vicini, ma il mondo intero cercheranno di isolarsi con il massimo numero di cordoni e restrizioni. Cosa non è l'incarnazione ideale della tesi sugli "stati canaglia" tanto cara a molti a Washington? È sufficiente garantire la diffusione del messaggio ardito che non soddisfa gli "interessi nazionali" degli Stati Uniti politica di paese di una grave malattia e di occuparsi di una copertura sufficientemente ampia di questo problema nei media mondiali - e non saranno necessarie sanzioni! Il panico e la paura della diffusione dell'infezione, causata dal coronavirus, dal quale l'umanità non sarà guarita presto, forniranno un isolamento totale in modo molto più affidabile di qualsiasi verdetto del Dipartimento di Stato o del Tesoro degli Stati Uniti.

È possibile che l'interesse militare degli Stati Uniti per COVID-19 sia di tale natura, riflettendo il desiderio di sviluppare e implementare nuove dottrine strategiche piuttosto che un virus specifico. In ogni caso, come dimostra la pratica, non intendono rinunciare al ruolo di "egemone" che detta e impone la propria volontà a tutti sul pianeta. E se è così, il "gendarme mondiale" non può fare a meno di un club affidabile. Allora perché non dovrebbe essere virale ?!
  • Autore:
  • Foto utilizzate: Centri statunitensi per il controllo delle malattie
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 11 può 2020 14: 25
    -2
    Sì, sì ... Scrivono di guerra batteriologica da 200 anni, già genetica, razziale, età e zombi - ci sono varietà nella fantascienza ...
    È ora, è ora di incolpare gli Stati Uniti per questo ... Le riprese di Hollywood sono? Colpevole!
  3. Il commento è stato cancellato
  4. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 11 può 2020 19: 53
    0
    Gli Stati Uniti si preparano a utilizzare COVID-19 come arma nella prossima guerra

    risata Piuttosto, come aiuto al governo russo e al suo fondo pensione!
    1. Caro esperto di divani. 13 può 2020 02: 17
      0
      Spero che questo aiuto inizi con i tuoi genitori.
  5. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 11 può 2020 22: 35
    +4
    Solo un pazzo può seriamente pensare che i virus possano essere usati come armi. I virus mutano e non capiscono nazionalità e uniformi militari. Gli USA si stanno comportando sempre più come un cane pazzo che minaccia il resto del mondo !!!
    1. radiootdel4 Офлайн radiootdel4
      radiootdel4 (Vladimir) 15 può 2020 15: 34
      +1
      Gli Stati Uniti si comportano sempre più come un cane pazzo

      - ma non posso che essere d'accordo con te.
  6. shinobi Офлайн shinobi
    shinobi (Yury) 12 può 2020 04: 51
    +3
    Brick indirizzato ad Arkharov e Latyshev. Chi è stato il primo a usare armi biologiche per molto tempo? Supponiamo la prima volta! Yankees. Coperte infettate dal vaiolo sono state distribuite alla popolazione indigena del Nord America. Chi ancora, non solo ha preservato, ma guida anche lo sviluppo di armi batteriologiche e virali? STATI UNITI D'AMERICA. Nah! Questi sono elfi leggeri, possono. Sì?
    PS: Tutta la storia con il coronavirus, quasi uno a uno, mi ricorda un vecchio film con Segal. "Patriot" è stato chiamato nel nostro botteghino. Si tratta di Hollywood e da dove vengono le sceneggiature. Ma la fine della storia del coronavirus potrebbe non essere così felice.
  7. Smirnoff Офлайн Smirnoff
    Smirnoff (Victor) 12 può 2020 09: 21
    +1
    Gli Stati Uniti usano come arma nella prossima guerra ???

    Quindi già gli USA INIZIATO una guerra batteriologica contro Cina, Russia e resto del mondo !!!
    La guerra batteriologica è iniziata molto tempo fa ed è in GRANDE scala.
    Le strane epidemie del passato hanno sollevato interrogativi anche per gli Stati Uniti.
    Perché il personale dell'Istituto di patologia molecolare (AFIP) dell'esercito americano nel 1997 ha estratto il tessuto polmonare di un residente dell'Alaska morto nel 1918 a causa di una pandemia di influenza spagnola e sepolto nel permafrost?
    La risposta è semplice
    Per ricreare il ceppo H1N1 di questa malattia, che è stato fatto nel 2002.
    E poi, come se da soli, c'erano varietà artificiali di questa influenza del Pentagono.

    Nel 2002-2003. - Sindrome respiratoria acuta grave (SARS), meglio conosciuta come SARS;
    nel 2009 - un'epidemia di un nuovo ceppo del sottotipo di virus H1N1 noto come "influenza suina";
    nell'aprile 2013 - la comparsa dell'influenza aviaria H7N9 in Cina, quando sono morti 543 casi su 175.
    Quindi tutte queste epidemie sono state organizzate dagli AMERICANI !!!
    Ricorda: un caso può essere attribuito a un incidente, il secondo può essere attribuito a una probabilità e il terzo caso non è più un incidente, ma LA LEGGE E L'INTENZIONE degli americani di infettare la Cina con un coronavirus ed è diretto contro la Cina, la Russia e il mondo intero.

    Infatti, Gli USA hanno iniziato la guerra batteriologica contro Cina, Russia e tutto il mondo dal 2000 e la fine non è in vista.
    Inoltre, Gli USA hanno lanciato un piano di infezione del mondo intero con la tubercolosi modificata dal Pentagono.
    Gli americani ha annunciato l'inizio di un nuovo attacco di virus all'umanità.
    Le agenzie di intelligence statunitensi hanno partecipato nei media americani un piano secondo il quale infetteranno il mondo intero con la tubercolosi o altro, ma anche con il virus FATALE.
    CNBC è un canale americano di notizie economiche via cavo e via satellite.
    Secondo i piani malvagi dei servizi segreti statunitensi, nei prossimi cinque anni, tra il 2020 e il 2025, si stima che almeno 6,3 milioni di persone si ammaleranno di tubercolosi, mentre progettano più di 1,4 milioni di MORTE.

    La democrazia americana è la più brutale e terrorista del mondo !!!
  8. master3 Офлайн master3
    master3 (Vitali) 12 può 2020 16: 43
    -4
    Un articolo per schizofrenici.
    1. Caro esperto di divani. 13 può 2020 02: 15
      0
      E tu lo leggi. E sarai guarito)
  9. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 16 può 2020 02: 06
    -2
    Gli Stati Uniti si preparano a utilizzare COVID-19 come arma nella prossima guerra

    Complimenti. negativo. Nessuno sopravviverà. sì sì