L'Arabia Saudita intende ridurre drasticamente la produzione di petrolio


Le autorità dell'Arabia Saudita hanno annunciato piani per tagliare drasticamente la produzione di petrolio di 1 milione di barili al giorno in aggiunta ai precedenti accordi all'interno dell'OPEC +. Così, secondo l'Agenzia di stampa saudita, la produzione di petrolio sarà ridotta a 7,5 milioni di barili al giorno invece di 8,5 milioni L'ordine sulla riduzione è stato inviato dal ministero dell'Energia del Paese a Saudi Aramco.


Di conseguenza, il calo complessivo della produzione di greggio ammonterà a circa 4,8 milioni di barili al giorno rispetto al livello di aprile. Il Ministero dell'Energia dell'Arabia Saudita ha anche incaricato la società di trovare un'opportunità per ridurre la produzione a maggio da 8,492 barili al giorno.

Le autorità del Regno sperano che una riduzione così netta della produzione di energia diventi un esempio per altri paesi, che non solo adempiranno ai loro precedenti obblighi, ma troveranno anche modi aggiuntivi per ridurre la produzione.

L'accordo sui paesi esportatori di petrolio è stato firmato il 12 aprile ed è entrato in vigore il 1 maggio. Secondo gli accordi, i paesi ridurranno la produzione di petrolio in maggio-giugno di 9,7 milioni di barili al giorno, da luglio a dicembre - di 7,7 milioni di barili e da gennaio del prossimo anno ad aprile 2022 - di 5,8 milioni di barili.
  • Foto utilizzate: https://www.publicdomainpictures.net
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 11 può 2020 19: 19
    -4
    L'Arabia Saudita intende ridurre drasticamente la produzione di petrolio

    Se qualcuno pensa che l'Arabia Saudita sia diventata gravemente impoverita, si sbaglia profondamente. Spazio tra il russo medio e il saudita. risata Come dalla Terra a Marte. Da non confondere con la Luna!
    1. ombra Офлайн ombra
      ombra 12 può 2020 14: 48
      +2
      Ovviamente si è impoverita, perché dal 1 giugno il regno interrompe i pagamenti ai suoi cittadini a causa dell'aumento del salario dignitoso e dal 1 luglio aumenta l'imposta sul valore aggiunto. Oscilla 3 volte - dal 5 al 15%. ... Il motivo di tali misure sono stati i risultati del primo trimestre del 2020: le spese di bilancio si sono rivelate essere di 9 miliardi di dollari in più rispetto alle entrate.
  2. 123 Офлайн 123
    123 (123) 11 può 2020 19: 58
    +4
    Alcuni estremi. Ora il mondo intero è inondato di petrolio a buon mercato e si chiede qualcosa, poi tagliano più di quanto hanno promesso e stanno già chiedendo. Che persone sbilanciate.
    1. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
      Nablyudatel2014 11 può 2020 20: 37
      -3
      Citazione: 123
      Alcuni estremi. Ora il mondo intero è inondato di petrolio a buon mercato e si chiede qualcosa, poi tagliano più di quanto hanno promesso e stanno già chiedendo. Che persone sbilanciate.

      Dai. Queste sono persone come persone. Inoltre, non sono viziati nella loro massa dalla mancanza di fondi. occhiolino Le culture sono diverse. Sì. Ma la Russia non è un paese monoculturale. sì Quindi tutto è relativo. Ebbene, a parte il reddito reale pro capite dei nostri paesi.
      1. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
        Nablyudatel2014 11 può 2020 21: 00
        -2
        Lo livellerò per te, non capisco chi ci ha messo gli svantaggi. Un vantaggio. Se improvvisamente è importante per qualcun altro.
  3. Smirnoff Офлайн Smirnoff
    Smirnoff (Victor) 11 può 2020 21: 54
    +1
    Durante lo scorso anno e l'inizio di questo, gli Stati Uniti hanno fatto pressioni sui sauditi per abbassare i prezzi del petrolio aumentando la produzione al fine di rovinare la Russia e spremerla dai mercati di vendita.
    All'inizio di marzo, gli Stati Uniti, con le mani dell'Arabia Saudita, hanno consegnato alla Russia un inaccettabile ultimatum per tagliare la produzione di petrolio. Gli Stati Uniti hanno fatto crollare i mercati petroliferi mondiali: si è posta la questione di come uscire dalla crisi.
    I tentativi degli americani, per mano dei sauditi, di cacciare la Russia dal mercato petrolifero sono inizialmente destinati al fallimento, - ha detto il capo del ministero dell'Energia Alexander Novak.
    Il ministro ha osservato che la Russia produce prodotti competitivi e ha diversificato le rotte per la vendita di materie prime.

    I sauditi, seguendo l'esempio degli Stati Uniti, si sono trovati in una profonda crisi petrolifera.
    Soprattutto, nella crisi del petrolio, gli Stati Uniti e i sauditi hanno perso.
    Anche la Russia ha perso, ma non molto rispetto a loro.
    I circoli dominanti degli Stati Uniti, ombrosi e apparentemente odiosi, hanno deciso di ribaltare la truffa petrolifera, giocando sull'aumento della produzione petrolifera, con i loro sauditi fantoccio, al fine di distruggere la Russia con prezzi del petrolio bassi e spostarla sul mercato delle materie prime.
    Ma cosa è successo!
    La Russia non è crollata, ma ha resistito e, inoltre, l'industria petrolifera sta crollando negli Stati Uniti, cosa che gli Stati Uniti non si aspettavano.
    Gli americani, costruendo piani petroliferi contro la Russia con i sauditi, non hanno tenuto conto dell'epidemia virale, che si è rafforzata e ha anche contribuito a far scendere i prezzi del petrolio, ma ha confuso tutte le mappe petrolifere statunitensi.
    In effetti, vediamo che la Russia non è crollata, ma ha resistito, nonostante i piani malvagi degli Stati Uniti.
    1. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
      Nablyudatel2014 11 può 2020 22: 13
      -2
      Durante lo scorso anno e l'inizio di questo, gli Stati Uniti hanno fatto pressioni sui sauditi per abbassare i prezzi del petrolio aumentando la produzione al fine di rovinare la Russia e spremerla dai mercati di vendita.

      Andrei a pescare con te. Letteralmente. sì

      La Russia non è crollata, ma ha resistito e, inoltre, l'industria petrolifera sta crollando negli Stati Uniti, cosa che gli Stati Uniti non si aspettavano.

      wassat risata buono Ah ah ah ah !!!! Ma la nostra industria petrolifera va a cavallo! Le persone sono davvero nel quinto punto di questo cavallo. prepotente