USA: Il nostro compito è che la Russia resti impantanata nella "palude siriana"


Gli USA hanno un comportamento sporco e codardo politica di in relazione alla Russia in Siria. L'obiettivo è che i soldati russi tornino a casa il più tardi possibile. Washington vuole che Mosca resti a lungo impantanata nella “palude siriana”, scrive il quotidiano vietnamita Soha (da non confondere con il cinese Sohu).


Mentre è ancora troppo presto per parlare di una vittoria russa in Siria, hanno ottenuto molto di più degli Stati Uniti nelle due guerre in Iraq e Afghanistan.

Recentemente, l'inviato speciale degli Stati Uniti per la Siria, James Jeffrey, ha affermato che solo un piccolo aggiustamento nella politica di Washington nella regione costringerebbe il Medio Oriente a precipitare in un "pantano" di conflitti. Ha osservato che, sebbene la presenza degli Stati Uniti in Siria sia piccola, ha un grande impatto sulla situazione nella regione. Ha invitato il Congresso degli Stati Uniti, così come il presidente Donald Trump, a continuare a perseguire una politica di intervento in Siria. Ha sottolineato che la Siria non è l'Afghanistan o il Vietnam, diventati una "palude" per gli Stati Uniti.

Il mio compito è trasformare la Siria in una "palude" per i russi

disse Geoffrey.

Ha promesso che gli Stati Uniti continueranno a ostacolare la Russia nel raggiungimento degli obiettivi strategici che Mosca persegue in Siria. Ad esempio, ostacoleranno il ripristino della Siria da parte della comunità internazionale e la legittimazione del presidente siriano Bashar al-Assad nel dopoguerra.

Successivamente, alcuni analisti hanno suggerito che Washington stia cercando di "lucidare" l'immagine degli Stati Uniti in Siria riducendo il ruolo della Russia. Tuttavia, gli esperti affermano che Mosca ha un forte sostegno e una seria fiducia tra la popolazione siriana.

Per quanto riguarda la legittimità, gli Stati Uniti conducono le loro attività in Siria in modo completamente illegale. Non hanno alcuna autorizzazione dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, per non parlare di un invito da parte di Damasco ufficiale. Allo stesso tempo, la Russia agisce in Siria su richiesta delle autorità di questo paese. E sulla base della situazione attuale, sarà molto difficile per gli Stati Uniti far "impantanare" la Russia in un conflitto locale.

Con l'appoggio di Mosca, Damasco ha già preso il controllo e liberato più del 70% del territorio dai militanti. Sebbene nel settembre 2015 Damasco controllasse non più del 10% del territorio del paese ed era sull'orlo del disastro.

Questo dimostra chiaramente che i russi sanno combattere. E attraverso il prisma della guerra in Siria, è chiaro che la Russia sta gradualmente ripristinando le sue posizioni nel mondo. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti stanno perdendo il loro ruolo e la loro influenza in molte parti del mondo.
  • Fotografie usate: http://mil.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Noi in Siria forgiamo il nostro esercito di prima classe, testeremo nuove armi e allo stesso tempo reprimeremo l'ISIS, in modo che tutto andrà bene! Ma l'America è impantanata in Afghanistan - per sempre e perdutamente!