Può il grano diventare il nuovo "petrolio" russo?


Si ha l'impressione che la Russia stia gradualmente tornando ai tempi "zaristi", quando le esportazioni di grano erano "tutto noi". E poi, petrolio e gas stanno diventando più economici, ma il grano sta diventando più costoso. Una tonnellata di petrolio degli Urali è costata 12,9 mila rubli a marzo e una tonnellata di questo grano - 13,3 mila. Allo stesso tempo, negli Stati Uniti, un litro di benzina in una normale stazione di servizio costava meno di un litro di acqua in bottiglia.


Quindi il grano e altri prodotti alimentari possono diventare il nostro nuovo "barile"?

La linea generale di pensiero è chiara. In qualche modo puoi fare a meno dell'auto o del viaggio aereo, ma non puoi fare a meno di cibo e acqua. Il settore agricolo è uno dei fondamenti della sicurezza nazionale russa, insieme all'esercito, alla marina e allo scudo nucleare. L'esportazione di prodotti alimentari è un'area di sviluppo promettente economia, soprattutto di fronte a una pandemia generale. Ma qui è importante rispettare il provvedimento, non inseguire un "dollaro lungo" a scapito del proprio consumatore.

Dobbiamo rendere omaggio agli agricoltori nazionali: diversi anni fa, la Federazione Russa ha superato il record dell'URSS nella raccolta del grano. Quest'anno il nostro Paese potrebbe essere al terzo posto al mondo per raccolto di grano dopo Cina e India e al primo posto per export, seguito da Unione Europea e Canada. Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha calcolato con interesse che entro la fine del 2020 gli agricoltori russi raccoglieranno fino a 77 milioni di tonnellate di grano, di cui 35 milioni saranno venduti all'estero. Altri 39,4 milioni di tonnellate cadranno su altre colture: avena, segale, mais e altri, di cui 8,2 milioni di tonnellate verranno esportate.

Finora non è stato possibile parlare seriamente di una vera e propria sostituzione dell '"oro nero" con il "grano d'oro" come fonte di rifornimento del bilancio federale. Un anno fa, il paese ha guadagnato 6,4 miliardi di dollari dalle esportazioni di cereali e 121,4 miliardi di dollari dal petrolio. Ma la canna non è più quella di una volta. Sarà interessante confrontare le statistiche secondo il Servizio doganale federale per il 2020 con il 2019.

Sfortunatamente, gli agricoltori domestici devono affrontare una serie di problemi che ostacolano la piena divulgazione del potenziale dell'agricoltura russa.

In primo luogo, il processo di cambiamento climatico ha un impatto negativo. A causa dell'inverno anormalmente caldo, i terreni soffrono di una mancanza di umidità, che influirà sulla resa delle colture invernali. Nelle regioni meridionali del paese, i raccolti sono minacciati dall'inizio della siccità. Per questo motivo, è prevista una notevole diminuzione della resa.

In secondo luogo, a causa della svalutazione della moneta nazionale, le spese degli agricoltori per l'acquisto di prodotti fitosanitari importati e del fondo per le sementi sono aumentate. I produttori agricoli dovrebbero prestare molta attenzione alla sostituzione delle importazioni in quest'area.

In terzo luogo, anche se oggi la Russia ottiene un raccolto eccessivo, che coprirà in modo affidabile tutte le esigenze interne, le sue esportazioni non saranno in grado di aumentare drasticamente a causa di problemi infrastrutturali. La vendita di cereali all'estero avviene tradizionalmente via mare e le capacità logistiche dei nostri porti sono limitate. Secondo gli esperti, 40-50 milioni di tonnellate di grano è il nostro vero tetto a causa della "congestione del mare".

Tuttavia, il potenziale dell'agricoltura russa è grande e può diventare un grande aiuto per reintegrare il bilancio federale dello stato.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 16 può 2020 01: 35
    -1
    Può il grano diventare il nuovo "petrolio" russo?

    Non. In volumi come con il petrolio, non ancora. Ma mlyn! Fallo! L'agricoltura sarà e dovrebbe essere il nostro motore dell'economia. sì E ora è già tutto ciò che ha stampato per te! Cinque anni fa.