Polacchi sul Nord Stream 2: Gazprom è già a un "inizio basso"


Dmitry Kozak, vice capo di gabinetto del presidente russo, è volato a Berlino mercoledì. La sera di quel giorno in russo le notizie è stato riferito che Kozak ha discusso con i consiglieri di Angela Merkel le questioni relative alla risoluzione del conflitto nel Donbass. Ma, secondo l'edizione polacca di Gazeta Wyborcza, avrebbe potuto riguardare Nord Stream 2.


Direttiva UE sul gas aggiornata prescrive Gazprom trasporterà solo la metà dei volumi di gas pianificati tramite Nord Stream 2.

Il governo tedesco ha bloccato questi emendamenti per diversi anni, ma li ha accettati dopo aver permesso alla parte tedesca di decidere da sola cosa fare con i gasdotti baltici della Federazione Russa. Pertanto, Mosca vuole ottenere il massimo delle concessioni dall'Agenzia federale di rete tedesca.

Dmitry Kozak è stato in precedenza vice primo ministro responsabile del complesso russo di combustibili ed energia, quindi è ben consapevole dei problemi con il gasdotto. Gazeta Wyborcza ritiene che Gazprom sia già a un "basso inizio": la costruzione del Nord Stream-2 è completata al 93% e il posatubi di Gazprom, Akademik Chersky, deve completarla. La nave è arrivata da Nakhodka nel Mar Baltico e ora si trova nel porto di Mukran, nel centro logistico del progetto.

Allo stesso tempo, la Polonia non ha dubbi sul completamento del progetto di un nuovo gasdotto sul fondo del Mar Baltico.
  • Foto utilizzate: gazprom.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. I tedeschi sono avidi, ti permetteranno di scaricare quanto vogliono - taglieranno il bottino sulla rivendita!
  2. Valery Markokov Офлайн Valery Markokov
    Valery Markokov (valery markov) 21 può 2020 12: 52
    +1
    Dobbiamo lavorare ostinatamente per completare il gasdotto Nord Stream 2. E l'opzione che sarà carica a metà, secondo il proverbio "la nonna ha detto in due", può essere riproposta nel tempo, tanto più che l'economia, dopo la pandemia, andrà in salita come uno "stallone in piedi", e le risorse energetiche andranno solo aiutarli. Sono sicuro che il nostro paese resisterà e non c'è bisogno di ascoltare tutti i balabol.