Daily Sabah: LNG mina il ruolo di Turkish Stream


Il calo dei prezzi del GNL mina il ruolo del Turkish Stream e il potenziale di esportazione del gas naturale del gasdotto russo in generale, secondo il Turkish Daily Sabah.


I commercianti e le aziende che monitorano le spedizioni di GNL in tutto il mondo riferiscono che Yamal LNG, di proprietà della russa Novatek, ha spedito 65 tonnellate di gas spot in Turchia ad aprile. Si precisa che la compagnia energetica statale turca BOTAŞ ha acquistato questo GNL dalla francese Total, partner di Novatek.

Questa è già la seconda consegna di questo tipo a un mercato estremamente importante per la Russia. Per la prima volta all'inizio del 2019 il gas liquefatto di Yamal è stato portato in Turchia.

In precedenza, la Russia ha cercato di fornire gasdotti e GNL a diversi consumatori in modo che gli esportatori non fossero in concorrenza tra loro. Ma sullo sfondo della pandemia COVID-19, il gas liquefatto si è rivelato molto più economico del gasdotto.

Il 14 maggio 2020, il viceministro dell'Energia e delle risorse naturali della Turchia Alparslan Bayraktar, parlando a una riunione del Consiglio Atlantico, ha affermato che nel 2020 almeno 1/3 delle forniture di gas al paese sarà effettuato tramite GNL.

La Russia fornisce gas alla Turchia tramite i gasdotti sottomarini Turkish Stream e Blue Stream. La capacità di produzione di ciascuno è di 32 miliardi di metri cubi. metri di gas all'anno. Allo stesso tempo, le forniture di Gazprom alla Turchia nel 2019 sono diminuite del 35% a 15,5 miliardi di metri cubi. m.

Ha senso per BOTAŞ ridurre le importazioni di gasdotti dalla Russia e sostituirli con forniture spot di GNL

- ha affermato Carlos Torres Diaz, Responsabile dei mercati del gas presso Rystad Energy a Oslo.

Egli stima che il prezzo delle importazioni di gasdotti dalla Russia alla Turchia nel secondo trimestre sarà di circa $ 6,5 per milione di unità termiche britanniche (BMU), rispetto a $ 1,50- $ 2 per IMB per forniture spot di GNL.

Una fonte Reuters di Gazprom ha affermato che il calo delle vendite di gas in Turchia sarà ancora più profondo nel secondo trimestre. Nel primo trimestre, le forniture totali di Gazprom all'Europa, inclusa la Turchia, sono diminuite del 19,2% su base annua.
  • Foto utilizzate: gazprom.com
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.