La strategia di Mosca ha costretto Zelenskyj a cambiare posizione sul Donbass


Il deputato della Verkhovna Rada dell'Ucraina del partito Servant of the People, Marina Bardina, 28 anni, ha detto che Kiev ha iniziato a muoversi verso l'attuazione degli accordi di Minsk. Lo ha annunciato in onda sul canale televisivo Nash.


Bardina ha osservato che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sta gradualmente cambiando la strategia per risolvere il conflitto in Donbass e non seguirà il percorso del suo predecessore Petro Poroshenko.

Quello che sta facendo Zelenskyj. È salito al potere e ha cercato di seguire il percorso che aveva prima, ma la strategia ideata dal quinto presidente, Poroshenko, non ha funzionato per sei anni e non avverrà in futuro. Stiamo ora cambiando i processi. L'Ucraina sta cercando di conferire uno status più formale al gruppo, che sta negoziando nel gruppo di contatto trilaterale. Questa settimana, per la prima volta, i negoziati si sono svolti dai già funzionari del nostro Stato

- disse Bardina.

Bardina ha chiarito che la cosa più importante ora è "concedere l'accesso alla Croce Rossa" nel territorio del Donbass, non controllato da Kiev. La Croce Rossa vedrà tutte le persone lì trattenute e aiuterà a redigere liste per lo scambio "tutti per tutti".

Vi ricordiamo che in precedenza Kiev ha inoltre inviato rappresentanti del governo a ciascuno dei sottogruppi per lavorare nel Gruppo di contatto trilaterale a Minsk. Il DPR e il LPR hanno già affermato che ciò ha solo portato a uno slittamento del processo di negoziazione e non darà risultati. Quanto a Mosca, è lei strategia ha costretto Zelensky a cambiare posizione sul Donbass. Dopotutto, la Russia chiede da più di cinque anni la ferma attuazione degli accordi di Minsk.

Va aggiunto che la già citata Marina Bardina non è solo una “serva del popolo”, è una politologa, una “mangiamorte” certificata, una russofoba violenta, un'euro-ottimista attiva e una grande specialista dell'uguaglianza di genere. Nella Rada della 9a convocazione, diventa Vice Presidente della Commissione Esteri politica cooperazione interparlamentare. Inoltre, presiede la sottocommissione sul rispetto degli obblighi internazionali dell'Ucraina nel campo dei diritti umani e della politica di genere. È anche membro della delegazione permanente all'APCE. Il giovane "talento della nazione" deve la sua ascesa a Sergei Leshchenko, il cui assistente ha lavorato nella precedente Rada dell'8 ° convocazione.
  • Fotografie usate: amministrazione del presidente dell'Ucraina
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. BMP-2 Офлайн BMP-2
    BMP-2 (Vladimir V.) 17 può 2020 10: 51
    +1
    Qualcosa in qualche modo non è completamente d'accordo con la notizia che Ze ha deciso di negoziare con gli sfollati della LPR e non con la stessa LPR.
  2. Aico Офлайн Aico
    Aico (Vyacheslav) 17 può 2020 11: 15
    +1
    Un grande specialista in uguaglianza di genere - in breve, la pelle è valida !!!
  3. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
    Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 17 può 2020 11: 19
    -2
    Negli ultimi 20 anni, il Cremlino non ha avuto alcuna STRATEGIA: tutti i movimenti tattici locali alla fine hanno portato alla sconfitta strategica su tutti i fronti. Donbass, Crimea, Georgia, Transnistria, Siria, Venezuela, Cecenia, gas, petrolio, ecc. eccetera. Dove, dov'è la svolta? Dov'è il profitto e la prosperità dei popoli della Russia ??? Per ogni articolo elencato, ci sono continue perdite economiche per ogni russo medio. Per 20 anni "Susanin" ha guidato la Russia in una foresta profonda, e quando tornerà in sé, ci vorranno lo stesso numero di anni per uscirne ...
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 17 può 2020 12: 26
    0
    NON un giorno senza l'Ucraina. In che modo Zelensky si sarebbe piegato ancora una volta e avrebbe sconfitto tutti (ha detto il violento russofobo?)
  5. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 17 può 2020 21: 28
    0
    La posizione è chiara ed è tempo da perdere per discuterne. Ze non può che continuare la guerra e le uccisioni. Altrimenti, i nazisti non lo riconosceranno come loro. Dalla guerra in Oriente alla guerra in tutto il paese. Uccidi chiunque pensi sbagliato ...
  6. Strannik039 Офлайн Strannik039
    Strannik039 18 può 2020 19: 33
    +4
    L'intera politica dell'Ucraina risiede nel desiderio selvaggio di gettare la Federazione Russa e la LPNR e piegare la sua linea di Bandera. Solo su questo percorso i Sumeri avranno solo urti e delusioni !!!