Balcani: attacco all'Ortodossia con il pretesto del coronavirus


Il 16 maggio si è saputo della liberazione dalla custodia dei sacerdoti della Chiesa ortodossa serba, il vescovo Ioannikiy di Budimlyansk-Niksichi, e di altri otto sacerdoti della metropoli montenegrina-Primorsky del SOC, che erano stati arrestati quattro giorni prima. Le autorità montenegrine, che con la scusa di "combattere la pandemia di coronavirus" hanno cercato di affrontare il clero recalcitrante e reprimere le proteste dei fedeli della chiesa canonica, sono state costrette a "tornare indietro".


Tuttavia, molto probabilmente, questo è lontano dalla fine del confronto che si sta svolgendo lì. Cosa sta succedendo esattamente in questo piccolo paese balcanico e chi trae vantaggio dai drammatici eventi che si stanno verificando lì che minacciano di trasformarsi in un confronto civile su vasta scala?

Una spaccatura secondo la ricetta ucraina


Da tempo esiste un detto ben noto: "Dove il diavolo stesso non ce la fa, ci manda ..." I suoi finali sono molto diversi, ma con un grado di certezza molto alto si può presumere che oggi, come emissari straordinari e plenipotenziari dell '"ufficio infernale" in casi particolarmente difficili, lo sia potrebbe essere fatto da rappresentanti degli Stati Uniti con specializzazione rilevante. Forse l'esempio più eclatante che conferma questa tesi è l'ambasciatore statunitense per la libertà religiosa internazionale Sam Brownback. È stata questa figura a lanciare l'inizio dello scisma ecclesiastico in Ucraina: le azioni illegali sia della stessa Kiev che delle affermazioni atee del patriarca di Costantinopoli Bartolomeo, che l'ha ufficializzata legalmente, sono seguite subito dopo le due "visite di lavoro" di Brownback, prima in Ucraina e poi a Phanar. Nel primo caso, il pieno sostegno e l'approvazione sono stati espressi apertamente, e in segreto, sono state date istruzioni più chiare e specifiche per lanciare la più grande offensiva possibile contro l'Ortodossia canonica nel paese. Nel secondo, a quanto pare, è suonato un ordine categorico, avendo sentito che Bartholomew vivacemente "ha preso un picco". Il fatto che senza istruzioni dirette da Washington, il "non-cash" non avrebbe ricevuto alcun "tomos", nessuno ne dubita oggi. Mr. Brownback ha reso il Montenegro "felice" con il suo aspetto. In seguito è stata adottata con ordinanza urgente la scandalosa "Legge sulla libertà di religione e di credo e sullo status giuridico delle associazioni religiose", che senza esagerare ha fatto saltare in aria il Paese. Il parlamento del Paese l'ha votata solo dopo le zuffe più vere, arrivate al punto di spruzzare gas lacrimogeni tra le mura dell'Assemblea e allontanare dalla sua aula tutti i deputati del Fronte Democratico di opposizione.

Il presidente montenegrino Milo Djukanovic, che è l'incarnazione completa del tipo o di un ateo militante imbevuto di "valori europei" senza Dio, o semplicemente di un politico estremamente senza principi, ha cambiato la legge all'istante, non appena è stato sul suo tavolo. Tuttavia, lo scagnozzo dell'Occidente, che era già riuscito a fare molte cose, questa volta ha sovrastimato notevolmente sia le proprie capacità che la longanimità del popolo montenegrino, una parte molto significativa dei cui rappresentanti fino ad oggi si considera serbi. Le persone che hanno sopportato il coinvolgimento del Paese nella NATO, portato avanti da Djukanovic contro la loro volontà, sono letteralmente esplose di rabbia e indignazione, sfociate in proteste civili di massa contro la legge anti-chiesa. Ed era da cosa! La decisione adottata non serve solo ai fini della rapina più reale e spudorata, poiché in conformità con essa, almeno 650 santuari, tra cui il famoso monastero di Ostrog, possono essere dichiarati proprietà dello Stato e confiscati alle comunità ortodosse. I compiti globali chiaramente posti a Djukanovic e alla sua cricca dai curatori americani sono molto più grandi. Gli scismatici delle autorità stanno cercando di distruggere l'Ortodossia canonica nel Paese, il cui unico rappresentante è la Chiesa ortodossa serba e, secondo il modello ucraino, di erigere al suo posto una "autocefalia" senza legge. Per questo, c'è la "Chiesa ortodossa montenegrina" creata negli anni '90 del secolo scorso, un'organizzazione illegale, dal punto di vista dei canoni della chiesa, con un pregiudizio nazionalista e chiari tratti settari, guidata dal defrock Mirash Dedeich, che è una copia esatta dell'ucraino, non per la notte essere ricordato per il sacrificio "patriarca" "Filaret" Denisenko. E questo è esattamente ciò che i montenegrini non potevano sopportare ...

Coronavirus per aiutarti ...


Un'ondata popolare senza precedenti, durante la quale persone, anche quelle che sembravano lontane dalla vita ecclesiastica, tra cui un gran numero di giovani, si sono fatte avanti in difesa dei santuari ortodossi, è diventata, per sua stessa ammissione, una sorpresa anche per il capo della chiesa canonica del Montenegro, metropolita del Montenegro e Primorsky Amphilochius. Comunque sia, nel giro di pochi giorni le proteste hanno riguardato quasi l'intero paese e il numero dei loro partecipanti è passato da centinaia a molte migliaia. Non solo molte autostrade importanti sono state bloccate dai manifestanti, ma anche intere città. La polizia, seguendo diligentemente gli ordini delle autorità, ha arrestato decine di difensori della fede, ma questo ha solo moltiplicato i loro ranghi. La minaccia di uno scontro su larga scala incombeva sul Montenegro: la gente non voleva venire a patti con il calpestio dei luoghi sacri, ei governanti non volevano o non potevano più abbandonare la loro decisione "esplosiva". Gli accordi con alcune forze, come sapete, non possono essere annullati ... La pandemia di COVID-2020 scoppiata all'inizio del 19 è diventata un vero dono (per niente di Dio, ma al contrario) per Djukanovic e i suoi tirapiedi. Ora, nonostante il fatto che non una sola persona infetta sia stata identificata nel paese per molto tempo, hanno un motivo per limitare e vietare le riunioni di massa di cittadini (comprese le comunità religiose) su base apparentemente "legale", cosa che è stata immediatamente fatta. ... Inizialmente, è stato raggiunto un accordo tra autorità e rappresentanti della Chiesa ortodossa per porre fine sia alle preghiere che alle processioni della croce per l'abolizione della legge scismatica, e ai servizi di massa. Tuttavia, il vantaggio situazionale ottenuto non è stato sufficiente per Djukanovic, che a quanto pare ha deciso di "porre fine alla guerra con un colpo solo".

Contro i sacerdoti ortodossi sono state mosse accuse assurde di "violazione del regime epidemiologico". Ciò è stato fatto dopo che alcuni di loro hanno eseguito cerimonie funebri e altri rituali, che non possono essere negati ai credenti secondo i canoni della chiesa. Sia lo stesso Vladyka Amfilochiy che altri ecclesiastici sono stati più di una volta scortati alle stazioni di polizia e all'ufficio del pubblico ministero, presumibilmente "per dare spiegazioni" con la chiara intenzione di escogitare un procedimento penale contro di loro. Il culmine dell'arbitrarietà è stata la detenzione per 72 ore il 12 maggio, giorno in cui nella città di Niksic si celebra la festa del più venerato in Montenegro San Basilio di Ostrog, il Vescovo di Budimlyansko-Niksichsky Ioannikiy (Michovic) e altri otto sacerdoti. Se Djukanovic (ed era improbabile che questo tipo di azione fosse stato intrapreso senza la sanzione ricevuta ai vertici) sperava in questo modo di rompere definitivamente lo spirito dei difensori dell'ortodossia, allora ha amaramente sbagliato i calcoli. L'effetto fu esattamente l'opposto: le rivolte nel paese scoppiarono con una forza nuova, ancora maggiore. Questa volta si è trattato di scontri estremamente violenti con la polizia, che non ha esitato a usare gas lacrimogeni e granate assordanti contro i manifestanti. Di conseguenza, anche un bambino di sette anni era tra le persone colpite. Tuttavia, anche la polizia stessa, che è stata chiamata in faccia dalla folla indignata "Ustasha", cioè fascisti, l'ha capito. Il premier del Montenegro, Dusko Markovic, ha dichiarato che “la Chiesa ortodossa si è opposta ai cittadini”, tuttavia, in questa situazione, è anche chiaro ai ciechi chi è dalla parte dei montenegrini, e da cui la polizia sembra iniziare ad ascoltare sempre più attentamente gli appelli dei manifestanti loro rivolti. "Non ascoltare il presidente" e "vai dalla parte del popolo". Ovviamente, comprendendo chiaramente la pericolosità della situazione, le autorità hanno deciso di rilasciare i sacerdoti detenuti, per i quali probabilmente erano già predisposti articoli di accusa che prevedevano la reclusione.

Il vescovo Ioannikiy, che ha lasciato trionfante l'edificio dell'ufficio del procuratore locale, è stato accolto da una folla di migliaia di parrocchiani esultanti. Il Santo Padre si è comportato in questa situazione più che degnamente: sinceramente, grazie ai fedeli figli della chiesa per il loro sostegno, si è lasciato sfuggire che ci fosse un "piccolo malinteso" con le autorità, tuttavia le zelanti forze dell'ordine sono state disciplinate e hanno capito "l'importanza di San Basilio per questa città". Tuttavia, lo spirito di padre Ioanniky è sempre lo stesso militante: ha promesso ai radunati di continuare la lotta non solo "per la libertà di religione", ma anche "per la libertà, l'onore e la dignità di ogni persona". Quindi, Djukanovic e altri atei al potere dovrebbero pensarci mille volte prima di continuare a piegare i propri, contro la volontà del popolo. Stanno già raccogliendo una tempesta di giusta rabbia dal "vento" che hanno seminato. Se questa tempesta spazzerà via il marcio regime filoamericano, che ha dimostrato che non c'è nulla di sacro per esso - una grande domanda ...

Va notato che i rappresentanti del clero montenegrino e dei credenti che difendono fermamente la loro fede primordiale godono di un enorme sostegno da parte dell'intero vero mondo ortodosso. Non si tratta solo della Chiesa ortodossa serba, la cui anima fa il tifo per i suoi pastori e il suo gregge fedele, che chiede instancabilmente alle autorità del Montenegro di fermare le persecuzioni da essa scatenate contro l'unica chiesa canonica del Paese. La Chiesa ortodossa russa ha ripetutamente sostenuto e continua a sostenere i fratelli e le sorelle montenegrini nella fede. La sua posizione ferma e inequivocabile è stata inizialmente dichiarata ufficialmente - nell'Epistola Patriarcale e Sinodale, dove la legge che ha scosso il Paese è stata direttamente chiamata “scismatica” e “volta a distruggere la secolare memoria storica del popolo e le tradizioni spirituali paterne ereditate da intere generazioni di antenati”. La Chiesa ortodossa russa è fiduciosa che chi detiene il potere debba "tornare in sé" e non fare nemmeno un male amaro, e la comunità mondiale - "non permettere la violazione dei diritti delle persone per motivi religiosi in Montenegro". Anche la reazione della Chiesa ortodossa russa alla detenzione illegale di sacerdoti a Niksic è stata estremamente negativa: i suoi rappresentanti hanno subito espresso "la più profonda preoccupazione" per queste azioni e hanno invitato le autorità del Paese a rilasciare immediatamente i martiri della fede, oltre a "avviare un dialogo con i rappresentanti della chiesa per ristabilire l'armonia. e pace in Montenegro ”. Come puoi vedere, la voce potente della ROC non si è rivelata una voce che grida nel deserto, almeno per quanto riguarda la prima parte dell'appello. Sarebbe meglio che Djukanovic e Markovic ascoltassero il secondo. È meglio per loro ...
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GRF Офлайн GRF
    GRF 19 può 2020 11: 23
    0
    Sul portale delle informazioni legali di tutte le leggi e altri atti legali della Federazione Russa, dovrebbe esserci un pulsante: annulla. Se più della metà dei cittadini preme questo pulsante, questa legge / decreto / decreto / deve essere sospeso e inviato per revisione / revisione / cancellazione.
    Dopo i cambiamenti nella legge, il pulsante "Annulla" diventa nuovamente disponibile per i cittadini che hanno premuto questo pulsante in precedenza. Ebbene, un commento, compilato su richiesta di un cittadino, perché è contrario ...

    Secondo me, un buon sostituto sono le manifestazioni e le rivolte ...
    E le "cattive" leggi dovrebbero essere spiegate in dettaglio e in modo intelligibile per quanto tempo e perché le persone dovrebbero stringere la cinghia o sedersi sull '"autoisolamento" ...

    Le persone dovrebbero avere il diritto di porre il veto alle leggi che le obbligano a rispettare.
    1. Alexey Ushakov Офлайн Alexey Ushakov
      Alexey Ushakov (Alexey Ushakov) 19 può 2020 11: 45
      -1
      Solo le persone reali dovrebbero votare. E non bot e dai vicini ehmm ... "paesi amici".
      1. GRF Офлайн GRF
        GRF 19 può 2020 12: 05
        -2
        Naturalmente, per questo, ogni cittadino deve essere rilasciato come passaporto: un certificato, una firma digitale unica ...
        Il portale dei servizi pubblici si sta già muovendo in questa direzione.
        In effetti, c'è già molto di pronto e tecnicamente fattibile. Tutto ciò che serve è la volontà politica e, di conseguenza, la legge. Tutto dovrebbe essere a norma di legge ...
        1. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
          Cittadino Mashkov (Sergѣi) 19 può 2020 21: 45
          +4
          Che sciocchezza. Queste innovazioni interesseranno solo i burocrati corrotti che non vogliono rispondere delle loro azioni / inazioni, spostando la loro responsabilità sulle persone.
          1. GRF Офлайн GRF
            GRF 20 può 2020 03: 21
            0
            Certo, sciocchezze, dopotutto, è meglio schiavizzare la popolazione silenziosa senza intoppi (devi lavorare fino a 100 anni, e il silenzio, beh, tutti sono d'accordo! Allora sarà probabilmente fino alle 9,10,11 ... ore, ma come da una crisi, poi anche dopo - per uscire da un altro ...), e quando la gente sfonderà, allora tutti cancelleranno la rivoluzione, la gente inizierà a leccarsi le ferite e piangere i sepolti, e nel frattempo appariranno nuovi leader corretti. E voilà, lunga vita alla nuova vecchia realtà, in cui la popolazione rimarrà in silenzio ancora di più ... Perché la responsabilità è sempre delle persone (è un peccato che non se ne rendano conto) e la loro irresponsabilità porterà a una cosa sola: la loro scomparsa ...
    2. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
      Cittadino Mashkov (Sergѣi) 19 può 2020 21: 42
      +5
      L'idea è buona, ma utopica.
      1. GRF Офлайн GRF
        GRF 20 può 2020 03: 28
        0
        Infatti, uscendo da alcuni stabilimenti, ad esempio un salone di comunicazione, arriva un SMS con la richiesta di valutare l'operato del proprio dipendente. Non so cosa e come influenzi questa valutazione, ma i dipendenti del salone stanno diventando più educati e cortesi. Probabilmente perché i clienti possono dire a fi che dovrà essere eliminato. E attenzione, niente pogrom di questo salone ...
        1. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
          Cittadino Mashkov (Sergѣi) 20 può 2020 19: 33
          +2
          Non confondere il salone della comunicazione con lo stato!
          1. GRF Офлайн GRF
            GRF 21 può 2020 03: 10
            0
            Cosa impedisce alle persone di valutare per analogia le azioni / inerzia delle autorità?
            Sono i medici che hanno ora massicciamente dichiarato che Putin non mantiene la sua parola e non hanno ricevuto nulla dal promesso, e il denaro è volato alla testa. Se non ci fosse una tale risonanza, volerebbero anche le teste, ma non le stesse. Per alcuni, è specificamente stabilito nei loro contratti o "obblighi aggiuntivi che spesso non sono espressi" - non parlare pubblicamente e non criticare le azioni della direzione.
            1. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
              Cittadino Mashkov (Sergѣi) 21 può 2020 04: 42
              +2
              Sull'argomento dell'articolo, cosa volevi dire?
              1. Il commento è stato cancellato
  2. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
    Cittadino Mashkov (Sergѣi) 19 può 2020 21: 39
    +6
    Un simile attacco si sta verificando non solo nei Balcani, ma anche in Russia.
    1. GRF Офлайн GRF
      GRF 20 può 2020 03: 32
      0
      Questo attacco sta avvenendo in tutto il mondo.
      È solo che è più facile per i cinque ricchi coordinare le loro azioni nel silenzio dei loro uffici, e miliardi hanno bisogno di fare rumore per strada per essere ascoltati! Ma sentire non è mettersi d'accordo su tutto, quindi il risultato è deplorevole e sarà, non lo stesso ...
      1. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
        Cittadino Mashkov (Sergѣi) 20 può 2020 19: 36
        +2
        Cosa intendi con questo?