Lukashenka "fa pressione sul gas": crescono le rivendicazioni energetiche di Minsk


In una recente riunione in videoconferenza del Consiglio economico supremo eurasiatico, il presidente russo Vladimir Putin è stato costretto ad ammettere che gli "approcci speciali" alla questione del prezzo del "carburante blu" mostrati dai "colleghi" armeni e, soprattutto, bielorussi, stanno ancora ostacolando creazione di un mercato comune del gas dell'EurAsEC.


A questo si aggiunge il fatto che le sempre nuove e nuove affermazioni fatte da Minsk in merito alla fornitura di vettori energetici mettono in discussione non solo questo momento, ma in generale la coerenza dell'esterno politica Russia rispetto alle ex repubbliche "fraterne", che da tempo hanno cominciato a dare critiche insuccessi proprio in direzione bielorussa.

La formula di Lukashenka: gas e vittoria


Va notato che Alexander Grigorievich, che negli ultimi tempi non è stato affatto timido nelle sue espressioni sulla Russia, ha già iniziato a fare dichiarazioni completamente speculative in cui confonde apertamente "peccaminoso con giusto". Così, ad esempio, recentemente ha messo in scena un vero "spettacolo" che ha ricevuto la più ampia copertura dai media bielorussi. Incontro con il primo ministro del paese Sergei Rumas, il "papà" condiviso con lui intimo: si scopre che letteralmente il giorno prima di "ha ricevuto informazioni" che "nell'attuale momento difficile, la Russia vende gas alla Germania per meno di $ 70, e non a $ 127, come per Bielorussia ". Il presidente è così terrificante NotizieCome si suol dire, il suo cuore ha versato sangue e lui, lamentandosi che gli avversari che furono completamente sconfitti nel 1945 oggi ricevono risorse energetiche più economiche degli eroici bielorussi, ha chiesto al suo primo ministro: "Qual è la situazione e cosa ci si può aspettare in futuro?" Rumas, condividendo chiaramente il messaggio del leader secondo cui la contrattazione con i Fritz non è altro che un sabotaggio ideologico, ha assicurato al presidente che ci sono motivi per speranze ottimistiche - è determinato a "mostrare Gazprom in numeri" (grazie almeno per non sulle dita!) che "il prezzo delle forniture di gas alla Bielorussia supera la redditività dell'esportazione di questo carburante verso l'estero". Dopodiché, presumibilmente, secondo Rumas, il signor Miller dovrebbe cospargere di cenere la sua testa e, vergognandosi, iniziare a vendere "carburante blu" a Minsk per niente ... In onore del Giorno della Vittoria, che non ha nulla a che fare con la dura aritmetica del mercato di oggi, devi essere d'accordo. Tuttavia, a Lukashenka questo argomento piaceva così tanto che, abituandosi sempre più al ruolo di "unico custode delle tradizioni e della memoria della Grande Guerra Patriottica nello spazio post-sovietico", iniziò a sfruttarlo ulteriormente.

Così, parlando alla cerimonia di assegnazione del premio "Per il risveglio spirituale", "Padre" è scoppiato in un filippico ancora più arrabbiato, in cui ha detto che "urlando" sul 75 ° anniversario della Grande Vittoria, la Russia "oggi guadagna tre volte di più sulla Bielorussia che sulla Germania" e ha chiamato questa situazione "completamente anormale". In questo caso, ovviamente, c'erano tutte le stesse forniture di gas. Inoltre, sviluppando l'argomento, Alexander Grigorievich ha anche ricordato gli "accordi del 2011" sul "raggiungimento del prezzo interno russo" per il "carburante blu", aggiungendo: "Qualcuno se ne è dimenticato, ma non io!" Questo discorso, come al solito, si è concluso con l'affermazione che i russi sono, ovviamente, “fratelli” e “il nostro popolo”, che nei momenti difficili si “prestano sempre le spalle”. È molto interessante se il presidente bielorusso, vantandosi della sua invidiabile memoria, vuole aggiornare alcuni altri momenti al suo interno. Ad esempio, per quanto riguarda la creazione dello Stato dell'Unione, da cui ora si getta via con le mani e con i piedi, "integrazione profonda", i cui processi erano a un punto morto solo per sua sottomissione? Oppure, come nel famoso film, tutto avviene in modo puramente selettivo e secondo la formula: "Qui ricordo, qui non ricordo"? Allo stesso tempo, sullo scudo vengono sollevati momenti eccezionalmente vantaggiosi e fuori contesto. Durante lo stesso Consiglio Supremo della EAEU, Vladimir Vladimirovich ha delineato in modo chiaro e inequivocabile l'unica prospettiva possibile per tutti i tipi di condizioni preferenziali e "speciali". In primo luogo, nell'ambito di questa organizzazione, deve avvenire una vera e propria integrazione secondo la formula: un bilancio unico, un'unica tassazione, un mercato unico. E solo allora si potrà parlare, ad esempio, delle tariffe comuni a tutti per il transito e il trasporto dello stesso gas. Bene, e sui prezzi, ovviamente ... Putin ha fatto assolutamente notare a Lukashenko che il costo del carburante blu si forma "tenendo conto della situazione del mercato, degli investimenti dei fornitori di energia e degli altri costi" e non viene preso "dal soffitto". E non c'è niente che possa infangare le acque e tessere Victory ...

Costosa "alternativa"


Va detto che, pur lamentandosi della sua intenzione di "costruire" Mosca sui prezzi "iniqui" del gas, Alexander Grigorievich non ha dimenticato di recente di menzionare le sue "vittorie" presumibilmente ottenute sul "fronte petrolifero". "Ho rifiutato un tale olio!" - dichiara, riferendosi, ovviamente, alle forniture russe. “Ho detto che l'avremmo trovata altrove. E l'hanno trovato! " - Afferma Lukashenka. Ebbene, come dire - "trovato" ... A dire il vero, oggi il mondo intero si prende gioco della "diversificazione in bielorusso". 80mila tonnellate di "oro nero" dalla Norvegia, ricevute attraverso Klaipeda ... Un'altra coppia di petroliere dello stesso volume dalla stessa fonte e dall'Azerbaigian, che dovevano essere trasbordate a Odessa e trasportate attraverso l'oleodotto Odessa-Brody. Una certa quantità di petrolio tanto dall'Arabia Saudita, come se fosse stato ricevuto questo mese, e le consegne previste per giugno da nuovi "amici" degli Stati Uniti, che sono pronti oggi a sciogliere i loro depositi di petrolio traboccanti sull'orlo della calvizie. Tutte queste misure convulse non sembrano una "diversificazione", ma solo l'attuazione del vecchio, come il mondo, principio "con il mondo - per filo, per camicia". In ogni caso, sullo sfondo di 18 milioni di tonnellate di "oro nero" ricevute dalla Russia solo lo scorso anno. Già nel gennaio di quest'anno, completamente offeso da Mosca per la sua “intransigenza”, Lukashenka aveva ordinato di acquistare dalla Russia non più di un terzo del petrolio vitale del Paese, preferendo “fonti alternative” anche da Marte. E qual è il risultato? Delle effettivamente acquistate circa 2 milioni di tonnellate di "oro nero" di origine russa ... circa 1.5 milioni. Che cosa hai intenzione di fare ?! Inoltre, l'irrefrenabile desiderio ad ogni costo di "pressurizzare" Mosca e costringerla a continuare a lavorare con Minsk secondo lo schema di "attrazione di inaudita generosità" colpisce la parte bielorussa molto dolorosamente.

Secondo i risultati dei lavori per il primo trimestre del 2020, riassunti recentemente dalla preoccupazione "Belneftekhim", i volumi di raffinazione effettuati da due delle sue maggiori imprese - la raffineria di petrolio Mozyr e "Naftan", non sono solo diminuiti. Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, sono "crollati" di oltre il 40%, attestandosi a soli 2.76 milioni di tonnellate. Di conseguenza, l'esportazione di prodotti petroliferi non ha nemmeno raggiunto il 45% del livello dello scorso anno (sebbene a Minsk fosse previsto di aumentarlo al 103.5%). Ciò è abbastanza naturale: a causa della mancanza di forniture dal nostro paese, anche il carburante, ottenuto dal petrolio prodotto nella stessa Bielorussia, doveva essere utilizzato sul mercato interno. Non c'è tempo per l'export ... Di conseguenza, lo stesso Sergei Rumas, che promette a Lukashenka qualcosa per “mostrare cifre” a Gazprom, il 12 maggio in una riunione del gabinetto da lui presieduto ha dovuto annunciare cifre completamente diverse: il bilancio statale della Bielorussia nel primo trimestre è grave "Sank", avendo perso i 350 milioni di rubli previsti. Fondamentalmente - solo a causa del crollo delle esportazioni di prodotti petroliferi. Tuttavia, il paese, come tutti gli altri stati del mondo, non è felice delle conseguenze globali del l'economia pianeti "crisi coronavirus". Anche i settori dell'industria meccanica, chimica e di altro tipo stanno subendo perdite molto significative. Per qualcuno, tali circostanze molto probabilmente diventerebbero un motivo per riflettere sulla validità delle proprie affermazioni chiaramente troppo esagerate e almeno cercare di trovare un compromesso con l'unico paese che può fornire in modo affidabile raffinerie inattive con materie prime. Ma non per Lukashenka ... Lui, a quanto pare, intende continuare a piegare ostinatamente la sua linea, ignorando completamente la realtà oggettiva.

Per quanto ne sappiamo, il "padre" ha già firmato un ordine per la costruzione di un nuovo oleodotto nel Paese, che percorrerà la rotta Gomel-Gorki. Perché aveva bisogno di questa pipa, oltre alla già esistente e perfettamente funzionante "Friendship"? Ma solo per riportare indietro l '"amicizia" con la Russia - sia in senso figurato che nel senso più diretto. Collegherà non solo i rami meridionale e settentrionale di Druzhba, ma anche il Naftan situato nella regione di Vitebsk con la raffineria di petrolio di Mozyr nella regione di Gomel. Sembrerebbe, cosa c'è di sbagliato in questo? Migliorare la logistica del trasporto di vettori energetici è abbastanza normale ed è il benvenuto. Sarebbe stato possibile se non fosse per ... Se non per sospetti molto seri e ben fondati che tutte queste azioni fanno parte di un progetto più globale, nell'ambito del quale Minsk prevede di cambiare una delle direzioni Druzhba in modalità inversa per il pompaggio di petrolio dalla Polonia attraverso percorso raffineria di petrolio Danzica-Mozyr - "Naftan". Quindi, almeno il petrolio norvegese, almeno americano, saudita o altro, può andare in Bielorussia. La Russia ne ha bisogno? È ancora possibile discutere sugli aspetti economici (tanto più visti i prezzi attuali dell '“oro nero” che si stanno appena staccando dai prezzi “zero”), ma le conseguenze geopolitiche saranno sicuramente estremamente negative. È perfettamente chiaro che nessuno venderà petrolio per gli “occhi belli” di Lukashenka a prezzi per lui accettabili - non appena la situazione sui mercati energetici si normalizzerà, il “gioco” andrà esclusivamente “per interesse”. L'interesse dell'Occidente in questa situazione non può che essere il coinvolgimento della Bielorussia in vari "allineamenti" anti-russi, il suo ingresso in coalizioni come il famigerato "Partenariato orientale" e simili.

Con grande rammarico, dobbiamo ammettere che Alexander Grigorievich, a quanto pare, è già mentalmente pronto a trasformare il paese in questa direzione. Troppa retorica anti-russa, troppe affermazioni, sia morali che materiali. Siamo passati dal petrolio al gas ... Cosa aspettarci dopo? La Russia avrà una scelta estremamente difficile: farsi guidare da questi desideri di vivere bene a proprie spese, che chiaramente non hanno un limite ragionevole, oppure rischiare la perdita di un alleato davvero importante nella persona della Bielorussia. E sembra che ci sia sempre meno tempo per decidere qualcosa.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Egor 7b7 Офлайн Egor 7b7
    Egor 7b7 22 può 2020 09: 40
    +2
    Non capisco perché Putin se ne va in giro con Rygorych completamente rotto come un pollo e un uovo, versando decine di miliardi di dollari in Bielorussia? Oppure i pensionati in Russia sono tutti guariti e ricevono una pensione come in Danimarca?
  2. Cheburashk Офлайн Cheburashk
    Cheburashk (Vladimir) 22 può 2020 11: 03
    +2
    Lukashenka si sta comportando in modo insolente nei confronti della Russia esattamente quanto gli è consentito. Chi lo permette e perché è un'altra domanda. Naturalmente, ci sono modi per rendere le cose meno tristi come prevede l'autore. Ma quanto tempo è passato e le cose sono ancora lì.
    Finché i politici russi non desiderano cambiare qualcosa, naturalmente non accadrà nulla. E il tempo passa e non si fermerà!
  3. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 22 può 2020 12: 51
    +2
    È giunto il momento di trovare un equilibrio tra quanto la Russia riceve dai "fratelli" e quanto dà loro. Compresa l'assenza di dazi per l'importazione di merci "fratelli" nel mercato russo ...
    E poi ci sono fan di frustare la lingua per terra.
    E non penso affatto che la partenza di Batka "in Occidente" sia un disastro per la Russia.
    Ci sono gasdotti bypass e oleodotti. Se l'Occidente vuole sostenere la Bielorussia invece della Russia, spendendo le sue risorse per la Bielorussia (dato che l'Occidente ora sostiene l'Ucraina), allora devi solo dire "grazie".
    E dirigere le risorse liberate allo sviluppo di una direzione di attività più promettente e orientale. Il mercato del sudest asiatico è il più energivoro del nostro pianeta, poiché siamo una "superpotenza energetica", quindi Dio stesso ci ha ordinato di svilupparci ad est.
  4. Anatoly Ivanovich Офлайн Anatoly Ivanovich
    Anatoly Ivanovich (Anatoly Ivanovich) 24 può 2020 06: 20
    +1
    Fortunatamente per la Bielorussia, la sua leadership, completamente non temendo alcuna conseguenza di politica estera per se stessa, ha perseguito e continua la sua politica esclusivamente nell'interesse della propria economia nazionale. A volte può essere inefficace. Lascia che sia costoso. Ma proprio per ridurre questi costi per le loro imprese, la leadership della Bielorussia non ha paura di contrattare e litigare con i russi o con altri oligarchi. Perché stanno cercando di presentarci un'economia normale, in cui la contrattazione è categoricamente appropriata, come qualcosa di eccessivamente arrogante e anti-russo - questa è la domanda? Personalmente, quando vado al mercato con i miei soldi guadagnati duramente, non esito a contrattare per ogni articolo fino a quando il prezzo non diventa accettabile per me, e se il venditore non concede, vado da un altro e compro da lui la stessa cosa, ma al mio prezzo. Ci sono individui che considerano la contrattazione sotto la loro dignità e senza parole pagano il prezzo preso dal soffitto dal venditore, ma i venditori stessi li disprezzano, considerandoli fessi. Ci sono anche acquirenti che non solo pagano il prezzo imposto dal venditore, ma aggiungono anche il tè dall'alto. Ma questi soldi per i rifiuti extra sono raramente guadagnati dalla loro stessa gobba. Perché la leadership bielorussa viene rimproverata per la sua frugalità, l'approccio proprietario, che si sforza di lavorare esclusivamente nell'interesse del proprio popolo? Questo governo è un sogno per la Russia. Non ho assolutamente bisogno degli stadi e dei campi da sci giganti, costruiti per miliardi di persone e che ora cadono a pezzi. Non ho bisogno di concerti sinfonici a Palmyra, ho bisogno di asfalto nella mia strada nel centro della città regionale, dove sono sopravvissute case dei tempi di Pietro, ma mai nella sua intera storia c'è stato e non c'è asfalto, e tali strade nel mio centro regionale, che non hanno asfalto da secoli e annegando nel fango dopo ogni pioggia, centinaia. Sono chiamato a rallegrarmi per i miliardi di aiuti ai popoli dell'Africa. E in Bielorussia c'è asfalto in quasi tutti i villaggi. Quindi quale guida è la migliore per noi. Sono con tutto il cuore in questa disputa per Lukashenka, perché so che se i nostri oligarchi gli vendono gas per almeno $ 1000 al metro cubo, questo non sarà niente per il mio paese, costruiranno nuove ville alle Canarie o nuovi yacht. E le strade mie e quelle vicine nelle città russe rimarranno immerse nel fango.
    1. Igor Polyakov Офлайн Igor Polyakov
      Igor Polyakov (Igor Polyakov) 24 può 2020 06: 53
      +2
      La RSFSR e poi la Russia hanno sostenuto tutti i "fratelli-sorelle" a proprie spese. E a proposito dell'asfalto in ogni villaggio, l'hai visto? Ho visto - sciocchezze. Ho visto paesi agricoli vuoti, anche strade vuote. Quindi non farlo. Non mi piace la Russia, perché non vai in territorio bielorusso per vivere e lavorare?
      E se Lukashenka è un tale ideale per te, allora dimmi: perché 600mila bielorussi lavorano in Russia? Perché hanno lasciato il loro paradiso socialista e sono andati nella Russia capitalista?
      Qui, alcuni ammirano Lukashenka: non ha introdotto misure di quarantena. Ebbene, ad esempio, confrontiamo il territorio bielorusso e due regioni russe in termini di area e popolazione, che sono approssimativamente uguali in totale: il territorio di Krasnodar e la regione di Rostov, dove è stata introdotta la quarantena. Quindi, con la popolazione totale di questi soggetti della Federazione Russa in 10 milioni di persone, il numero di casi è 5500-6000, contro 33000 tra i bielorussi. Come ti piace?
      E per quanto riguarda l'economia, l'hanno per lo più sovvenzionata, perché è l'occupazione a comandare, non il profitto. Questo è il motivo per cui Lukashenka chiede prestiti ovunque, si è nuovamente rivolto al FMI per un prestito di $ 2.5-3 miliardi per pagare la Russia. L'economia bielorussa del "miracolo" è così "efficace" che non può esistere senza prestiti esteri, inoltre, anche le riserve d'oro e di valuta estera sono il 50% dei prestiti russi. E lo consideri un risultato?
    2. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 24 può 2020 08: 47
      -2
      Assolutamente, Anatoly Ivanovic ... - hai ragione ... - ecco perché il nostro garante governa il suo ultimo mandato; e Lukashenka (qualunque esso sia) - presiederà per molto tempo ...
      - In generale, se si considerano le condizioni in cui la Bielorussia è ... - climatica; geologico, dove non c'è terra fertile ... - ma ci sono molte paludi; nessuno sbocco ai mari; e dai minerali - principalmente argilla e torba ... - poi puoi fare una "conclusione" ... - tutto qui ... - la commedia finale ... - Beh, puoi anche nostalgicamente "La cicogna bianca vola, nel bosco ...) cantare ... - ma il "motivo bielorusso" com'era - è rimasto tale ... - Ma l'intera industria bielorussa (metallurgia, ingegneria meccanica, industria automobilistica, ingegneria agricola, elettronica, elettrica, ottica) , l'industria chimica, l'industria farmaceutica, la produzione di cemento, materiali da costruzione, ecc., ecc., ecc.); è stato creato principalmente sotto l'URSS, ma è rimasto ... e continua a lavorare nelle condizioni più difficili ... - Qui Così ...
      - Nemmeno la Moldavia con la sua terra fertile e il clima mite; così come l'Ucraina con la sua abbondanza climatica e di terra nera ... - non potrebbe semplicemente sopravvivere in tali "condizioni bielorusse" ... - E la Russia stessa non potrebbe ... - Dopo tutto, dare alla Russia gas, petrolio; spazi enormi; miniere di diamanti; miniere d'oro; depositi di vari metalli; mari e oceani; fiumi brulicanti di pesci rossi, pieni di caviale nero e rosso ... - E le paludi bielorusse e le terre desolate argillose e saline ... per la Russia ... è solo un percorso per l'appassimento rachitico e rapido ... - E la Bielorussia e lì, in le loro condizioni ... - riesce a sopravvivere e mantenere un tenore di vita dignitoso ... - Questo è tutto ...
      - Beh, puoi parlare a lungo di ... Lukashenko e Putin ... - che si riversano dal vuoto al vuoto ... - Ma i fatti ... rimangono fatti ... - Contro di loro, ogni "svantaggio" ... - solo ridicolo ...
  5. Igor Polyakov Офлайн Igor Polyakov
    Igor Polyakov (Igor Polyakov) 24 può 2020 06: 46
    +1
    Se non ti piacciono le condizioni della Russia, cerca altre fonti. Che stanchezza di questi mendicanti svadomo-nezalezhnie.
    Non fare mai del bene ai bielorussi, il bene finirà - in risposta voleranno maledizioni e sporcizia. Questo è esattamente quello che mi ha detto una persona quando vivevo in territorio bielorusso.
    Perché la Russia dovrebbe contenere coloro che non hanno riconosciuto la Crimea, che hanno sostenuto le azioni della Georgia nell'Ossezia meridionale, che stanno guidando sanzioni e dumping nel mercato russo?
    Lascia che quelli di alta qualità vivano da soli.
  6. Il commento è stato cancellato