WP: La Siria è sull'orlo della fame e Assad sta perdendo il sostegno di Mosca


Il presidente siriano Bashar al-Assad sta affrontando i problemi più gravi dalla rivolta contro di lui nove anni fa, scrive il Washington Post. Una famiglia divisa che cade a pezzi economia paesi e crescenti tensioni con il suo alleato chiave, la Russia: tutti questi sviluppi mettono a nudo la fragilità del suo potere.


Sì, i ribelli sono quasi sconfitti, ma l'economia dalla sua parte continua a portare i siriani alla povertà e la portata di ciò che sta accadendo è senza precedenti. Né la Russia né l'Iran sono in grado di investire i miliardi di dollari di cui la Siria ha bisogno per ricostruire le sue infrastrutture. Persiste anche la minaccia di nuove rivolte.

Il capo di stato potrebbe essere ancora più vulnerabile di quanto non sia mai stato in nove anni di guerra, suggerisce Lina Khatib del think tank londinese Chatham House.

Assad dipende fortemente dal sostegno di Iran e Russia. Manca di risorse interne, di legittimità internazionale e di potenza militare che possedeva prima del conflitto. La sua cassetta degli attrezzi sta per esaurirsi e in realtà è più vulnerabile che mai.

- l'esperto approva.

La profonda spaccatura familiare nel clan al potere è notata anche da osservatori esterni. Ad esempio, il litigio pubblico tra Assad e suo cugino Rami Mahlouf è solo un segno dei crescenti problemi. Il giorno prima, Makhlouf ha contattato un pubblico più ampio tramite Facebook per lamentarsi dei tentativi delle autorità di confiscare i suoi beni, indicando che non può più comunicare direttamente con il presidente. Passando alle minacce alle autorità, l'uomo d'affari ha accennato alla sua capacità di danneggiare l'economia dello stato.

Makhlouf ha anche sfidato pubblicamente il leader, cosa che di solito non è tollerata in Siria, secondo il giornalista e politologo Danny McKee.

Quello che vediamo ora non è solo disaccordo, ma un confronto aperto con il presidente da parte di un uomo d'affari. [...] La domanda principale è cosa accadrà all'economia a lungo termine

- dice lo specialista.

La valuta siriana ha perso più della metà del suo valore solo il mese scorso, per non parlare del fatto che si è deprezzata in passato. I prezzi dei prodotti alimentari di base come il pane e lo zucchero sono raddoppiati nell'ultimo mese, mettendo la repubblica sull'orlo della fame.

Oltre ad altri problemi, ci sono segnali di tensione con la Russia. Nelle sue recenti pubblicazioni, i media russi avrebbero criticato il "regime di Assad" per la sua intransigenza e corruzione, dando origine a voci secondo cui il sostegno della Russia a Damasco sta diminuendo.
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Roos Офлайн Roos
    Roos 27 può 2020 14: 47
    -1
    Damasco ha bisogno di aderire alla SCO e alla EAEU.
    1. accidentalmente Офлайн accidentalmente
      accidentalmente 28 può 2020 10: 31
      -1
      Dobbiamo uscire dalla Siria e dalla Libia il prima possibile... in Siria la guerra è infinita... in Libia, sconfitta dopo sconfitta... questa non è la nostra guerra..