Avendo costruito un nuovo gasdotto, i polacchi intendono "dettare i termini" alla Russia


Per molti anni, il costo del gas russo per Varsavia è stato superiore a quello per Berlino, ma dopo aver costruito un nuovo gasdotto, i polacchi stessi "detteranno i termini" a Mosca, scrive la pubblicazione Internet polacca wPolityce.


La pubblicazione rileva che il terminale GNL di Swinoujscie ha notevolmente aumentato la sovranità polacca nella questione della diversificazione delle forniture di gas naturale al paese. Con il suo aiuto, la Polonia iniziò ad acquistare GNL dagli Stati Uniti e da altri paesi. Ma dal 2022 la Polonia acquisirà completa indipendenza energetica e sicurezza.

Il collegamento decisivo in questo sarà la messa in servizio del gasdotto Baltic Pipe, attraverso il quale il gas dalla Norvegia attraverso la Danimarca, lungo il fondo del Mare del Nord e del Mar Baltico, sarà fornito alla Polonia. Pertanto, l'inizio della costruzione di questo gasdotto, i polacchi dovrebbero considerare un momento storico.

Ma la cosa principale è che ora stiamo costruendo un gasdotto dalla piattaforma norvegese, che ci fornirà una completa indipendenza. Quindi decideremo effettivamente se firmare un accordo con un fornitore russo o meno.

- ha dichiarato il presidente polacco Andrzej Duda il 24 maggio 2020.

Il leader polacco ha sottolineato che Varsavia è stata costretta a negoziare con Mosca, poiché la Polonia non aveva alternative alle forniture dalla Russia. E i polacchi avevano davvero bisogno di gas. Ha aggiunto che per le autorità polacche non ci sono questioni più importanti di quelle interne polacche.

Adesso vogliamo portare la situazione al punto che, a partire dal 2022, saremo noi a decidere se firmarlo o meno, importeremo gas da questa o da un'altra direzione. Questa è vera sovranità, questa è una vera diversificazione degli approvvigionamenti, questo è un posizionamento completamente diverso della Polonia rispetto a prima, quando si paga e si paga il gas più della Germania

- ha chiarito Duda.

Si ricorda che il completamento della costruzione del suddetto gasdotto è previsto per il 1° ottobre 2022. Inoltre, i polacchi sono già hanno promessoche salverà l'Ucraina dal “ricatto del gas” da parte della Russia.
  • Foto utilizzate: flickr.com
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Grigoryev Офлайн Alexey Grigoryev
    Alexey Grigoryev (Alexey Grigoriev) 26 può 2020 17: 50
    +2
    I polacchi hanno dimenticato che la regola del terzo pacchetto energia vale anche per loro e che dovranno cedere metà del loro tubo.
    1. Tatiana Офлайн Tatiana
      Tatiana 27 può 2020 11: 23
      +1
      Adesso vogliamo portare la situazione al punto che, a partire dal 2022, saremo noi a decidere se firmarlo o meno, importeremo gas da questa o da un'altra direzione. Questa è una VERA SOVRANITÀ, questa è una vera diversificazione degli approvvigionamenti, questo è un posizionamento completamente diverso della Polonia rispetto a prima, quando paghiamo e paghiamo il gas più della Germania
      - ha chiarito Duda.

      Il demagogo Duda lancia di nuovo le sue cazzate ai polacchi sulla VERA sovranità polacca!

      Affinché la Polonia possa avere la sua VERA SOVRANITÀ sul gas, la Polonia deve essere un paese autosufficiente per la produzione del proprio gas nel proprio paese!
      E finché la Polonia sarà costretta a importare gas straniero da altri paesi, la Polonia, in linea di principio, non avrà MAI la propria VERA sovranità polacca per il gas!
      Duda sostituisce di nuovo in modo manipolativo il concetto storicamente formato di "spettacolo nazionale polacco" con il concetto di "VERA" SOVRANITÀ polacca.

      SOMMARIO

      Esibire Azione sul significato del cap. esibire; comportamento che ha l'obiettivo di attirare l'attenzione su di sé, di apparire speciale, eccezionale.
    2. letinant Офлайн letinant
      letinant (Alex) 28 può 2020 05: 39
      +1
      Per quanto ne so, durante la costruzione del loro tubo baltico, i polacchi attraverseranno il nostro Nord Stream. E per questo hanno bisogno del nostro permesso. Penso che i nostri ce la faranno, ma i polacchi faranno molti esami e la costruzione verrà ritardata per un po'. Personalmente lo spero, ci vendicheremo e la nostra vendetta sarà crudele!
  2. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 26 può 2020 18: 05
    -3
    Un leone mezzo morto, alla faccia del gas carne, che proprio non scalcia più... Resta da sputare a qualche Gabon.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 27 può 2020 07: 06
      +2
      Chi non prende a calci un leone mezzo morto in faccia a carne di gas, resta da sputare a qualche gabon.

      Non più, l'hai fatto.
      1. Il commento è stato cancellato
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 26 può 2020 18: 20
    +6
    Ma la cosa principale è che ora stiamo costruendo un gasdotto dalla piattaforma norvegese, che ci fornirà una completa indipendenza. Quindi decideremo effettivamente se firmare un accordo con un fornitore russo o meno.

    I signori polacchi non si sono mai distinti per la loro modestia. risata
    Ho pensato a come se la cava Baltic Pipe con il terzo pacchetto energetico. che cosa Ho guardato. sì Oh Dio, assicurare colpisce anche lui. Hanno prenotato l'80% della capacità per se stessi, ma la maliziosa Gazprom ha presentato una denuncia alla Commissione europea. Non capisco nemmeno perché si comporti in modo così disgustoso. richiesta Miller è probabilmente solo geloso. sentire

    PGNiG è riuscita a prenotare 8,1 miliardi di metri cubi di capacità di transito annuale del Baltic Pipe, che viola il regolamento n. 715: un fornitore ha chiaramente ricevuto più del 50 percento della capacità di transito di questo IHP. Bruttezza? Certamente. Questo è esattamente ciò che Gazprom ha deciso e il 30 aprile 2014 ha avviato una causa contro la Commissione Europea nel WTO Arbitration Group (il tribunale arbitrale di questa organizzazione) per la sua decisione illegale sul Baltic Pipe.

    All'inizio di agosto 2018, il gruppo arbitrale dell'OMC ha soddisfatto questa richiesta, chiedendo alla CE di modificare le decisioni, e non solo sul tubo del Baltico.

    https://lt.sputniknews.ru

    Quindi lascia che Pan Duda suoni la melodia, buona fortuna e buon vento nella loro schiena a schiena d'asino sulla strada per ottenere l'indipendenza energetica. strizzò l'occhio
  4. Caro esperto di divani. 26 può 2020 18: 29
    +4
    ... Ma dal 2022 la Polonia otterrà una completa indipendenza energetica e sicurezza.

    Il collegamento decisivo in questo sarà la messa in servizio del gasdotto Baltic Pipe, attraverso il quale il gas dalla Norvegia attraverso la Danimarca, lungo il fondo del Mare del Nord e del Mar Baltico, entrerà in Polonia.

    - ma questa porta sfortuna..

    ... La produzione di gas in Norvegia alla fine del 2019 è diminuita di circa il 6%. Dati così deludenti sono stati recentemente pubblicati dalla Direzione del petrolio norvegese, che prevede che entro il 2024 il Paese raggiungerà nuovamente il livello massimo di produzione di idrocarburi. Ma finora le previsioni si stanno avverando esattamente il contrario: il secondo fornitore di gas in Europa dopo la Russia ha ridotto di anno in anno la produzione di "carburante blu". E questo mette in discussione la fattibilità della costruzione del Baltic Pipe, che da Varsavia viene visto come un'alternativa al gas russo..

    https://www.google.de
  5. aleksandrmakedo Офлайн aleksandrmakedo
    aleksandrmakedo (Dubovitsky Victor Kuzmich) 26 può 2020 20: 51
    +2
    I polacchi, poiché stanno posando il tubo DOPO il nostro, devono chiederci il permesso di incrociare i nostri tubi con i loro. Probabilmente otterranno il consenso ...
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 27 può 2020 07: 07
      +1
      I polacchi, poiché stanno posando il tubo DOPO il nostro, devono chiederci il permesso di incrociare i nostri tubi con i loro. Probabilmente otterranno il consenso ...

      Hanno detto che l'hanno preso. È vero, non ci sono conferme ...
  6. aleksandrmakedo Офлайн aleksandrmakedo
    aleksandrmakedo (Dubovitsky Victor Kuzmich) 26 può 2020 20: 53
    +1
    Citazione: rotkiv04
    Un leone mezzo morto, di fronte alla carne di gas, che semplicemente non scalcia più. C'è ancora del Gabon da sputare

    Una dozzina di bastardi che abbaiano a distanza di sicurezza. A quanto pare, è ora di dilettarsi. Negli stagni.
  7. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 26 può 2020 21: 48
    +5
    Per dettare i termini della Federazione Russa, la Polonia deve trovare grandi giacimenti di gas sul suo territorio e le forniture di gas dalla Norvegia saranno sempre limitate in volume, poiché la produzione di gas in questo paese è stata a lungo al massimo.
  8. Aico Online Aico
    Aico (Vyacheslav) 27 può 2020 01: 05
    +1
    Cosa, cosa detteranno - diavoli bespontovye !!!
  9. antibi0tikk Офлайн antibi0tikk
    antibi0tikk (Sergey) 27 può 2020 10: 42
    +2
    Ho avuto un cliente che ha acquistato un terreno sull'autostrada Kashirskoye vicino a Mosca. Volevo un centro commerciale di lusso, così come a Barvikha su Rublevka. Bene, per lui va bene, non c'erano abbastanza conoscenze di marketing lì. E con questi, tutto è più triste: prendono i loro sogni per previsioni al 100% del futuro. Su questo abbiamo un proverbio: il dudak diventa più ricco con un manichino.
  10. aleksandrmakedo Офлайн aleksandrmakedo
    aleksandrmakedo (Dubovitsky Victor Kuzmich) 27 può 2020 14: 30
    0
    Citazione: Sapsan136
    Per dettare i termini della Federazione Russa, la Polonia deve trovare grandi giacimenti di gas sul suo territorio e le forniture di gas dalla Norvegia saranno sempre limitate in volume, poiché la produzione di gas in questo paese è stata a lungo al massimo.

    Hanno tali depositi nelle vicinanze. Questi sono i depositi di scisto dell'Ucraina. Aiuteranno gli Stati Uniti con l'aneto razderbanivanie e avranno opportunità di estrazione.