Cosa c'è dietro l'interruzione del transito del gas attraverso la Polonia


Negli ultimi giorni la Russia ha ridotto drasticamente il volume di transito del gas verso l'Europa attraverso il territorio di Bielorussia e Polonia, e un giorno fa ha smesso completamente di pompare attraverso il gasdotto Yamal-Europa. Il contratto per il transito del "carburante blu", firmato in epoca sovietica, è scaduto il 16 maggio. Varsavia ha espresso la sua disponibilità a continuare le consegne attraverso il suo territorio, ma secondo le regole europee attraverso il sistema delle aste, ma Gazprom non ha fretta di farlo.


Cosa può essere evidenziato dal cambiamento nell'approccio del monopolista nazionale alla cooperazione con i partner bielorussi e polacchi?

La questione riguarda il gasdotto Yamal - Europe, che è stato messo in servizio nel 1999. La sua capacità è di 33 miliardi di metri cubi all'anno. La sezione che attraversa il territorio della Polonia è stata costruita con denaro sovietico, metà delle quote dell'oleodotto sono state trasferite a Varsavia. Per questo motivo, i pagamenti di transito si sono rivelati bassi, il che in tutti gli anni successivi ha causato il dispiacere della leadership polacca, che a sua volta ha minacciato di rifiutarsi di acquistare il gas russo. In alternativa è stato scelto il GNL, per la cui fornitura il Paese ha stipulato contratti a lungo termine con Stati Uniti e Gran Bretagna.

E così Varsavia ha ottenuto ciò che vuole, ma Gazprom non ha fretta di passare alle regole operative europee. La prenotazione del tubo sulla tratta polacca sta diminuendo di giorno in giorno: sabato scorso era del 33% della sua capacità, domenica - 10% e un giorno fa era del 3,8%. Cosa significa questo?

In primo luogo, c'è un chiaro eccesso di offerta di capacità di trasporto del gas. Il consumo di idrocarburi in tutto il mondo e in Europa in particolare è diminuito drasticamente. Nei volumi precedenti, il "carburante blu" non è necessario ora. Gazprom prevede un calo delle esportazioni da 200 miliardi di metri cubi a 165 miliardi quest'anno. Allo stesso tempo, i vertici della società sono riusciti a firmare un accordo di transito con l'Ucraina per la fornitura di 65 miliardi di metri cubi di gas in modo tale che dovrà pagare anche se non sceglie questi volumi.

Cioè, per non ottenere denaro, il monopolista dovrà utilizzare il GTS ucraino secondo i termini dell'accordo con Kiev. Inoltre, la Germania si è occupata della sua sicurezza energetica rimuovendo Nord Stream dalla direttiva del terzo pacchetto energetico dell'UE per i prossimi 20 anni. Inoltre, il Cremlino promette di completare la costruzione del Nord Stream 2 ad ogni costo, la seconda stringa del Turkish Stream è in arrivo. In questa situazione, la direzione polacca inizia a svolgere il ruolo di "rotta di bilanciamento".

In secondo luogo, l'effettivo rifiuto al transito e la lentezza nel passaggio al sistema delle aste possono ben essere considerati un elemento della pressione di Mosca su Varsavia. Come promemoria, questa leadership polacca si oppone più attivamente alla costruzione del Nord Stream 2 e dalla sua fornitura la capacità della filiale Opal del Nord Stream 50 è limitata del 1%.

In terzo luogo, se lo si desidera, è possibile vedere una certa pressione su Minsk. Il presidente Lukashenko non ha fretta di adempiere ai suoi obblighi in materia di integrazione nell'ambito dello Stato dell'Unione. Inoltre, Alexander Grigorievich sviluppa in modo dimostrativo il proprio programma missilistico, scegliendo come partner la lontana Cina e apertamente ostile alla Russia Ucraina, di cui siamo in dettaglio detto prima. Le prossime elezioni presidenziali si terranno in Bielorussia quest'estate e la possibilità di fermare il transito può essere considerata come un "saluto" dal Cremlino. La "figlia" bielorussa del nostro monopolista è il più grande contribuente e datore di lavoro nel paese sindacale.

Infine, il calo dei volumi di offerta potrebbe costringere gli europei a iniziare a utilizzare attivamente le riserve accumulate in precedenza nelle loro strutture UGS. A lungo termine, ciò potrebbe portare a un aumento della domanda, ma ciò richiederà molto tempo.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 27 può 2020 12: 38
    -2
    E VO ha scritto francamente che Gazprom aveva prenotato circa il 70% della pipa polacca prima di settembre.
    E questo significa - pronto a pagare. Solo di nascosto, come concordato.
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 27 può 2020 12: 56
      0
      Come prenotato e "prenotato" se necessario. sorriso
      1. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 27 può 2020 22: 55
        +2
        Tale procedura è prevista dal terzo pacchetto energetico o sono le tue fantasie?
    2. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 27 può 2020 23: 20
      +3
      Perché segretamente? C'è stata un'asta, l'80% della capacità è stata prenotata per il 3 ° trimestre. Di conseguenza, o hanno già pagato, o pagheranno nel prossimo futuro, almeno fino al 1 ° luglio.
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 30 può 2020 11: 19
        -1
        Quindi da nessuna parte c'è una parola sul pagamento ... solo sulla prenotazione ...
        Aspettiamo, forse annunceranno una vittoria sui primi polacchi?
  2. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 27 può 2020 13: 52
    +1
    Dopo aver interrotto il transito del gas attraverso Yamal-Europe, il prezzo spot del gas in Europa è salito di un terzo.

    https://www.interfax.ru/world/710480
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 27 può 2020 23: 08
    +4
    In primo luogo, c'è un evidente eccesso di offerta di capacità di trasporto del gas.

    Si potrebbe pensare che questi tubi siano stati posati l'anno scorso e solo per l'anno in corso. Hanno adempiuto la loro missione molto tempo fa e li adempiranno più di una volta.
    Le capacità di transito per il 3 ° trimestre sono prenotate all'80%, il che è comprensibile: ora il gas in Europa non è necessario e più vicino all'inverno ci sarà domanda.
    La capacità di transito di questo gasdotto è di 24 miliardi di metri cubi. m, non 33.
    33 miliardi è la potenza in ingresso. La differenza è di 9 miliardi di metri cubi. m è stato pianificato per le esigenze dell'economia polacca. A quel tempo, nessuno dei gentiluomini si aspettava di rovinare la produzione polacca.
    E la capacità di uscita del tubo è di 24 miliardi di metri cubi. m, è lei che determina le possibilità di transito.
    Quanto a Lukashenka, ha predeterminato il suo destino da redneck ai negoziati alla fine dello scorso anno e la sua vittoria alle elezioni è molto dubbia. In assenza di supporto dalla Federazione Russa. E l'ha perso. Andrà in pensione, bambini - come presidenti di fattoria collettiva ...
    1. Vasily Klimenko Офлайн Vasily Klimenko
      Vasily Klimenko (Vasily Klimenko) 28 può 2020 03: 19
      0
      Sogni, sogni, dove la tua dolcezza, i sogni se ne sono andati, il fango rimane.

      Quanti nostri ebrei hanno filmato Lukashenka, e lui è più vivo di tutti i vivi !!! Mi piaceva Luzhkov, il defunto, quando era necessario che Baturina, sua moglie, fornisse terra alla sua costruzione, disse: "Non permetteremo l'avidità", intendendo i proprietari del terreno, che, ovviamente, volevano di più per il terra, ma quando Baturina su questo terreno costruì una casa e la vendette come all'asta a un prezzo di mercato, non fu un rancore, ma un vantaggio della coppia Luzhkov, un'impresa.
      Ma quando dimentichiamo che il tubo ei depositi naturali di gas, petrolio, questo è un unico anello di una catena, si trasformano in grosse perdite, sia per gli oligarchi stessi che per il bilancio russo, ma stiamo risolvendo il problema dei sicari e stivali di feltro, che hanno uno serpeggiante e uno tra le natiche.
  4. Victor Yakushev Офлайн Victor Yakushev
    Victor Yakushev (Victor Yakushev) 28 può 2020 14: 09
    0
    Fai uno spuntino anche con la Bielorussia, che rimarrà ...