I veri problemi della Russia dovuti al coronavirus sono ancora davanti


La pandemia globale di COVID-19 ha portato al nostro paese gli stessi problemi e le stesse prove della maggioranza assoluta dei paesi del mondo. Oggi, quando il picco della diffusione della malattia e la lotta contro di essa, a quanto pare, è già alle spalle, qualcuno è incline a esagerare il danno fatto al russo l'economia la pandemia e la crisi che ha provocato nei mercati energetici mondiali, alcuni, al contrario, sottovalutano. In effetti, tali valutazioni sono molto probabilmente premature.


Al momento, possiamo dire con piena fiducia solo una cosa: la Russia è riuscita a salvare la cosa principale: le vite umane. Ciò è dimostrato dalle statistiche domestiche di mortalità da COVID-19, causando l'invidia di molti nel mondo. Tuttavia, si teme che i problemi principali e più globali, in un modo o nell'altro associati al coronavirus, siano ancora davanti alla Russia.

Costruiremo il nostro mondo "verde" ...


Il disastro globale che ha colpito il mondo, infatti, ha messo in ombra un evento davvero storico accaduto alla fine del 2019. Si tratta dell'adozione da parte del Vecchio Mondo del cosiddetto Green Deal europeo (EGD) - il "Green Deal europeo", ufficializzato al vertice di dicembre dei capi di stato dell'Unione europea. Il corrispondente documento “programmatico”, firmato durante l'incontro, è molto poliedrico ed ampio, pertanto ci limiteremo solo al più breve “spremere” delle sue principali disposizioni. Secondo il percorso dichiarato "verde", entro il 2050 l'Europa dovrebbe diventare il primo continente "carbon neutral" al mondo. Cioè, tutte le emissioni industriali di CO2 dannose per l'ambiente e che portano al riscaldamento globale saranno fermate.

In questo caso, non solo l'industria, ma anche l'energia, i trasporti e le infrastrutture urbane dovrebbero passare a binari "verdi" che non danneggino affatto la natura. Morte alle centrali elettriche che bruciano olio combustibile e carbone nelle loro fornaci! Abbasso le auto con motore a combustione interna! Dai alle auto esclusivamente la "trazione" elettrica e la stessa generazione di elettricità - solo metodi "puliti", è altamente desiderabile, a causa delle fonti rinnovabili, come il sole, l'aria (mulini a vento) e l'acqua (usando le onde di marea). Una sorta di "paradiso" elfico, beato, sterile e con i ritratti di Santa Greta ad ogni passo ... Tuttavia, l'aggressiva adolescente scandinava, trasformata da figure abbastanza adulte nella "bandiera" e "icona" dei più radicali Le sette di conservazione della natura, in questo caso, hanno un serio concorrente nella persona di una zia completamente adulta e sana di mente. Stiamo parlando di Ursula von der Leyen, che ha assunto lo scorso anno come capo della Commissione europea, che è stata intrisa di idee ecologiche fino al punto di "inverdimento" completo.

È chiaro che la signora tedesca sognava, essendo stata all'origine del processo rivoluzionario di riorganizzazione dell'Europa, di costruire su questo suo politico carriera per molti decenni a venire. È vero, allo stesso tempo, tutte le brillanti prospettive "promosse" da lei inizialmente avevano un lato negativo molto spiacevole. Vale a dire, il loro costo. La maggior parte degli entusiasti, il cui inno potrebbe iniziare con le parole "Costruiremo il nostro mondo" verde "...", in qualche modo non pensano a come guidare tutta l'umanità o anche parte di essa nel "luminoso futuro ecologico" che vedono - l'idea è piuttosto costosa. Ma ne era ben consapevole Frau von der Leyen, che inizialmente non nascondeva il fatto che solo i primi 6-7 anni di "inverdimento" dell'Europa avrebbero richiesto almeno un trilione di euro di "investimenti verdi". Allora come andrà ...

Inoltre, nel quadro del cosiddetto "Just Transition Mechanism" o The Just Transition Mechanism (JTM), è stato pianificato di stanziare solo importi leggermente meno sbalorditivi (centinaia di miliardi di euro) per l'assistenza finanziaria a quelle regioni europee e gli Stati che sarebbero colpiti da un "rinverdimento" totale nel modo più doloroso, distruggendo e distorcendo senza pietà il loro modo di vivere e interi rami dell'economia locale. Allo stesso modo, sembrava tutto, per così dire, in prima approssimazione, ma qui ... Correttamente, come in una vecchia barzelletta, è arrivato COVID-19. Allo stesso tempo, non ha semplicemente espulso nessuno da nessuna parte, ma al contrario, ha messo in quarantena centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, mandando allo stesso tempo l'economia europea nel più profondo declino e recessione. Che tipo di ecologia per una nonna verde ?! Oggi, ai vertici dei leader dell'UE, si discute di quanti miliardi e trilioni di euro devono essere "gettati" per salvare sia il sistema finanziario ed economico di questa comunità e se stessa, come entità interstatale, da collasso completo.

Il coronavirus è sopravvissuto? E il "green deal" resterà valido!


La pandemia, secondo gli esperti, ha causato perdite all'economia europea "su scala cosmica". Il debito nazionale aggregato degli stati della zona euro quest'anno supererà in media il 100% del loro PIL. Per alcuni paesi particolarmente colpiti, come l'Italia, questa cifra potrebbe essere ancora più triste: 150-160%. La direttrice del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva ha dichiarato a metà maggio che la situazione nell'economia globale è "molto peggiore delle previsioni più pessimistiche" espresse dagli specialisti della sua organizzazione. Allora che dire del "green deal" e di altre "fantasie elfiche" dello stesso tipo possono essere dimenticati, almeno fino alla fine della crisi e al periodo di ripresa che inevitabilmente seguirà? Non saltare alle conclusioni.

La principale "portavoce ecologica" del pianeta, non placante nemmeno in quarantena, Greta Thunberg ... ha salutato calorosamente la pandemia di coronavirus! Alla vigilia della Giornata della Terra, ha detto che il COVID-19 e la stagnazione dell'economia mondiale causata da esso "hanno realizzato il suo sogno": hanno ridotto le emissioni di CO2 nell'atmosfera. Quante centinaia di migliaia di persone sono morte contemporaneamente, la meschina balabolka ecologica non si cura profondamente, il che mostra perfettamente il pieno grado di "umanesimo" di lei e dei suoi aderenti. Infatti, secondo i dati della ricerca, durante l'aprile 2020, le emissioni giornaliere di gas serra sono diminuite in media del 17% su scala planetaria. Ma il prezzo ?! Agli "elfi" spetta una lampadina a risparmio energetico. Tuttavia, se solo fossero stati soli. Molto più pericolose delle prossime rivelazioni di una ragazza mossa dalla ragione sull'ecologia sono le parole pronunciate da uno dei leader europei e mondiali - Emmanuel Macron. Se si approfondisce con attenzione il significato di alcune delle idee da lui espresse in un'intervista pubblicata a fine aprile sull'autorevole Financial Times, la parola giusta, diventa molto scomoda ...

Secondo Macron, la pandemia COVID-19 "potrebbe dare al sistema capitalista un'opportunità unica per diventare più umano ..." In cosa dovrebbe consistere questa umanità? Naturalmente, nel "salvare il pianeta dalle devastazioni del riscaldamento globale". E poi - attenzione - la cosa più importante: il Presidente della Francia ritiene che "se le persone possono fare cose assolutamente impensabili con le proprie economie per contenere la diffusione della pandemia", allora, "sono perfettamente in grado di fare gli stessi sacrifici per fare in modo che il cambiamento climatico sulla Terra sia meno catastrofico ”! Grande logica! Sorprendente! "Il fine giustifica i mezzi" - da qualche parte lo abbiamo già sentito, dai gesuiti, a quanto pare. Secondo Macron, si scopre che se il mondo, spaventato a tal punto da annebbiare la mente dal disturbo onnipervadente, si lasciava condurre con rassegnazione in una quarantena quasi totale, non esplodeva con rivolte e rivolte della fame spontanee generate dal "autoisolamento" dei disoccupati, quindi la conclusione da questo è inequivocabile. Quando si scorta verso una "nuova realtà" basata su sciocchezze ecologiche, nessuno prenderà troppo a calci. E se è così, allora dai un "inverdimento" obbligatorio: Francia, Europa, il mondo intero! Questo è già estremamente grave. A giudicare dalla retorica e dai piani della stessa Ursula von der Leyen, la leadership dell'UE temeva seriamente l'opposizione di massa al "rinverdimento" forzato dei suoi paesi membri. Tuttavia, la pandemia ha dimostrato che vale la pena intimidire le persone e puoi fare quasi tutto ciò che vuoi con loro. Nessuno scuoterà nemmeno la barca. È molto probabile che tali conclusioni siano state tratte, e non solo in Francia.

Pertanto, le autorità di Amburgo hanno annunciato un divieto più severo (dalla fine del 2021) su tutti i sistemi di riscaldamento che utilizzano combustibili a base di petrolio. La decisione si applica non solo alle reti di riscaldamento centrale e comunale, ma anche alle caldaie individuali. Il passo successivo è la transizione all '"energia rinnovabile" del trasporto urbano e individuale, nonché delle fattorie urbane. Entro 10 anni, Amburgo intende sbarazzarsi completamente di qualsiasi energia e trasporto "impuro" tecnologia, sostituendoli esclusivamente con "verde". Questo è solo un esempio. Tuttavia, testimonia che il Vecchio Mondo, nonostante le perdite subite dalla pandemia, sta nondimeno volgendo con mano ferma nella direzione della "ristrutturazione ecologica". Sarà difficile? Ci saranno nuove perdite? Niente, lo sopporteranno! In questa situazione, c'è un altro aspetto estremamente importante: sopportare "difficoltà e disagi", "stringere la cinghia più forte" e fare altre cose spiacevoli per se stessi, nel nome della traduzione delle idee del gretismo-tunbergismo nella vita, non lo farà devono a coloro che realmente governano questo mondo. Come dimostrano le analisi condotte da vari gruppi di analisti - dai dipendenti della rivista Forbes all'Istituto per la ricerca politica, per le persone più ricche del pianeta, la pandemia di coronavirus si è rivelata davvero un "periodo d'oro"! Solo nel periodo dal 18 marzo al 10 aprile 2020, la loro fortuna è aumentata di 238 miliardi di dollari. Il capitale dei primi sacchi di denaro degli Stati Uniti per 2 mesi di "quarantena" è aumentato del 15%. O, in termini assoluti, di 434 miliardi di dollari USA, raggiungendo i 3.38 trilioni di dollari. Queste sanguisughe prenderanno parte volentieri alla nuova devastazione dell'umanità, "in nome di alti principi ecologici". Allo stesso tempo, diventeranno ancora più ricchi!

Per la Russia, una tale prospettiva non è solo spiacevole, ma mortale. Se l'attuazione delle idee "verdi", almeno solo in Europa, andrà a pieno regime, la "guerra del petrolio" e l'attuale calo dei prezzi dell'energia ci sembreranno una dolce favola. Oltre agli stessi problemi con Nord Stream 2. Tutti i "flussi" diretti all'Occidente diventeranno semplicemente inutili, così come gli oleodotti. Per i restanti mercati, principalmente in Asia, la guerra proseguirà con feroce ferocia, i concorrenti cercheranno semplicemente di distruggere. È chiaro che il mondo non finisce solo con il Vecchio Mondo, ma chiunque lo desideri può trovare e valutare i dati delle esportazioni energetiche russe proprio in questa direzione. La prospettiva della sua perdita, credetemi, ha conseguenze estremamente spiacevoli per la nostra economia.

Ovviamente, anche con il più grande zelo dei “verdi” europei e il massimo supporto dei loro leader a livello di Macron, domani la “carbon neutrality” non sarà implementata. Il Green Deal europeo specifica il 2050 come scadenza specifica. Tuttavia, è necessario tenere conto dei possibili rischi della Russia oggi. I problemi non si trasformano in disastri solo se vengono notati in tempo, correttamente valutati e adeguatamente risolti.
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 29 può 2020 09: 52
    +1
    Non tutto è così triste e triste. È dubbio che l'energia verde sarà sufficiente per l'intera Europa. Inoltre, sorge il prezzo della domanda, perché se l'energia verde è troppo costosa, l'industria del Vecchio Mondo diventerà semplicemente non competitiva e questo minaccia il completo collasso dell'economia ...
    1. olpin51 Офлайн olpin51
      olpin51 (Oleg Pinegin) 29 può 2020 13: 01
      +2
      Un articolo molto strano. Ho letto da qualche parte che l'ondata di rifiuto dell'energia nucleare in Germania ha la tendenza a rilanciare l'energia del carbone.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 29 può 2020 12: 42
    +2
    Gli idrocarburi, che l'UE rifiuterà, verranno reindirizzati dalla Russia all'Asia orientale, che produrrà prodotti economici e competitivi per il mondo intero. E anche i residenti dell'UE lo compreranno, se c'è qualcosa. E nell'Ue inizierà la disoccupazione di massa, gravata dalla presenza di profughi africani che non vogliono lavorare.
    1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
      Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 29 può 2020 16: 50
      -2
      L'UE ha una clausola nel programma che vieta l'importazione di prodotti che utilizzano tecnologie "sporche".
  3. olpin51 Офлайн olpin51
    olpin51 (Oleg Pinegin) 29 può 2020 12: 54
    +2
    E dopotutto, tutti credono con zelo che il "fattore umano" sia molto importante per il riscaldamento, anche se siamo già all'inizio del prossimo periodo di ondata di freddo. E questo "fattore umano" rispetto all'attività vulcanica è solo una misera percentuale. E questo è stato dimostrato molto tempo fa. Ma qualcuno ha davvero bisogno di questo fattore, qualcuno ne trarrà profitto, proprio come il falso sul freon e sui buchi dell'ozono.
  4. Sergey Latyshev (Serge) 29 può 2020 14: 18
    +1
    Quindi, se tutto va male in Europa, solo le loro colonie devono preoccuparsi.
    Se non è male, chi ha un'economia dei fichi dovrebbe andare nel panico.

    E gli idrocarburi kapets arriveranno prima o poi. Se ti verrà in mente una sintesi fredda e calda, e basta ...
  5. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 29 può 2020 19: 25
    +2
    L'Europa è spinta al massacro. Quando le fonti di energia rinnovabile iniziano a occupare una quota importante del volume totale di energia generata, diventerà chiaro che è troppo costosa. Cioè, la produzione di fonti energetiche rinnovabili, la loro manutenzione e i tentativi (cioè i tentativi) di dispacciarle. L'energia prodotta da fonti energetiche rinnovabili non è distribuibile in linea di principio (ad eccezione delle centrali idroelettriche). Oltre al gas, dovremo acquistare elettricità dalla Russia.
    Di conseguenza, la produzione in Europa diventerà non competitiva. E non ci saranno né soldi né tempo per una nuova e urgente ristrutturazione della struttura energetica.
    In Cina, le fonti di energia rinnovabile rappresentano circa il 25% della capacità installata. E in termini di quota di produzione effettiva di elettricità - 6%. Di conseguenza, i sussidi governativi per le fonti energetiche rinnovabili sono stati sospesi in Cina. Contemporaneamente al Green Deal.
    Ebbene, gli europei gay sono, ovviamente, più intelligenti! Finché non calpestano loro stessi un rastrello, non capiranno. E quando capiranno, sarà troppo tardi. L'Europa generalmente non è attratta dalla sua area valutaria in futuro, soprattutto dopo la Brexit. L'auto-detonazione dell'energia può essere l'ultimo chiodo nella sua bara. Forse questo viene fatto apposta per non resistere al processo di scioglimento. "Non hai bisogno di un violinista, cara!" (A PARTIRE DAL)
  6. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
    Cittadino Mashkov (Sergѣi) 29 può 2020 20: 57
    +1
    Quale virus? Che cos'è "l'autoisolamento"?
    Almeno leggi Wikipedia:

    L'autoisolamento, o ancoraggio, è un sintomo in psichiatria, che evita il contatto con le persone e le attività sociali. L'autoisolamento è più comunemente osservato nell'autismo schizofrenico, nella depressione e nel disturbo schizoide di personalità. Questo sintomo può anche sorgere a seguito di traumi psicologici cronici e gravi (psicogenie), distruggendo il paradigma dell'esistenza nella società, cambiando radicalmente la visione del mondo, gli ideali ei valori dell'individuo.

    Smettila di renderci idioti!