Media: invece di soldi, la Russia avrà spazio per gli astronauti su Crew Dragon


I media stranieri continuano a commentare il lancio della navicella spaziale Crew Dragon nel contesto della cooperazione bilaterale della Russia con gli Stati Uniti nell'orbita terrestre bassa. Dal 2006, la NASA ha pagato al governo russo circa 3,9 miliardi di dollari per lo spazio per i suoi astronauti nella navicella Soyuz, secondo Spaceflight Now.


In particolare, la pubblicazione ricorda ai suoi lettori che recentemente questo dipartimento ha accettato di trasferire più di 90 milioni di dollari a Mosca per un posto nel veicolo spaziale, che entrerà in orbita nell'ottobre di quest'anno. L'agenzia spaziale americana ha deciso di firmare questo accordo per coprire e comunque garantire l'accesso alla stazione spaziale per il suo astronauta.

Se l'attuale volo di prova di Crew Dragon andrà secondo i piani, il primo lancio operativo completo avverrà dal Kennedy Space Center dopo il 30 agosto con un equipaggio di quattro persone.

Per quanto riguarda le soluzioni alternative, il concorrente diretto da un'idea di SpaceX, la navicella spaziale Boeing Starliner, deve completare una seconda missione dimostrativa in modalità automatica prima che sia considerata adatta ai voli con gli astronauti. Il volo di prova del nuovo veicolo verso la Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe avvenire nella prima metà del 2021.

A causa dell'apparente cambiamento, la NASA prevede di smettere di pagare la Russia non appena il nuovo veicolo spaziale con equipaggio degli Stati Uniti sarà messo in servizio. In accordo con gli attuali piani delle due agenzie spaziali, gli astronauti americani continueranno a volare sulla navicella Soyuz e i cosmonauti russi sulla nuova navicella americana sui diritti di scambio, senza trasferire il pagamento.

Ma i funzionari russi affermano che non invieranno astronauti sulle navi americane fino a quando non saranno adeguatamente testati.

- dice l'articolo.

La pubblicazione rileva che alcuni anni fa, un successo scientifico e tecnico la cooperazione di grandi potenze cominciò a influenzare politico domande e disaccordi. All'indomani degli eventi in Crimea nel 2014, l'amministrazione del presidente Barack Obama ha imposto sanzioni alle strutture del governo russo e ad alcuni individui, tra cui l'allora vice primo ministro Dmitry Rogozin, che ora è a capo di Roscosmos. In risposta, lo statista ha suggerito che gli Stati Uniti "trasportino i propri astronauti sulla ISS utilizzando un trampolino". Ora, molti anni dopo, la risposta di Elon Musk è stata la seguente: "Il trampolino funziona".
  • Foto utilizzate: NASA
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 2 June 2020 14: 07
    +1
    Avrà l'opportunità di sedersi su una sedia reclinabile al cosmodromo, osservare come vengono lanciati i razzi.