Erdogan teme la crescente influenza dei generali filo-russi nell'esercito turco


Il 1 giugno 2020, Ibrahim Kalin, consigliere speciale (specialista in studi islamici) e segretario stampa del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha rilasciato un'intervista ai media francesi. Di conseguenza, è diventato chiaro che il leader turco teme la crescente influenza dei generali filo-russi nell'esercito turco, scrive il quotidiano greco Kathimerini (Katimerini).


Ad un certo punto, al consigliere è stato chiesto perché nell'aprile 2020 i sistemi di difesa aerea S-400 russi non fossero stati messi in allerta, come promesso in precedenza. I giornalisti hanno suggerito che i turchi vogliono abbandonare questa opzione, perché un simile passo danneggerebbe ulteriormente i rapporti con gli americani. Ma Kalin ha risposto che il ritardo nella messa in servizio dell'S-400 è dovuto alla pandemia COVID-19 e il processo sarà completato. Tuttavia, non ha specificato quale relazione ha COVID-19 con l'S-400.

Tuttavia, i media francesi hanno considerato questo un gesto di riconciliazione tra Erdogan e l'Occidente. Hanno collegato questo con la cacciata del vice ammiraglio Jihad Yaydzhi, che fino a ieri era il capo di stato maggiore della Marina turca e la mente della dottrina Mavi Vatan ("Blue Motherland"). Yaidzhi appartiene a un gruppo di fanatici "eurasiatici", anti-occidentali e sostenitori del riavvicinamento con la Russia. Questo gruppo di ufficiali ha guadagnato molta influenza all'indomani di un fallito colpo di stato in Turchia, compreso il tentativo di assassinio del leader turco nel luglio 2016 e la drammatica epurazione dell'esercito turco che ne è seguito.

Secondo un'analisi dei media francesi, la decisione di Erdogan indica il suo desiderio di limitare gli "eurasiatici" e normalizzare i suoi rapporti con l'Occidente. Le dure misure del leader turco nei confronti dei suoi militari sono dovute alla crescente influenza degli "eurasiatici", che forse possono decidere un altro colpo di stato per rovesciare Erdogan, che ha giocato troppo.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 4 June 2020 21: 36
    +1
    Tali amichevoli sentimenti eurasiatici di una parte dei generali turchi ispirano ottimismo (in antitesi agli irrequieti ovviamente ostili dello stesso Recep Tayyip!)! occhiolino
  2. Amaro Офлайн Amaro
    Amaro (Gleb) 5 June 2020 00: 23
    +4
    Generali turchi, questo è whoa !!! Questi non sono fratelli bulgari.
    Per secoli, i generali turchi sono stati allevati e addestrati dai filo-russi. Ancora un po 'e appariranno slogan: "i turchi e i russi sono fratelli da secoli". risata buono
  3. Roarv Офлайн Roarv
    Roarv (Roberto) 5 June 2020 06: 21
    +4
    Qualunque cosa dica, qualunque cosa dica ... L'ammiraglio esiliato ha ragione su una cosa. I due stati confinanti dovrebbero vivere pacificamente, sviluppando relazioni commerciali, economiche, culturali ...
    Ebbene, essere vassallo con due colletti (USA + Europa) è la vocazione di Erdogan, la storia non insegna niente, poi dagli inglesi, dai francesi, poi dai tedeschi, poi dagli americani per imporre vassalli e indossare un collare ...
    1. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 5 June 2020 10: 26
      +3
      I due stati confinanti dovrebbero vivere pacificamente, sviluppando relazioni commerciali, economiche, culturali ...

      Perché esattamente due? E se non sono vicini, allora non dovrebbero? Gli stati confinanti hanno spesso varie contraddizioni su una varietà di questioni. Pertanto, a seconda degli individui al potere nello stato, i problemi possono essere risolti con una varietà di metodi. A proposito, la Turchia non è un vicino così stretto, a differenza dell'Ucraina o della Georgia.

      la storia non insegna nulla

      La storia insegna solo. Secondo le opinioni turche, il Mar Nero dovrebbe essere interno, non di confine. Qualcosa come questo.
      I legami industriali ed economici con inglesi, tedeschi e francesi permisero ai turchi di aumentare notevolmente il loro benessere e non solo.
    2. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 5 June 2020 20: 19
      +4
      Ebbene, essere un vassallo con due colletti (USA + Europa) è la vocazione di Erdogan ...

      Che chiamata! Doveva calpestare la gola della sua stessa canzone. Stava per costruire un impero sulla base del pan-Turkismo. Naturalmente, sotto il dominio della Turchia. Ma si è interrotto. Pertanto, si precipita, cerca di trovare alla Turchia un posto degno sotto il sole ed è molto preoccupato che il posto risulti così così.
  4. Caro esperto di divani. 5 June 2020 23: 37
    +1
    Erdogan teme la crescente influenza dei generali filo-russi nell'esercito turco

    Oh, qual è il problema? Puoi restituirgli la "mentalità pro-Gülen". Non sopravviverà al secondo colpo di stato.
  5. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 6 June 2020 11: 41
    0
    Il turco è stato il nemico del russo da tempo immemorabile e rimarrà, e non c'è niente da far esplodere bolle arroganti nello stile del ministero degli Esteri russo.
    1. Rashid116 Офлайн Rashid116
      Rashid116 (Rashid) 6 June 2020 13: 07
      0
      Né aggiungere né sottrarre. Esattamente.